Ma che bella differenza

dai 9 anni, scuole primaria (secondo ciclo) e secondaria I grado
> al Teatro Diana, Salerno: mercoledì 17 febbraio ore 10

Migrazioni, tensioni internazionali, scambi di immagini e di idee disegnano nuovi scenari. Mentre alcune barriere sembrano crollare, si assiste al nascere di confini e divisioni sempre nuovi. Parole come “cultura”, “etnia”, “identità” riempiono sempre più, e sempre più spesso a sproposito, i discorsi dei politici e le colonne dei giornali. L’uso e l’abuso, spesso strumentale, di questi concetti rischia di far apparire le culture come strutture monolitiche e immutabili. E così togliere il crocifisso dalle scuole, battersi in favore di regionalismi o contro l’immigrazione non dà conto di conflitti culturali, ma di costruzioni ideologiche, manipolazioni politiche che finiscono per diventare opinioni diffuse e condivise.
Quale messaggio arriva ai più piccoli? Che futuro li aspetta? Dall’analisi di Marco Aime, fine e curioso antropologo, nasce un percorso di conoscenza e di informazione sulla diversità dedicato ai più piccoli, futuri cittadini e protagonisti del domani. Un monologo che attraverso storie di paesi vicini e lontani farà comprendere e accettare l’importanza della diversità, vivendola come un arricchimento e un valore aggiunto anziché un elemento di paura e diffidenza.

uno spettacolo di Teatro dell’Archivolto – Genova
tratto da “Che bella differenza” di Marco Aime; drammaturgia e regia Giorgio Scaramuzzino; con Giorgio Scaramuzzino.

spettacolo conferenza
60 minuti

 1_ma che bella differenza_Salernoma che bella differenza_didattica

galleria fotografica

video promo

Storia d’amore e alberi

Un piccolo uomo dal passo da pinguino entra in sala, si aggira nello spazio, chiede conferma a chiunque incontri che lì troverà dei ragazzi, che quello è un teatro, una scuola, un festival, una piazza. E’ un po’ confuso e soprattutto sporco. Ha una valigia recuperata chissà dove, tenuta insieme da spago. E ricordi. Un barbone, verrebbe da pensare. Eppure quando parla sa essere molto tenero, e ti vien voglia di ascoltarlo, tanto sembra indifeso e bisognoso di aiuto. Ma chi è? Quando la sala è definitivamente piena, guarda i bambini, tira un grosso sospiro e insieme alla sua valigia e alla sua strana andatura va in proscenio. E’ evidentemente emozionato: vorrebbe parlare ma ha paura. Non trova il coraggio di iniziare. Poi, finalmente, attacca e racconta, racconta, racconta… racconta di nuvole perdute, cieli e montagne, ma soprattutto racconta di un grande uomo, piccolo giardiniere di Dio, della sua poetica resistenza e della sua ostinata generosità. Racconta dell’uomo che piantava gli alberi.
STORIA D’AMORE E ALBERI è liberamente ispirata al Romanzo di Jean Giono, L’UOMO CHE PIANTAVA GLI ALBERI, un piccolo libro del 1980 diventato nel tempo un libro simbolo per la difesa della natura e l’impegno civile, un messaggio d’amore per l’albero e il suo valore universale.

uno spettacolo di Thalassia – Brindisi
di Francesco Niccolini; con Luigi D’Elia; regia Francesco Niccolini e Luigi D’Elia; scene Luigi D’Elia con l’amichevole collaborazione di Enzo Toma luci Paolo Mongelli

 

teatro d’attore
60 minuti
scuola primaria e secondaria I grado

1_Storia d’amore e alberi_approfondimentoStoria d’amore e alberi_didattica

galleria fotografica

video promo

ESPLOSIONE NAPOLETANA

giovedì 24 ore 15, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

5C primaria – IC Madonna Assunta, Napoli
ESPLOSIONE NAPOLETANA
docenti Daniela Grasso, Giuditta Astronomo, Luisa Fragiello, Anna Esposito

Un percorso della città di Napoli attraverso mestieri, leggende, passione, storia, comicità…

Un viaggio nel tempo partenopeo dove è possibile incontrare anche personaggi come Goethe… Matilde Serao…. Caravaggio…
€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

JE SO’ PAZZO

venerdì 25 ore 10, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

3F secondaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli
JE SO’ PAZZO
docenti Maria Quintieri, Anna Monaco, Gianni Cianci

Per i ragazzi, la sfida o addirittura in alcuni casi la “follia” è potersi sognare, desiderare altro da ciò che si è. Il percorso che insieme si è deciso di seguire è stato quello di ispirarsi e prendere coraggio dalle gesta di giovani adolescenti che nella letteratura e nella vita reale hanno sfidato e osato guardando sempre in alto, verso le stelle, de-siderando. E chi meglio di uno, mille Don Chisciotte a guidare questa caotica ma saggia banda di sognatori?

