TREASURE ISLAND incontri con i docenti

presentazione spettacolo in lingua inglese_corso di formazione I.D. 4646 TREASURE ISLAND
evento riservato a docenti a cura di Le Nuvole e The Play Group

  • destinatari: docenti di scuola primaria e secondaria (I e II grado) – prenotazione consigliata*
  • data: martedì 7 novembre ore 17.00/20.00
  • durata: 3 ore
  • sede di realizzazione: Teatro dei Piccoli, viale Usodimare – Napoli.

Da 27 anni la compagnia teatrale The Play Group porta in scena spettacoli nelle scuole e nei teatri di tutta Europa usando la lingua inglese in modo dinamico e divertente. Amiamo lavorare con studenti di ogni grado scolastico: dalla primaria, ai licei fino alle università. Il teatro offre una nuova dimensione nell’insegnamento della lingua inglese in un contesto vivace e spontaneo in cui gli spettatori vengono costantemente coinvolti nell’azione e incoraggiati a partecipare. Per la stagione 2017/2018 il Play Group è orgoglioso di presentare “Treasure Island” basata sul romanzo di Robert Louis Stevenson. Grazie a un thriller avventuroso, avvincente e pittoresco presentato dal Play Group il pubblico viaggerà attraverso mari aperti fino a un’isola deserta insieme a un marinaio imbroglione, un pappagallo insolente e pirati affamati d’oro in cerca di un tesoro.

La famosa storia di Stevenson è l’esempio perfetto dell’eterno conflitto tra il bene e il male, la verità e l’inganno – temi sempre attuali!

Dopo lo spettacolo gli studenti saranno incoraggiati a discutere di ciò che hanno appena visto, a fare domande e usare la lingua inglese – senza timore! All’atto della prenotazione gli insegnanti riceveranno il materiale didattico con la trama, il lessico e un file audio per la pronuncia, esercizi, giochi e altro ancora …. per permettere ai propri studenti di godere al massimo dello spettacolo.

uno spettacolo di The Play Group – Gran Bretagna e Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – Napoli
adattamento del testo di The Play Group; regia Enzo Musicò – con Eddie Roberts, Simon Edmonds, Francesco Di Gennaro; costumi Carla Merone; scene Massimiliano Cocifoglia; direzione tecnica Gaetano di Maso.

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua inglese
60 minuti

Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola in forza dell’accreditamento al MIUR di Le Nuvole come ente di formazione. È previsto l’esonero dall’obbligo del servizio. Sarà rilasciato attestato di partecipazione solo ai docenti che effettueranno regolare iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR ricercando, dopo aver registrato l’accesso con propri username e password, il corso di formazione per titolo TREASURE ISLAND o codice I.D. 4646.

Lo spettacolo sarà disponibile per la scuola (dagli 8 anni) martedì 7, mercoledì 8 novembre, mercoledì 31 gennaio, giovedì 1, venerdì 2, lunedì 26, martedì 27 febbraio, lunedì 19, martedì 20, mercoledì 21 marzo, mercoledì 4, giovedì 5, venerdì 6, lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12, venerdì 13 aprile ore 9.30 e 11.30.
Venerdì 6 aprile 2018 ore 20.30 speciale serale

 scheda Treasure Island

 

Vesuvio by night

Visite guidate con spettacolo al Gran Cono al tramonto nel weekend dal 8 al 10 SETTEMBRE, tutti i giorni, il Parco Nazionale del Vesuvio ospita un grande appuntamento di CAMPANIA BY NIGHT a cura di SCABEC.

A partire dalle ore 17.30 (ultimo ingresso ore 18.30) i visitatori – muniti di regolare prenotazione e biglietto di ingresso (€15, €12 ridotto Campania>Artecard, gratuito fino a 18 anni) – potranno effettuare la salita al Gran Cono accompagnati da un operatore del Presidio Guide Vesuvio fino al punto piú alto e suggestivo del vulcano dove assisteranno allo spettacolo allestito dall’associazione Perla Etnica dal titolo “Selene ama Vesevo”.

Info biglietti e prenotazioni allo  800 600 601 (da estero e cellulari) e 081 19737256 o [email protected]

www.campaniabynight.it

NERONE E LE IMPERATRICI alla Villa di Poppea di Oplontis

spettacolo teatrale e storytelling alla Villa di Poppea nelle sere del 6, 7, 13, 14 settembre per Campania by night. 

“Intendo parlare di Nerone Claudio Cesare Augusto Germanico.

Nerone. Semplicemente.

Non intendo l’assassino. L’ incendiario. Non intendo il politico.

