Giu
21
gio
Letture del tuffatore

Tutti i giovedì d’estate, dal 21 giugno al 30 agosto 2018, tornano gli appuntamenti serali a Paestum con LETTURE DEL TUFFATORE.

Le sale del Museo Archeologico e, nell’area archeologica, il Tempio di Nettuno e Basilica resteranno aperti fino alle 22.30 con possibilità di visita inclusa nell’ordinario biglietto d’ingresso.

Le letture del tuffatore, in particolare, propone ai visitatori eventi legati alla mostra “L’immagine invisibile. La tomba del tuffatore” (in programma fino al 7 ottobre 2018) che spazieranno da reading con attori professionisti, proposte musicali, incontri con i curatori, conferenze e convegni cui sarà possibile accedere su prenotazione ma senza costi aggiuntivi.

“Sin dalla sua scoperta, nel 1968, la tomba del Tuffatore sta al centro di un dibattito scientifico molto controverso e acceso. L’interpretazione dell’immagine del giovane che si tuffa nell’acqua rimane un rompicapo che fa discutere anche gli esperti del settore: è semplicemente una visione edonistica della vita e della morte? O qualcosa di più, forse un messaggio misterico, ispirato a culti iniziatici legati ad Orfeo e Dioniso? E le difficoltà nella lettura dell’immagine del Tuffatore si spiegano forse con il fatto che essa era “invisibile”, in quanto collocata all’interno di una tomba buia, chiusa per l’eternità? Insomma, possiamo pretendere di leggere e comprendere un’immagine che non era fatta per essere guardata?
La mostra a Paestum non pretende di risolvere tutte queste questioni. Per questo, non è una mostra tradizionale che vuole dare risposte, ma piuttosto una “anti-mostra” che vuole porre delle domande, mettendo i visitatori nella condizione di partecipare al dibattito e di coglierne i motivi”

Gabriel Zuchtriegel, direttore del Parco e Museo Archeologico di Paestum

Per i piccoli dai 4 anni, dal 28 giugno sempre il giovedì con inizio alle ore 19.30, laboratori artistici e di manipolazione al Museo che andranno ad integrare il percorso di visita guidata alla mostra realizzato sempre per accompagnare i più piccoli alla migliore fruizione della sala della tomba del tuffatore. Il laboratorio interattivo ha un costo di euro 3 a persona (oltre ingresso al sito) e avrà la durata di un’ora. Evento per numero limitato di partecipanti, prenotazione consigliata ai recapiti Le Nuvole allo 0812395653 e [email protected] (feriali 9/17) o alla biglietteria del museo 0828 722654 o [email protected] (festivi) .

 

Visite guidate, attività didattiche e percorsi su misura per un pubblico di tutte le età tutto l’anno
a Santa Maria Capua Vetere (CE), Paestum, Elea Velia
tre luoghi di interesse archeologico, filosofico ed architettonico

 

vai a la brochure le nuvole_archeologia

 


Lug
1
dom
Paestum Family Lab
Lug 1–Set 16 giorno intero

La prima e terza domenica del mese alle ore 11.30 e 16.30vi aspettiamo ai PAESTUM FAMILY LAB itinerari all’interno del museo alla scoperta dell’antica Paestum la nuova proposta didattica family friendly del Museo Archeologico Nazionale di Paestum in programma per bambini (dai 4 anni) accompagnati da genitori…nonni…zii!!!

I visitatori saranno guidati lungo un breve itinerario a tema all’interno delle sale del Museo Archeologico prima di entrare nel vivo del laboratorio creativo dove adulti, bambini e ragazzi potranno liberare la propria fantasia realizzando disegni o sculture. Le ‘piccole opere’ potranno essere portate a casa dai partecipanti come ricordo della giornata, mentre le foto scattate delle stesse entreranno a far parte di un album dedicato, da sfogliare online sul sito web e sulla pagina Facebook del Parco archeologico di Paestum.

Ogni data avrà un tema diverso che accompagnerà la visita e il laboratorio, in modo da ampliare la conoscenza di Paestum e della vita dei suoi abitanti nel corso dei secoli. Si andrà quindi alla scoperta degli edifici più significativi della città, come i maestosi templi ancora oggi in piedi e il monumento dedicato all’eroe fondatore, oppure si verrà trasportati dalla dimensione urbana, circoscritta alle mura, a quella del territorio, dove sorge un altro edificio di culto che oggi è in grado di comunicare al visitatore solo attraverso le immagini scolpite sulla pietra. Grazie a questi ‘fotogrammi’ architettonici, di cui sarà illustrata anche la tecnica di realizzazione, si cercherà di ricongiungere le vicende degli dei scelti a protezione della città a quelle relative ai personaggi mitici e divini che hanno contribuito alla fondazione di questo santuario “di confine”, in particolare Eracle ed Hera, uniti in perenne rapporto di amore/odio.

Il laboratorio interattivo PAESTUM FAMILY LAB (euro 3 a persona oltre ingresso al sito) è realizzato all’interno delle sale del Museo Archeologico per piccoli (dai 4 anni) e grandi e avrà una durata di un’ora. Evento per numero limitato di partecipanti, prenotazione consigliata ai recapiti Le Nuvole allo 0812395653 e [email protected] (feriali 9/17) o alla biglietteria del museo 0828 722654 e [email protected] (festivi).

