Nov
8
Gio
Didattica della Visione_formazione docenti @ Teatro dei Piccoli
Didattica della Visione_formazione docenti @ Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

CORSO DI AGGIORNAMENTO in collaborazione con Casa dello Spettatore

  • destinatari: docenti di ogni ordine e grado (prenotazione obbligatoria*)
  • date: da novembre 2018 a marzo 2019
  • durata: 10 ore per ogni titolo (2 incontri da 4 h + la visione dello spettacolo da 2 h)
  • sede di realizzazione: Teatro dei Piccoli, via Usodimare, Napoli
  • ingresso gratuito 

In questo, il teatro è un po’ come un buon vino: per conoscerlo bisogna degustarlo, ma per riuscirci pienamente è fondamentale conoscere a monte quali sono gli aspetti e le note di contenuto a cui fare caso. In un processo di generale avvicinamento al teatro per le giovani e le giovanissime generazioni, Young dedica particolare attenzione ad affinare la sensibilità degli insegnanti in tema di linguaggio e tecniche comunicative di questo mezzo antichissimo e intramontabile. Lo fa proponendo un percorso in abbinamento a 6 spettacoli, ciascuno con la medesima struttura:

un seminario precedente (pre_visione), di preparazione alla visione dello spettacolo teatrale, centrato sul concettualizzare le aspettative della fruizione e sul mettere a fuoco i tratti della struttura narrativa;

>visione dello spettacolo;

>seminario di valutazione (post_visione), successivo alla visione, dedicato all’analisidella sovrapponibilità tra aspettative dello spettatore/insegnante e proposta creativacorale offerta da autori/attori.

calendario

I 6 appuntamenti sono:

  • ID 18643 DdV POLLICINO – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione giovedì 8 novembre – post_visione mercoledì 21 novembre
    spettacolo Pollicino (dagli 8 anni) mercoledì 14/11 inizio spettacoli h 9.30 e 11.30
  • ID 19024 DdV LINGUA BLU – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione martedì 27 novembre – post_visione giovedì 13 dicembre
    spettacolo Lingua Blu (dagli 8 anni) mercoledì 5/12 inizio spettacoli h 9.30 e 15
  • ID 18653 DdV IL DIARIO DI ADAMO ED EVA – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione venerdì 1 febbraio – post_visione venerdì 15 febbraio
    spettacolo Il diario di Adamo ed Eva (dai 5 anni) lunedì 11/02 inizio spettacoli h 9.30 e 11.30
  • ID 18654 DdV CAINO E ABELE – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione martedì 12 febbraio – post_visione giovedì 28 febbraio
    spettacolo Caino e Abele (dai 9 anni) mercoledì 20/02 inizio spettacoli h 9.30, giovedì
    21/02 inizio spettacoli h 9.30 e 11.30
  • ID 19027 DdV RACCONTO ALLA ROVESCIA – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione mercoledì 13 febbraio – post_visione venerdì 1 marzo
    spettacolo Racconto Alla Rovescia (da 3 anni) venerdì 22/02 inizio spettacoli h 9.30 e 11.30
  • ID 19028 DdV OPERASTRACCI – 10 monte ore
    h 16.30/20.30 – pre_visione mercoledì 6 marzo – post_visione martedì 26 marzo

iscrizioni*

Le prenotazioni sono obbligatorie per ciascun corso. Pertanto alla prenotazione dello spettacolo per la propria classe, prenotare anche i relativi incontri di formazione.
Contestualmente procedere all’iscrizione sulla piattaforma SOFIA, cercando l’ID dello spettacolo di riferimentoentro il giorno prima dell’inizio di ogni corso. Successivamente inviare mail a [email protected] con tutti i dati per il contatto telefonico e postale.

Corso di aggiornamento riconosciuto come formazione per il personale della scuola in forza dell’accreditamento de Le Nuvole presso il MIUR. 