Intendo l’uomo Nerone. L’uomo che ama. Come un bambino. L’uomo che si incollerisce. Per un niente.”

Nella splendida Villa Imperiale di Oplontis si aggira Poppea Sabina seconda adorata moglie dell’imperatore Nerone. Si suppone che la Villa di Oplontis sia appartenuta a lei.

Il suo volto si nasconde dagli occhi indiscreti che vogliono sapere la verità, che vogliono ascoltare una storia dimenticata. Mai raccontata.
Nerone ama l’imperatrice. Ne è ossessionato.
In quanti modi si può gabbare un amante, con quanti mezzi si può aver ragione di lui!
A quante moine si ricorre, a quanti scatti d’ira, a quanti strilli!!! Bontà degli dei!
Una volta che l’innamorato ha bevuto alla coppa dell’amore e che la bevanda ha raggiunto il fondo del cuore, di colpo è finita per lui, per i suoi averi e per la sua reputazione.
Se poi, per caso, la bella muore, di parto o assassinata, l’amante è perduto due volte: nel suo cuore e nei suoi capricci.
Che chiedono ancora di lei.
Che la pretendono viva. Al cospetto della morte.
Nerone ordina che Poppea riviva!
A qualunque costo.

Lo spettacolo è una produzione Casa del Contemporaneo/Le Nuvole

testo e regia Rosario Sparno;

con Raffaele Ausiello, Viviana Cangiano, Luca Iervolino, Serena Pisa, Antonella Romano;

danzatori Sara Lupoli, Loris De Luna, Antonio Nicastro, Francesco Russo;

musica dal vivo Giufà Galati, Massimiliano Sacchi.

Coreografo Antonello Tudisco; costumi Alessandra Gaudioso; disegno luci Enrico de Capoa e Gaetano di Maso.

Assistente costumista Federica Gatto; assistenti tecnici Mario Plaitano, Dario Ragano, Mauro Varchetta.

Evento inserito in Campania by Night_Archeologia sotto le stelle a cura di Scabec in collaborazione con MIBACT.

In programma il 6, 7, 13, 14 settembre con inizio ore 19.45 (con tre turni di visita)_info biglietti (intero €12, ridotto Campania>Artecard €10, gratuito fino a 18 anni) e prenotazioni allo  800 600 601 (da estero e cellulari) e 081 19737256 o [email protected]

www.campaniabynight.it

 

 

DOMENICALMUSEO a S.Maria Capua Vetere

visite guidate all’Anfiteatro Campano e al Mitreo

Per #DomenicalMuseo, giornata in cui tutti i musei e le aree archeologiche statali saranno visitabili gratuitamente, sarà possibile partecipare alla visita guidata (al costo di € 5 cad. dai 12 anni, durata 90 minuti) che gli archeologi de Le Nuvole/Arte’m proporranno all’interno dell’Anfiteatro Campano e del Mitreo.

Anfiteatro campano e Museo dei gladiatori
Secondo solo al Colosseo per dimensioni, l’anfiteatro campano è uno degli esemplari meglio conservati, pertanto, è possibile comprendere il funzionamento della complessa struttura architettonica destinata al divertimento del popolo. Un’architettura, vera e propria macchina dei giochi, che organizza gli spazi sia in funzione del grande pubblico che la frequenta, prevedendone l’ingresso ordinato per settori, sia in funzione delle diverse tipologie di spettacoli che ospita, gabbie per animali e ingegnosi meccanismi per gli apparati scenografici, visibili nei sotterranei, molto ben conservati. Se è ancora da accertare l’origine campana dei giochi gladiatori, è certo invece che l’antica Capua era famosa per la sua scuola gladiatoria e che, proprio da qui, prese l’avvio uno dei più famosi episodi della storia antica: la rivolta di Spartaco.

Mitreo
Il culto del dio persiano Mitra si diffuse ampiamente nell’impero romano, anche nell’antica Capua, nel II-III secolo d.C., fu costruito un Mitreo, luogo di culto iniziatico riservato agli adepti, soprattutto militari e funzionari dello Stato. La galleria sotterranea conserva, in buono stato, il dipinto con il sacrificio rituale del toro sacro che lo stesso dio Mitra uccide alla presenza di altre figure e animali simbolici.

domenica 3 settembre ore 11_appuntamento in biglietteria dell’Anfiteatro 15 minuti prima dell’inizio.
La prenotazione è consigliata allo 08231831093 (giorni/orari di apertura del sito).
INFO a richiesta a [email protected] o 0812395653 (feriali 9>17)

La cantata della grecità con Moni Ovadia

La cantata della grecità. L’età dei miti senza età.
Nell’ambito di Teatri Antichi Nostri Contemporanei

Moni Ovadia, narratore e conoscitore delle civiltà e delle storie che dall’antico portano alla modernità, interpreta un testo “cucito” – con l’aiuto di Luciano Canfora, grande esperto di cultura classica – sul tema dei miti e degli eroi antichi.