Questo slideshow richiede JavaScript.

Parco e Museo Archeologico Nazionale di Paestum

Le architetture millenarie dei templi, insieme alle tracce del tessuto urbano greco-romano, offrono la lettura di oltre un millennio di storia che racchiude le origini della nostra civiltà. Il Museo conserva testimonianze archeologiche del territorio, dai primi insediamenti preistorici fino all’epoca romana.

Visite guidate, attività didattiche e percorsi su misura per un pubblico di tutte le età tutto l’anno
a Santa Maria Capua Vetere (CE), Paestum, Elea Velia
tre luoghi di interesse archeologico, filosofico ed architettonico

 

vai a la brochure le nuvole_archeologia

 


Lug
5
gio
Festa con Le Nuvole per Scuola Viva all’I.C.3 Rodari Annecchino @ Plesso Rodari IC3 Annecchino Rodari
Lug [email protected]:00–13:00
Secondo evento scuola famiglia per la II annualità di Scuola Viva all’I.C.3 Rodari Annecchino di Pozzuoli a conclusione degli ultimi 2 moduli progettuali: Teatro in gioco e Corpo in scena condotti da Le Nuvole. 

A partire dalle ore 10 di giovedì 5 luglio nell’auditorium del plesso Rodari Le Nuvole, in particolare Rosanna Gagliotti, Francesco Di Gennaro, Rosanna Caiazzo, Cristina Vilone e Mariangela D’Aquino,  condivideranno con il pubblico di genitori un momento di ‘lezione aperta con i ragazzi’ secondo quanto sperimentato durante gli ultimi tre mesi nei 10 incontri previsti da ciascuno dei due moduli progettuali.Nel corso degli incontri di TEATRO IN GIOCO è stato realizzato un lavoro sull’attenzione, sul governo del gesto, sul ritmo e sul movimento con l’idea di  promuovere un potenziamento dei canali espressivi e comunicativi degli studenti partecipanti. “Quest’anno abbiamo riservato una particolare attenzione sulla grammatica della fantasia – ci riporta Francesco Di Gennaro – finalizzata a potenziare la capacità di raccontare senza parole ma col gesto, col mimo, le smorfie, gli oggetti”.

 

Il percorso ludico-formativo CORPO IN SCENA ha posto l’attenzione sull’acquisizione da parte dei ragazzi – studenti di classi terze A e B del plesso Svevo – di una maggiore consapevolezza dello spazio, delle proprie capacità e competenze, della personale attitudine ad imparare attraverso giochi ed improvvisazioni individuali o di gruppo ma anche di approccio alla giocoleria come disciplina con esercitazioni di ritmo e coordinazione.

Un percorso di crescita soprattutto personale il nostro – riferisce in una nota Rosanna Gagliotticostruito intorno all’ uso consapevole del corpo, alla fiducia in sè stessi e del gruppo rafforzando la capacità di relazionarsi, potenziando la creatività, abbassando le barriere emotive sino ad esprimere in libertà i propri pensieri, emozioni e sensazioni”.

Vi lasciamo, in conclusione, una suggestione del modulo così come è stata raccolta in un’intervista da un gruppo dei giovanissimi giornalisti del modulo TUTTI IN REDAZIONE:

“Nella giornata di venerdì 18 maggio siamo andati a intervistare dei bambini di un altro modulo del progetto “SCUOLA VIVA” che si chiama IL CORPO IN SCENA nel refettorio/spazio laboratorio teatrale sempre nel plesso Svevo. Non appena siamo entrati ci siamo sentiti molto osservati, qualcuno di noi ha avuto anche un po’ di vergogna perché ci sentivamo pochi rispetto ai bambini del progetto delle classi 3A e 3B. I bambini ci hanno accolto molto bene, invitandoci a sedere in cerchio e con le gambe incrociate insieme a loro e alle esperte Rossana e Rosanna. Abbiamo saputo infatti che questa è la posizione neutra cioè il modo in cui riescono a lavorare meglio in gruppo e a stare più concentrati. Il corso infatti insegna ad essere gentili e a stare insieme, ma anche ad interpretare con il corpo oggetti, animali, personaggi. Al corso partecipa anche la maestra Debora, che ci ha raccontato di provare serenità a frequentarlo. I bambini ci hanno detto di provare tante emozioni, dalla gioia alla felicità all’amore all’amicizia. Non c’è posto per la tristezza o la rabbia e hanno aggiunto: “come si potrebbe essere arrabbiati in questo progetto?” Infatti IL CORPO IN SCENA è un progetto così bello che continueranno a frequentarlo fino al 5 luglio!”

articolo scritto da Dario Russo, Biagio Longobardo, Serena Pollice, Asia Volpe; tratto da “TUTTO IC3” IL GIORNALE DEI RAGAZZI DELL’IC 3 RODARI ANNECCHINO (n°2, pag 5).

 

Ringraziamo per la preziosa collaborazione: la Dirigente Scolastica del I.C.3 Rodari Annecchino dr.ssa Stefania Manuela Putzu che ci ha accordato fiducia per il secondo anno consecutivo e la DSGA Armida Rocco per la preziosa collaborazione organizzativa.