N.B. Corsi aperti anche a docenti non di ruolo, educatori, operatori socioeducativi, con attestato di partecipazione rilasciato da Le Nuvole. Per le iscrizioni, inviare richiesta a [email protected] indicando il corso a cui si è interessati e i propri recapiti mail e telefonici.

vai alla brochure YOUNG2018.19

 Lucio Bonaduce – lun/ven 9.00/15.00 – 081 239 56 53 [email protected]

Nov
21
Mer
COm_unica incontri con i docenti @ Città della Scienza
COm_unica – Modalità innovative per comunicare la scienza ID 18672 
COm_unica è un progetto di formazione ed aggiornamento per i docenti di ogni ordine e grado per indagare insieme il mondo delle due culture attraverso la trasversalità delle competenze (scientifica ed umanistica) e con diverse modalità di racconto (dal gioco allo storytelling, dal laboratorio allo spazio all’interno di una nuvola, dalla modellazione alle news provocatorie) per rendere la scienza più prontamente accessibile e comprensibile.
6 incontri di mercoledì (21 e 28 novembre – 5, 12 e 19 dicembre – 9 gennaio) dalle 15:30 alle 18:30
a Città della Scienza
con partecipazione a pagamento € 50* (incluso abbonamento per la rassegna Assoli di Scienza)
e attestato di partecipazione per docenti in ruolo iscritti sul portale S.O.F.I.A – MIUR al corso con codice ID 18672**
Programma dei 6 incontri del corso di formazione:
  1. Il gioco – Spazio Vitale
  2. Modellare la scienza – Simbiosi
  3. La scienza partecipata e deliberata – Play decide
  4. Raccontare nello spazio – Nuvola
  5. Unica materia – I catalogatori concettuali
  6. Storytelling
I 4 spettacoli della rassegna Assoli di Scienza con approfondimento e dibattito finale in scena alla Sala Assoli (Vico Lungo Teatro Nuovo 110, Napoli)
Genetica e medicina
27 novembre 2018 – ore 20:30 – 28 novembre 2018 – ore 9:30 e ore 11:30
LOTTERIA NUCLEARE
Biomateriali e Cyborg
22 gennaio 2019 – ore 20:30 – 23 gennaio 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
NANOMETAMORFOSI
Scienza e società
19 febbraio 2019 – ore 20:30 – 20 febbraio 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
RELATIVITA’. LA RIVOLUZIONE
Scienza deliberata
2 aprile 2019 – ore 20:30 – 3 aprile 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
TOLEMAICI E COPERNICANI
*il pagamento potrà essere effettuato in contanti il primo giorno di attività, con bonifico bancario o con carta docente.
**l’iscrizione sul portale S.O.F.I.A./MIUR consente il rilascio dell’attestato ministeriale. Ai docenti non in ruolo che vorranno partecipare al corso sarà comunque rilasciato un attestato di frequenza da parte de Le Nuvole quale Ente Accreditato Miur per la Formazione.

vai a COm_unica – scheda – ID 18672

 vai a lenuvolescienza_2018_19

 

Feb
11
Lun
Il diario di ADAMO ed EVA @ Teatro dei Piccoli
Feb [email protected]:30–15:00

dai 5 anni, scuola dell’infanzia e primaria

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per il tempo libero domenica 10 febbraio 2019 ore 11
    per la scuola lunedì 11 febbraio 2019 ore 9.30, 11.30 e 15

    *spettacolo abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE con I.D.18653 Ddv/IL DIARIO DI ADAMO ED EVA
     incontro pre – visione venerdì 1 febbraio ore 16.30/20.30 + incontro post – visione venerdì 15 febbraio ore 16.30/20.30

La guerra dei sessi è antica quanto l’umanità. Ed è quello che racconta Mark Twain in cui ritrae, con un linguaggio molto semplice e pieno di ironia, la famosa coppia della Genesi nella sua intimità, attraverso il geniale artificio dei diari di entrambi.

Prendendo ispirazione da questa “storica” traduzione, racconteremo le inquietudini ed il modo di pensare dei primi due abitanti del pianeta, Adamo ed Eva, che cercheranno di intendersi nonostante le loro evidenti diversità. Trasformeremo una storia di costole, serpenti e mele in una dissertazione sulle relazioni tra uomo e donna usando le armi dello humor e del nonsense.