Dedica: A ciascuno che cresce solo se sognato.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

VORREI…IO MI SENTO FORTUNATO

venerdì 25 ore 10, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

2Q secondaria – S.S.S. I grado Diano, Pozzuoli
VORREI…, IO MI SENTO FORTUNATO
docenti Margherita Buono, Maria Francesca Daniele, Angela Di Bonito, Laura Novelli, Angela Sepe

Che cosa vorrei …? Tante storie per raccontare il disagio, il bullismo, la violenza, la diversità ma tante parole per sottolineare l’importanza della tolleranza e dell’accoglienza. Lo spettacolo illustra attraverso il linguaggio verbale e non verbale delle piccole storie con monologhi e riflessioni sulla pace, la guerra, l’amicizia e il superamento del bullismo e dell’omologazione che spesso il gruppo dei pari richiede. Il pensiero finale dei ragazzi e delle ragazze risulta positivo e “ …alla fine del giorno si sentono fortunati ! “

Dedicato a tutte le persone speciali e per un mondo arcobaleno

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

A ME MI…LE FIABE INSEGNANO A VOLARE

venerdì 25 ore 10, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

1I secondaria – S.S.S. I grado Diano, Pozzuoli
A ME MI … LE FIABE INSEGNANO A VOLARE
docenti Margherita Buono, Maria Teresa Conte, Maria Luisa Di Guida, Loredana Dell’Isola, Anna De Matteis, Ermelinda Massa, Laura Novelli, Silvana Sellitto

La fiaba: compagna affettuosa, ma severa, spaventosa, ma rassicurante, incredibile…ma così bella da far sognare e immaginare di rivivere fantastiche avventure! Lo spettacolo vuole comunicare tutte le emozioni e gli insegnamenti che le fiabe hanno trasmesso ai piccoli attori. Da momento felice, in cui la mamma ed il papà raccontano, a momento di spavento e solitudine, quando si comincia a leggere da soli…Ma, crescendo, si comprende l’insegnamento che esse ci comunicano: “Sii buono e verrai premiato” “Abbi costanza e vincerai su tutto” “Affronta il dolore e diverrai più forte!”… Così, questo insegnamento, viene portato in scena. Con le fiabe si inizia a prendere il volo e a diventare grandi, con la certezza che, credendo in se stessi si possa superare ogni ostacolo.

Dedicato alle mamme e ai papà che credono ancora nei sogni.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

IO TI S-BOCCIO

venerdì 25 ore 15, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

2A secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli
IO TI S-BOCCIO
docente Giuseppina Minieri

Sorrisi, pianti, gioia, rabbia, complicità, solitudine, appoggio, sconforto, tristezza, felicità…tutto questo è l’amicizia: un prato immenso dove si incontrano e si scontrano anime che resteranno legate per sempre, nella vita o nei ricordi.
Chi è un amico? È colui che ti mette davanti alla bellezza della differenza, che ti insegna a credere in te stesso, che ti prende per mano e ti aiuta a sbocciare.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

PINOCCHIO, IL BAMBINO BURATTINO

venerdì 25 ore 15, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

1AB secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli
PINOCCHIO, IL BAMBINO BURATTINO
docenti Ciro Di Lauro, Patrizia Argo, Maria Ceruolo, Carmela Filo, Angelo ManniniC’era una volta… C’era una volta un pezzo di legno. Il pezzo di legno… iniziò a parlare, a camminare, a guardare, a vedere, a giocare, ad esplorare e sperimentare, ad amare ed essere amato……. La nostra rappresentazione coglie alcuni aspetti del percorso che Pinocchio deve affrontare nelle mani di piccoli e grandi manipolatori, nelle mani di disonesti affabulatori, nelle mani di ……. chiunque lo renda un burattino, perché lui è e vuole essere un bambino.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

[email protected]

venerdì 25 ore 15, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

5E primaria – IC Madonna Assunta, Napoli
[email protected]
docenti Marina Pescarolo, Maria Gabriella Pennino, Paola de Tullio
Le medie sono punti interrogativi … non sai cosa ti aspetta … un’avventura da vivere, un cammino infernale … le paure sono tante ma le anime non si possono fermare nell’inferno … devono andare avanti … ognuno per la sua strada.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it

NON E’ VERO, MA CI CREDO

giovedì 24 ore 15, Teatro dei Piccoli (Napoli)
nell’ambito della rassegna di teatro fatto dai ragazzi Teatro Scuola Vedere Fare, un progetto ideato e realizzato da Le Nuvole e AGITA 

5D primaria – IC Madonna Assunta, Napoli
NON È VERO, MA CI CREDO
docenti Maria Rosaria Fogliano, Maria Gabriella Lanzetta, Gabriella Scarpa

Storie, magie, scaramanzie… Napoli in tutte le sue bellezze, tradizioni e contraddizioni, senza limiti e senza finzioni.
Si ride, si piange, si ha paura, ci si meraviglia. Questa è la Napoli di ieri e anche di oggi. Nulla è cambiato….
Dedicato a chi ci crede ancoraP.S. adatto a adulti e bambini.

€3 a persona_apertura biglietteria 30 minuti prima dell’orario di inizio_prenotazione obbligatoria 0812395653 (feriali 9|17) e [email protected]

www.maggioallinfanzia.it