Co_scienze. Modalità innovative per comunicare la scienza (e non solo)

Co_scienze. Modalità innovative per comunicare la scienza (e non solo)
Corso di formazione riconosciuto dal Miur – Iscrizione obbligatoria su piattaforma S.O.F.I.A./MIUR_I.D. 9284 – chiusura iscrizioni 17.01.2018*

Perché formarsi alla comunicazione della scienza?
La società vive oggi un clima di costanti cambiamenti che interessano vari campi del sapere, ma in particolare quelli attinenti alla sfera scientifica e tecnologica. Per fare scelte di vita e di carriera informate tutti noi abbiamo bisogno di comprenderli e di comprendere l’impatto che avranno sulla nostra esistenza.
CO_scienze è un progetto di formazione ed aggiornamento per i docenti di ogni ordine e grado per indagare insieme il mondo delle due culture attraverso la trasversalità delle competenze (scientifica ed umanistica) e con diverse modalità di racconto (dal gioco allo storytelling, dal laboratorio allo spazio all’interno di una nuvola, dalla modellazione alle news provocatorie) per rendere la scienza più prontamente accessibile e comprensibile.
In questo modo CO_scienze si configura come un luogo immateriale-materiale per lo scambio di idee tra i diversi mondi che si occupano di insegnamento.
Immateriale perchè il percorso di formazione e aggiornamento per i docenti intende costruire una rete di saperi e metodologie, materiale perché, durante gli incontri, vengono immaginate, pensate e progettate (insieme docenti e formatori) delle attività che possono essere portate in classe.

INFO UTILI

  • destinatari: docenti di scuole di ogni ordine e grado (prenotazione obbligatoria*)
  • durata: 6 incontri di 4 ore ciascuno
  • date: giovedì 18 gennaio | giovedì 25 gennaio | giovedì 1 febbraio | giovedì 8 febbraio | giovedì 15 febbraio | giovedì 22 febbraio  
  • sede di realizzazione: Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Salita Moiariello 16, 80131 Napoli
  • costi e modalità di pagamento: gratuito
  • dettagli sul calendario attività: il percorso di formazione è composto da 6 incontri di 4 ore ciascuno (ai quali si può partecipare singolarmente o nella loro totalità) ed è previsto il rilascio di certificati a seguito di iscrizione alla piattaforma SOFIA in forza dell’accreditamento de Le Nuvole presso il MIUR quale ente di formazione per il personale della scuola. Gli incontri, ognuno della durata di 4 ore, saranno strutturati secondo tale schema: 18.01.2018  – Tolemaici o copernicani Quanti scuole in una scuola? Una, nessuna e centomila! 25.01.2018 Il gioco – Spazio Vitale Il gioco come strumento efficace. E’ permesso giocare nella scuola? E se la scuola stessa fosse un gioco! 01.02.2018 Modellare la scienza – Simbiosi Vietato non toccare. Tutto a portata di mano, mondo vegetale e mondo animale 08.02.2018 Le news provocatorie – Play decide E se la scuola fosse provocante? Meglio avere un agente per queste situazioni! 15.02.2018 Raccontare nello spazio – Nuvola Tra pioggia e nascita. E se in una nuvola potessimo raccontare tutte le storie che vogliamo? 22.02.2018 Unica materia Quanti Galileo Galilei esistono? Uno scrittore, un filosofo ed uno scienziato? O è sempre la stessa persona?
  • Per avere diritto all’ATTESTATO DI PARTECIPAZIONE
    ISCRIZIONE OBBLIGATORIA sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola in forza dell’accreditamento al MIUR di Le Nuvole come ente di formazione. È previsto l’esonero dall’obbligo del servizio. Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo ed esclusivamente agli iscritti su piattaforma S.O.F.I.A. MIUR

 CO_scienze.Corso di Formazione ID9284

Contatti Le Nuvole Scienza 081 2395666 – 345 4885798 – [email protected]

PROGETTI DI COMUNICAZIONE INNOVATIVA DELLA SCIENZA

le nuvole SCIENZA progetti di comunicazione innovativa della scienza… per vedere facili le cose difficili
ideazione, progettazione e realizzazione a cura dei comunicatori scientifici de Le Nuvole