Lo spettacolo inizia dai primi giorni di vita dei giovanissimi Adamo ed Eva nel paradiso terrestre, nell’inconsapevolezza dell’identità di genere, della loro nudità mai affrontata come vergogna. Avremo accesso ai pensieri segreti del primo uomo e della prima donna, e constateremo con allegria che le relazioni tra i due sessi non sono poi così cambiate. Tra mille discussioni e punti di vista agli antipodi, la coppia imparerà ad accettare e infine amare le diversità dell’altro e dopo anni di vita in comune ci sarà spazio anche per la tenerezza e, di fronte alla tomba di Eva, Adamo confesserà: «Ovunque Lei fosse, quello era l’Eden».

una produzione Scena Verticale
liberamente tratto dall’omonimo romanzo di Mark Twain
con Elisabetta Raimondi Lucchetti e Davide Fasano; spazio scenico, disegno luci e regia Dario De Luca; assistenza alla regia Gianluca Vetromilo; costumi e oggetti di scena Rita Zangari; elementi scenografici e puppet Angelo Gallo – Teatro della Maruca; audio e luci Vincenzo Parisi.

teatro d’attore
50 minuti
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola per i quali è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione previa iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR. Gratuito per i docenti con prenotazione obbligatoria.

1_prenotazione_spettacolo_18_19

 

 vai a young_lenuvole_18_19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Feb
20
Mer
CAINO E ABELE @ Teatro dei Piccoli, Napoli

dai 9 anni, scuole primaria (ultimi anni) e secondarie di I e II grado

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per il tempo libero mercoledì 20 febbraio 2019 ore 17
    per la scuola: mercoledì 20 febbraio 2019 ore 9.30 e giovedì 21 febbraio 2019 ore 9.30 e 15

*spettacolo abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE con I.D.18654 Ddv/CAINO E ABELE
 incontro pre – visione martedì 12 febbraio ore 16.30/20.30 + incontro post – visione giovedì 28 febbraio ore 16.30/20.30

In questa storia antica, semplice e crudele, ritroviamo qualcosa di oggi. La raccontiamo priva dei suoi aspetti religiosi, prendendo dalla Bibbia e dal Corano i passaggi fondamentali di un intreccio topico, per arrivare ad una narrazione simbolica e contemporanea. Lo facciamo con la danza hip hop, una danza di strada, una street dance che mescola stili differenti e gioca con il ritmo. Accostiamo a questa danza grezza molte parole, alcune domande, tantissime immagini. Rubiamo all’Art Brut, all’arte primitiva e aborigena, al graffitismo americano, europeo, sudamericano, alla Pop Art.

Questa storia racconta di un vincitore e di un perdente. Caino e Abele si vogliono bene, perché sono fratelli e, come tutti i fratelli, giocano, combattono e si aiutano. Poi, come nella vita di tutti, arriva il giorno di una prova, una sfida, forse un rito che segna il loro passaggio all’età adulta. Vince Abele, Caino perde. Caino perde e non riesce ad accettare la sconfitta perché chi perde è il debole, l’escluso. Caino ha paura, il suo cuore e la sua mente si confondono. E così, la prima cosa che Caino pensa è uccidere il fratello. E lo fa. Compie un’azione violenta e irrimediabile e si dispera per sempre.

Questa storia ci serve perché ci fa ricordare. Ci permette di parlare di questo nostro mondo che ancora continua a non saper perdere, che non vuole perdere mai. La sconfitta non è ammessa, la paura nemmeno. E lo devi imparare subito, fin da piccolo. La risposta deve essere sempre violenta. Perché? Non ci sono altre possibilità? Altre soluzioni?

uno spettacolo di compagnia RODISIO/TAK Theater Liechtenstein
di Manuela Capece e Davide Doro; con Alberto Galluzzi e Emanuele Segre; prodotto in collaborazione con Festival Resistere e Creare (Genova) /Fuori Luogo Auditorium Dialma Ruggiero (La Spezia); un ringraziamento a Balletto Civile e Trickster-p

teatro danza hip hop
50 minuti
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola per i quali è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione previa iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR. Gratuito per i docenti con prenotazione obbligatoria.


galleria fotografica

video

1_prenotazione_spettacolo_18_19

 vai a young_lenuvole_18_19

Feb
23
Sab
Racconto alla rovescia @ Teatro dei Piccoli

dai 3 agli 8 anni, scuola dell’infanzia e primaria (primi anni)