Lo spettacolo parte dai testi classici e dalla loro rilettura contemporanea da parte del grande poeta greco Ghiannis Ritsos,uno degli autori maggiori del nostro Novecento, capace di dare una voce autentica, moderna e umanissima agli dei e agli eroi dell’antica Grecia. I protagonisti scelti da Moni Ovadia sono Elena, Agamennone e Crisotemi, la figlia di Agamennone e di Clitennestra. Grandi miti che hanno attraversato la letteratura classica per approdare alla nostra contemporaneità: il confronto tra i testi , le diverse sensibilità e lo spirito acuto dell’autore-attore ce li restituisce in maniera affascinante e brillante.I testi “classici” scelti da Luciano Canfora sono di Omero ed Euripide.

Sul palco insieme a Moni Ovadia ad eseguire musica dal vivo ci saranno Stefano Albarello (qanun), Dimitris Kotsiouros (bouzouki e baglamas), Paolo Rocca (clarinetto, clarinetto basso), ad anticipare l’arrivo in palcoscenico Orazio Cerino de Le Nuvole/Casa del Contemporaneo che si farà interprete di un breve racconto della storia del Parco Archeologico di Paestum.

Il progetto infatti vuole contribuire alla valorizzazione dei luoghi non solo con lo spettacolo ma anche favorendo la loro conoscenza storica e artistica.

Testo di Moni Ovadia e Luciano Canfora; con Moni Ovadia, musica dal vivo con Stefano Albarello qanun; Dimitris Kotsiouros bouzouki e baglamas; Paolo Rocca clarinetto, clarinetto basso; fonico Mauro Pagiaro. Progetto di QAccademy, realizzato in coproduzione con Corvino Produzioni. Consulenza artistica al progetto Roberto Andò. Mibact 2017

Evento inserito nella manifestazione PAESTUM BY NIGHT a cura di Parco Archeologico di Paestum e CAMPANIA BY NIGHT a cura di Scabec e la collaborazione de Le Nuvole/Casa del contemporaneo.

Partecipazione gratuita per i possessori del biglietto di ingresso al Parco Archeologico di Paestum (euro 11,00 biglietto integrato con apertura serale dalle 20 alle 24 – museo aperto fino alle 22). INFO 0812395653 o [email protected] (feriali 9>17).

scarica locandina rassegna teatri antichi

 

mmm…momenti di musica per monelli

12 performers, giovani musicisti breakdancers acrobati provenienti da 5 paesi europei – Gran Bretagna, Finlandia, Turchia, Romania e Italia – hanno incrociato le loro strade e hanno voluto costruire insieme un progetto di teatro danza con musica dal vivo che vuole coinvolgere in workshop interattivi bambini e ragazzi che vivono condizioni di disagio e isolamento culturale. Senza ricorrere alle parole, ma solo attraverso l’uso del corpo e dei suoni, dell’empatia delle emozioni e della musica.

Questo è BITE MY SKIPE, il progetto inserito in Europa Creativa, programma quadro dell’Unione Europea dedicato al settore culturale e creativo, che dal 2016 e fino al 2018 vedrà impegnati Flying Gorillas/UK, Fundatia Philadelphia Transylvania/Romania, Kulttuuriosuuskunta Kokemo/Finlandia, BTMuzikEvi/Turchia e Le Nuvole/Italia.

Dopo una piccola apparizione al Summer Scampia Jam sabato 1 luglio, ecco il programma degli appuntamenti:

martedì 4 luglio
ore 10|16 visita guidata a CORPOREA il primo museo interattivo sul corpo umano della scienza e PLANETARIO in collaborazione con i comunicatori scientifici de Le Nuvole e workshop riservato ai ragazzi ospiti dei Campi Estivi in collaborazione con Fondazione Idis/Città della Scienza;

ore 20.30 anteprima della performance “mmm… momenti di musica per monelli” in Villa Comunale a Castellammare di Stabia_per tutti, fino ad esaurimento posti

 

mercoledì 5 e venerdì 7 luglio ore 17|19 workshop for children_evento a numero limitato di spettatori solo su prenotazione_riservato a gruppi scolastici, dagli 8 anni

giovedì 6 luglio ore 18  MMM…Mischievous Music Moment
interactive dance performance with live music_evento per tutti, dai 3 anni