LABORATORI DIDATTICI

  • Usare la matematica ogni giorno, farlo con successo e potersi vantare di non averci capito mai nulla! Andare a passeggio, costruire un mosaico, proteggere i propri account mail e social è possibile grazie all’inconsapevole uso dei numeri. Diamo i numeri ogni giorno e non ce ne accorgiamo forse perché il nostro stesso corpo è pieno di sezioni auree e numeri di Fibonacci! Tra giochi, misure, proiezioni partiremo alla scoperta dei numeri (e del mondo) intorno a noi.
    • IN GIRO PER I CASTELLI DI NAPOLI – TUTTE LE STRADE PORTANO A CASTEL DELL’OVO? Teoria dei grafi – Eulero – Colori per carte geogra che – Torre di Hanoi [età consigliata 10/18 anni, durata 75 minuti]
    • TASSELLATURA E MOSAICI – IN COSA SI ASSOMIGLIANO UN ALVEARE, L’OPUS RETICULATUM E UN MOSAICO? Bolle di sapone – Super ci minime – Frattali – Simmetria [età consigliata 10/18 anni, durata 75 minuti]
    • SEI UNA PERSONA QUADRATA? – QUANDO LA PERFEZIONE NON È NEL CERCHIO! antropometria, Fidia, Leonardo da Vinci, Le Corbusier, design industriale, moda, ergonomia e demotica [età consigliata 8/18 anni, durata 75 minuti]

  • Chi l’ha detto che tra Scienza e Arte non c’è dialogo? Non dimentichiamo che molti artisti, soprattutto nel Rinascimento, sono stati anche scienziati e matematici. La scienza e l’arte possono camminare sotto braccio, come una coppia di innamorati mai stanchi. Nascono così un viaggio di esplorazione del corpo umano nell’arte e un’indagine geometrica di quadri e sculture.
    • UN CORPO. INFINITE MISURE – DA VITRUVIO A BOTERO PASSANDO PER LEONARDO Corpo Umano, Arte, Leonardo, Botero, Misure, Proporzioni, Bronzi di Riace, Giorgio de Chirico, Pablo Picasso, Body Art [età consigliata 6/18 anni, durata 75 minuti]
    • RIGA E COMPASSO, ALTRO CHE PENNELLO! – GEOMETRIA CON L’ARTE Geometria, Arte, Astrattismo, Geometria, Klee, Mondrian, Kandiskij, Picasso [età consigliata 6/10 anni, durata 75 minuti]

  • Materia
    • DETECTIVE PER UN GIORNO – UN ASSASSINO SMASCHERATO DALLA SCIENZA Microscopio, pH, Proteine, Impronte digitali, Raggi UV [età consigliata 11/18 anni, durata 75 minuti]
    • CHIMICAMICANDO – IL GIOCO DELLA CHIMICA Modelli atomici/molecolari, Giochi con atomi e molecole, Stati della materia, Elettrizzazione di corpi, Miscugli e soluzioni, Carbonio in varie forme, Nanostrutture. [età consigliata 8/18 anni, durata 75 minuti]
    • MA COME SEI ACIDO! – REAZIONE, PH E…PICCOLI CHIMICI Chimica, reazioni, pH, cartine tornasole, acetato di sodio, CO2, Ossigeno [età consigliata 7/13 anni, durata 75 minuti]
    • AI FORNELLI COME IN LABORATORIO – LA CHIMICA DELLE RICETTE Emulsione, Idrofobo, Idro lo, pH, ingredienti. [età consigliata 8/18 anni, durata 75 minuti]
    • ONDA O PARTICELLA. DI COSA È FATTA LA LUCE Onda, particelle, Ondicella di Morlet e Grossman, Spazio, Tempo, Newton, inteferenza di Young, Diffrazione Huygens-Fresnel [età consigliata 14/18 anni, durata 75 minuti]

  • Viventi
    • COSÌ PICCOLO NON LO AVETE MAI VISTO – CORPO UMANO AL MICROSCOPIO Corpo umano, Cellule, Tessuti animali e vegetali, Microscopio [età consigliata 8/13 anni, durata 75 minuti]
    • LA SECONDA VITA DEGLI OGGETTI – LABORATORIO DI RIUSO CREATIVO Salvaguardia ambiente, Inquinamento, Raccolta differenziata, Riciclo, Riuso, Creatività. [età consigliata 6/10 anni, durata 75 minuti]
    • LA NATURA È MOLTO CREATIVA…FACCIAMOCI ISPIRARE – LABORATORIO DI BOTANICA E DISEGNO NATURALISTICO Botanica, Classificazione, Linneo, Disegno naturalistico [età consigliata 8/13 anni, durata 75 minuti]

 

VISITE GUIDATE ALLO SCIENCE CENTRE DI NAPOLI
I percorsi di visita, adeguati nei contenuti e nelle modalità di comunicazione, si rivolgono agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado. È possibile prenotare visite in italiano e inglese.