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per il tempo libero sabato 23 febbraio 2019 ore 11
    per la scuola venerdì 22 febbraio 2019 ore 9.30 e 11.30 

*spettacolo abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE con I.D.19027 Ddv/RACCONTO ALLA ROVESCIA
 incontro pre – visione mercoledì 13 febbraio ore 16.30/20.30 + incontro post – visione venerdì 1 marzo ore 16.30/20.30

Perché fai un conto alla rovescia?
Lo faccio per fare un tuffo nel mare, per partire in una gara di corsa, per spegnere le candeline sulla torta, per aprire i regali a Natale, per stappare lo spumante a fine anno, perché ho finito di aspettare. Il conto alla rovescia è la fine di un’attesa.

L’attesa è tutta la vita che c’è tra un conto alla rovescia e l’altro. Claudio Milani ci svela la vita come un succedersi di attese, ovvero di tanti conti alla rovescia. E per rappresentarla in scena crea una storia che diventa un racconto alla rovescia.

Un percorso di ricerca sulla fiaba, con nuovi linguaggi narrativi e scenici adatti e necessari, per parole e contenuti, a un pubblico di piccoli spettatori. La storia è animata da innovativi sistemi tecnici e da musiche originali che miscelano elettronica e sinfonica. Arturo incontra la Morte. E la Morte gli consegna 7 doni. Per ogni dono c’è un conto alla rovescia. In ogni conto alla rovescia c’è qualcosa da imparare per diventare più grandi. E Arturo lo sa.
Per questo apre tutti i doni: per scoprire tutte le meraviglie che nella sua vita sono state frutto di una attesa e per arrivare a contare, alla fine, non più alla rovescia.

una produzione Momom
testo e regia Claudio Milani; musiche originali Andrea Bernasconi, Emanuele Lo Porto, Debora Chiantella; scenografie Elisabetta Viganò, Armando Milani; progettazione elettronica Marco Trapanese; luci Fulvio Melli; fotografie di scena Paolo Luppino; telo Monica Molteni

teatro di narrazione
60 minuti
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola per i quali è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione previa iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR. Gratuito per i docenti con prenotazione obbligatoria.

1_prenotazione_spettacolo_18_19

 vai a young_lenuvole_18_19

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mar
13
Mer
OPERASTRACCI o dell’educazione sentimentale @ Teatro dei Piccoli, Napoli
Mar [email protected]:30–15:00

dai 9 anni, scuole primaria (ultimi anni) e secondarie di I e II grado

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: mercoledì 13 marzo 2019 ore 9.30 e 15
    per il tempo libero: mercoledì 13 marzo 2019 ore 17

    *spettacolo abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE  I.D.19028 Ddv/OPERASTRACCI
     incontro pre – visione mercoledì 6 marzo ore 16.30/20.30 + incontro post – visione martedì 26 marzo ore 16.30/20.30

Sulla base di quali modelli comportamentali e culturali i ragazzi vivono il proprio rapporto con i sentimenti? Quanto, nella loro quotidianità, incidono modelli fondati sul narcisismo, l’egoismo e talvolta la violenza? OPERASTRACCI è uno spettacolo sui sentimenti, un tentativo di raccontare il naturale rapporto con le emozioni e con il corpo che cambia: quadri teatrali che, pur senza parole e con l’aiuto delle più famose arie d’opera, mettono in scena quel complesso viaggio di crescita che è la vita.

Nello spazio scenico simile ad un ring, una montagna di stracci, grazie agli attori, diventa veli, palloni, guantoni, pance, e addirittura bambole/marionette che si fanno carico di sentimenti forti come la tenerezza, il ricordo e l’elaborazione della perdita.
Le arie del melodramma, sorreggono le atmosfere, le emozioni e persino i giochi, con la misteriosa magia con cui una voce lirica riesce sempre a coinvolgere chi l’ascolta.
Occorrono 30 metri di stoffa per confezionare una sola delle marionette che nascono dalle mani degli attori sotto la vista degli spettatori. Ci vuole un’ora per tentare di raccontare i sentimenti di due ragazzi e il mistero dei legami, degli affetti.
Dalla storia dell’arte al melodramma, dalla danza al teatro di figura e all’antica tecnica giapponese del Bunraku, uno spettacolo evocativo che attraversa i linguaggi delle arti e fa risuonare i vissuti quotidiani inquadrandoli in un contesto “altro” che, nella distanza, rende possibile affrontare temi delicati come i sentimenti, sempre più necessari ad una generazione digitale.