Eventi gratuiti per il pubblico
INFO LE NUVOLE 0812395653/7299 (feriali 9/17) e [email protected]

 

scarica la cartolina>>>segui l’aggiornamento del programma alla pagina fb @teatrolenuvole

 

NAPOLETTANGO con Lello Giulivo

L’idea di realizzare questo concerto nasce dal mio grande desiderio di misurarmi, da cantante ed interprete, con la canzone napoletana e la canzone tango dei primi del ‘900.
Queste due grandi espressioni musicali si accostano, si sfiorano, sono una parte dell’altra, ed entrambe hanno avuto mirabili interpreti che hanno contribuito a renderle famose in tutto il mondo. I due più grandi interpreti, tanto da essere considerati i capiscuola ognuno nel suo genere, sono sicuramente Gennaro Pasquariello e Carlos Gardel; ed è a loro che mi sono ispirato per la realizzazione di questo progetto. Il primo, interprete e procreatore della Canzone di Giacca, della Macchietta, della Voce Ricamatrice; il secondo, autore ed interprete di quella Canzone Tango non più relegata a musica da postribolo ma, finalmente, riconosciuta e consacrata anche dalle classi sociali più elevate. Due generi distanti eppure tanto simili, due espressioni di una passionalità profonda ed estrema, tipica dei popoli meridionali.
Lello Giulivo
Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

POSEIDONIA on stage

Poseydonia on stage è nato per rappresentare artisticamente un determinato momento della storia di Paestum, il periodo greco. Attraverso l’impiego di filmati e di ricostruzioni virtuali 3d ed in parte teatrale attraverso la recitazione, la musica e la danza il racconto scenico proporrà la vita dei fondatori di Paestum: la loro partenza da Helike, l’arrivo degli Achei a Sibari, la fondazione della città ed il successivo viaggio che li portò fino al fiume Sele dove nacque il santuario di Hera Argiva, l’insediamento, la bonifica, la divisione del terreno, i rapporti con gli Etruschi, le attività di semina e di raccolto, fino alla costruzione di Poseydonia con l’ausilio della strumentazione informatica in virtuale 3d.
La rappresentazione farà rivivere la vita quotidiana della città di Poseydonia: il contadino, il commerciante, il marinaio, il rito del matrimonio in tutte le sue fasi; la promessa, i sacrifici, la preparazione alla festa, l’abito della sposa, i cibi, la festa nuziale, i brindisi, la processione nuziale che accompagnava la sposa a casa dello sposo, il rito funerario, la festa annuale in onore di Hys l’ecista.
Il fascino delle musiche realizzate sulla base dei documenti ritrovati utilizzando strumenti d’epoca come l’aulos, flauti, lira, tamburello, nacchere, etc. diventerà vera e propria emozione quando si eseguiranno i brani cantati in greco antico.
Una produzione Animazione 90, testi e musica Guido Cataldoregia Gaetano Stella
Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

IL PICCOLO PRINCIPE musical

Il viaggio del Piccolo Principe  ha segnato generazioni con il suo significato tangibile, ossia come gli uomini crescendo riescano a perdere il candore e il contatto con le cose importanti, non cogliendo più il senso di ciò che possiedono, che vivono e provano.

Il Piccolo Principe è un romanzo fantastico, che senza pretese cerca di essere d’insegnamento alle persone che lo leggono, evidenziando importanti valori, quali la purezza, l’armonia e l’amore per l’universo oltre che per tutti gli esseri viventi che lo popolano.
La messa in scena, in stile commedia musicale, esalta la parte “fantastica” del racconto per cui ogni personaggio viene accompagnato da un “tema” peculiare che lo rende riconoscibile. Tutti questi temi, alla fine, diventano una canzone corale che, oltre a essere assolutamente spettacolare, racconta in maniera inequivocabile che lo stare insieme, la collaborazione, la sinergia possono migliorare la qualità della nostra comunicazione e quindi della nostra vita. Il fascino della spettacolarità si completa con le scintillanti coreografie, gli appariscenti costumi, la scenografia surreale, una drammaturgia assolutamente fruibile e divertente e un’effettistica di luci e di suoni tipica delle commedie musicali.
Una produzione Teatronovanta e Gaetano Stella

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

8 settembre 1943: REMEMBER

 

La Big Band viene fondata a Verona nel 1990 su iniziativa del maestro Luca Orazietti, diplomato al Conservatorio F.E. dell’Abaco di Verona ed insegnante di Clarinetto e Sassofono. Da sempre predilige il genere musicale Swing quale modo particolare di interpretare il Jazz.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.