PROGETTAZIONE PARTECIPATA CON GLI INSEGNANTI
Rivolta ad istituti scolastici di ogni ordine e grado che intendono intraprendere percorsi didattici innovativi e nalizzati all’acquisizione di competenze. Musealizzare un istituto scolastico, realizzare un open-day che sia un festival della scienza, allestire spazi laboratoriali, costruire racconti di scienza…questo ed altro è possibile progettare insieme, docenti e comunicatori della scienza.

info e prenotazioni [email protected] 081 2428518 – feriali 9/17

Le Nuvole con SPAZIO VITALE alla XXX ed. Futuro Remoto 2016

Con una grande novità Le Nuvole vi attendono per entrare insieme nello SPAZIO VITALE, allestito nel dome Odissea nello Spazio all’interno della XXX edizione di Futuro Remoto organizzata in Piazza del Plebiscito, Napoli.
Bambini e ragazzi (dai 7 anni) potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale di gioco-racconto scientifico – ideato e realizzato da Mariangela d’Aquino, Gianluca Pacca, Massimo Ruccio, Nadia Santafede – incentrato sulla nascita della vita sul pianeta Terra e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo. Guidati dai comunicatori scientifici de Le Nuvole i partecipanti saranno catapultati nella galassia, alla scoperta di microbi mutanti, esopianeti e molecole vitali grazie all’ausilio di microscopi, esperimenti ed un affascinante gioco di ruolo.
Appuntamento sabato 8 ottobre alle ore 16, 18, 20 e domenica 9 ottobre alle ore 11, 13, 16, 18, 20, per le scuole anche nella giornata di lunedì 10 ottobre, solo su prenotazione all’ingresso del dome Odissea nello Spazio.

spazio-vitale_le-nuvole_1 spazio-vitale_le-nuvole_2 spazio-vitale_le-nuvole_3

Il salotto scientifico nello SPAZIO VITALE si arricchirà nella giornata di domenica 9 ottobre di due cari ospiti: Arianna Ricchiuti e Domenico D’Alelio, vincitori della selezione Napoli della scorsa edizione diFamelab Italia il talent show internazionale della scienza e partecipanti alla Finale Nazionale tenutasi a Roma il 4 maggio 2016 all’Agenzia Spaziale Italiana, dove la Ricchiuti si è classificata terza.

Da allora, a soli 21 anni, Arianna Ricchiuti, studentessa in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, ha girato l’Italia e l’Europa proponendo insolite ed appassionate presentazioni su Panspermia e Litopanspermia. Sempre originale nei suoi interventi anche Domenico D’Alelio, ricercatore fra l’altro presso la Stazione Zoologica di Napoli Anton Dohrn, che è in continua esplorazione di nuovi strumenti di comunicazione della scienza dal rap alle passeggiate in bicicletta per informare e sensibilizzare sul tema dell’Ecologia.

Le Nuvole, dopo Futuro Remoto, saranno ancora in campo per divulgare la scienza partecipando a tre appuntamenti importanti nel resto d’Italia: il 12 ottobre a Padova, nell’ambito di KIDS UNIVERSITY, Massimo Ruccio animerà lo storytelling SIETE TOLEMAICI O COPERNICANI?; lunedì 17 ottobre a Bolzanopresso l’EURAC Accademia Europea saranno ospiti all’evento inaugurale di suBZero Storie di Scienza, in collaborazione con Intendenza Scolastica di Bolzano e eXperiscuola-IC Bolzano 2,  dove si presenterà un nuovo format per comunicare, divulgare e sviluppare cultura e narrazione della Scienza dentro e fuori la scuola nato da un’idea de Le Nuvole e infine, dal 28 ottobre al 1 novembre, ci trasferiremo al Festival della Scienza di Genova per portare lo spettacolo installazione NUVOLA D’ACQUA E D’ARIA al Museo Luzzati e all’Ospedale Pediatrico Gaslini.

 

Napoli è terza alla Finale Nazionale del Famelab 2016 grazie ad ARIANNA RICCHIUTI

E’ arrivata terza alla finale nazionale del talent show della scienza internazionale Famelab 2016, svoltasi la mattina del 4 maggio 2016 all’Agenzia Spaziale Italiana, ARIANNA RICCHIUTI che il 20 marzo scorso ha vinto la selezione locale del Famelab organizzata a Napoli da Le Nuvole al Galilei 104 a Città della Scienza.