uno spettacolo di Koreja – Centro di produzione teatrale | da un’idea di Enzo Toma e Silvia Ricciardelli
| con Anna Chiara Ingrosso, Emanuela Pisicchio, Fabio Zullino | regia, drammaturgia e costumi Enzo Toma 
| scenografia e luci Lucio Diana
| cura della messa in scena Silvia Ricciardelli
| scene realizzate da Mario Daniele
| cura Tecnica Alessandro Cardinale |
sarta di Scena Angela Chezzi
| cura della produzione Laura Scorrano

teatro danza, d’attore e di figura
50 minuti
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola per i quali è previsto il rilascio dell’attestato di partecipazione previa iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR. Gratuito per i docenti con prenotazione obbligatoria.

galleria fotografica

video

1_prenotazione_spettacolo_18_19

vai a young_lenuvole_18_19

OPERASTRACCI o dell’educazione sentimentale @ Teatro dei Piccoli, Napoli

dai 9 anni

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: mercoledì 13 marzo 2019 ore 9.30 e 15
    per il tempo libero: mercoledì 13 marzo 2019 ore 17

Sulla base di quali modelli comportamentali e culturali i ragazzi vivono il proprio rapporto con i sentimenti? Quanto, nella loro quotidianità, incidono modelli fondati sul narcisismo, l’egoismo e talvolta la violenza? OPERASTRACCI è uno spettacolo sui sentimenti, un tentativo di raccontare il naturale rapporto con le emozioni e con il corpo che cambia: quadri teatrali che, pur senza parole e con l’aiuto delle più famose arie d’opera, mettono in scena quel complesso viaggio di crescita che è la vita.

Nello spazio scenico simile ad un ring, una montagna di stracci, grazie agli attori, diventa veli, palloni, guantoni, pance, e addirittura bambole/marionette che si fanno carico di sentimenti forti come la tenerezza, il ricordo e l’elaborazione della perdita.
Le arie del melodramma, sorreggono le atmosfere, le emozioni e persino i giochi, con la misteriosa magia con cui una voce lirica riesce sempre a coinvolgere chi l’ascolta.
Occorrono 30 metri di stoffa per confezionare una sola delle marionette che nascono dalle mani degli attori sotto la vista degli spettatori. Ci vuole un’ora per tentare di raccontare i sentimenti di due ragazzi e il mistero dei legami, degli affetti.
Dalla storia dell’arte al melodramma, dalla danza al teatro di figura e all’antica tecnica giapponese del Bunraku, uno spettacolo evocativo che attraversa i linguaggi delle arti e fa risuonare i vissuti quotidiani inquadrandoli in un contesto “altro” che, nella distanza, rende possibile affrontare temi delicati come i sentimenti, sempre più necessari ad una generazione digitale.

uno spettacolo di Koreja – Centro di produzione teatrale | da un’idea di Enzo Toma e Silvia Ricciardelli
| con Anna Chiara Ingrosso, Emanuela Pisicchio, Fabio Zullino | regia, drammaturgia e costumi Enzo Toma 
| scenografia e luci Lucio Diana
| cura della messa in scena Silvia Ricciardelli
| scene realizzate da Mario Daniele
| cura Tecnica Alessandro Cardinale |
sarta di Scena Angela Chezzi
| cura della produzione Laura Scorrano

teatro danza, d’attore e di figura
50 minuti

galleria fotografica

video

 card LIBERI TUTTI a 5 ingressi (€ 35) o a 10 ingressi (€ 60) a scelta tra tutti i titoli per il tempo libero del cartellone teatrale YOUNG (prenotazione e preacquisto obbligatorio a Le Nuvole) e riduzioni sulle altre rassegne al Teatro dei Piccoli, nei musei e siti archeologici, sala Assoli e Teatro Karol.

vai a young_lenuvole_18_19