Arianna Ricchiuti è studentessa in Scienze Biologiche presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro” e ha raggiunto questo straordinario risultato a soli 21 anni e con un intervento  – rigorosamente in 3 minuti come competizione vuole – su Panspermia e Litopanspermia appassionato ed emozionante.

Finale Famelab Italia 2016

Finale Famelab Italia 2016 – Arianna Ricchiuti

Domenico D’Alelio, altro finalista da Napoli, ha stupito tutti con un coinvolgente rap sul tema dell’Ecologia che – siamo certi – ha raccolto moltissimi consensi fra il pubblico dei giovanissimi presenti in sala e aprirà nuovi e inesplorati orizzonti nel mondo della comunicazione della scienza.

Finale Famelab Italia 2016

Finale Famelab Italia 2016 – Domenico D’Alelio

Primo classificato  e vincitore è stato Lorenzo Pizzuti dalla selezione di Trieste mentre Maria Rachele Ceccarini da Perugia ha ottenuto il premio del pubblico.

Ricordiamo che Famelab è promosso dal *British Council* con il coordinamento Italia di *Psiquadro* e *Le Nuvole* referenti unici Sud Italia.

L’avventura di Arianna e Domenico è finita qui ma con ancora più forte il desiderio di specializzarsi e promuovere occasioni di comunicazione non convenzionale della scienza.
A Lorenzo Pizzuti il compito ora di rappresentare l’Italia alla finalissima internazionale al Cheltenham Science Festival*, nel Regno Unito mentre per tutti gli altri aspiranti famelaber l’appunatamento è al Famelab 2017…stay tuned!

Altre info, foto e video su www.famelab-italy.it.

I vincitori di Famelab 2015 a Napoli

L’esigenza di eventi di comunicazione (teatrale e non) della scienza nasce dal piacere di esplorare nuovi metodi di conoscenza, proposte pedagogiche sperimentali, in cui il linguaggio è una rielaborazione creativa del sapere della scienza mentre l’emozione della scoperta regala divertimento” con questo messaggio Salvatore Fruguglietti, referente per Le Nuvole del progetto Co_scienze, che sistemizza le attività di comunicatori della scienza, Com_unica – scuola di comunicazione della scienza, un premio di drammaturgia scientifica, una collana editoriale e diverse rassegne di teatro e scienza, ha introdotto al pubblico presente al Galilei 104 a Città della Scienza nella sera del 13 marzo 2015 l’appuntamento con le selezioni a Napoli edizione 2015 di FAMELAB il talent show della scienza promosso dal British Council, l’ente culturale britannico, e coordinato in Italia dai perugini Psiquadro.

Alla giuria composta dal Prof. Danilo Russo, del Laboratorio di Ecologia Applicata del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, da Guglielmo Maglio, naturalista e responsabile aree espositive di Corporea di Città della Scienza, da Roberto Paura cofondatore e presidente dell’IIF (Italian Institute for the Future), da Giovanni Petrone, presidente di Le Nuvole, e Davide Gambocci, vincitore Famelab selezione Napoli 2014, è stato affidato il compito di individuare il primo ed il secondo classificato che parteciperanno alla Finale Nazionale del 9 maggio a Milano dove sarà designato il campione italiano che volerà alla finale internazionale durante il Cheltenham Science Festival, nel Regno Unito nella prima settimana di giugno.

Sul palcoscenico del FAMELAB NAPOLI sono risultati vincitori: MARCO MASSA, primo classificato, laureato triennale alla facoltà di matematica dell’Università di Napoli “Federico II” e LIBERATO PIZZA, secondo classificato, impegnato in un dottorato in fisica all’Università di Pisa. Massa ha presentato un primo intervento improntato sulla “Teoria dei giochi” ed un secondo dal titolo “Perturbazioni nelle previsioni” diversamente Liberato Pizza ha proposto due presentazioni basate sulla “Teoria delle gravità”.

Nonostante siano state numerose le richieste di candidatura pervenute, da studenti di facoltà scientifiche e non solo, ancora un po’ di diffidenza va superata nei confronti di questi primi esperimenti di talent nel mondo della comunicazione della scienza” – conclude Fruguglietti “Saremo, per questo, ancora più motivati nel metterci subito al lavoro per l’edizione 2016 delle selezioni Napoli del Famelab. L’appuntamento con Marco Massa e Liberato Pizza è a Milano, per tutti gli altri aspiranti comunicatori della scienza invece è nella primavera del prossimo anno. Noi li aspettiamo!”.

Guarda la galleria fotografica della serata del  13 marzo 2015 al Galilei 104 e i video delle performance di Marco Massa e Liberato Pizza.