L’arca

dai 3 ai 6 anni, scuola dell’infanzia e primaria (primo anno)

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola:martedì 27 e mercoledì 28 marzo 2018 ore 10.00
    Due fratellini perennemente litigiosi si ritrovano all’improvviso coinvolti in un’avventura straordinaria: una piccola farfalla, entrata nella loro stanza, chiede ai due bambini di salvare quanti più animali è possibile dal grande temporale che sta per riempire d’acqua tutta la Terra!
    Basterà trasformare per una notte la loro cameretta in un’enorme imbarcazione, chiamata Arca – come già ha fatto tanto tempo fa un vecchio signore con una lunga barba bianca, che aveva più di 600 anni – e proteggere al suo interno i poveri animali spaventati. I due protagonisti, mettendo da parte i loro continui litigi, vivranno fianco a fianco un viaggio indimenticabile.
    Uno spettacolo sospeso tra sogno e realtà, ricco di suggestioni musicali e di piccole storie sulla preziosità dell’acqua, elemento fondamentale per ogni essere vivente. Per insegnare ai più piccoli, attraverso un linguaggio semplice, ironico e poetico, quanto l’acqua sia importante, e per ricordare ai più grandi che l’acqua va rispettata, protetta e amata.

    una produzione Compagnia Terrammare di Nardò (Lecce)
    di e con Silvia Civilla e Marco Alemanno
| aiuto alla drammaturgia e alla regia Pietro Pizzuti | luci Antonio Apollonio

teatro di figura e d’attore
55 minuti

SCHEDA_L’ARCA

galleria fotografica

modulo_prenotazione_spettacolo_scuola_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

inTarsi NUOVE DATE

per tutti, dai 6 anni
venerdì 27 e sabato 28 ore 20.30, domenica 29 ore 18.00 al Teatro dei Piccoli di Napoli

Con questa produzione ci proponiamo di accompagnare lo spettatore ad immergersi in un mondo a lui familiare, un universo composto da porzioni di vita ce tutti abbiamo avuto modo di conoscere, per condividere con noi un’esperienza umana. Consideriamo il pubblico come assistente e non come spettatore, invitandolo ad impregnarsi nel nostro immaginario fin dall’entrata in sala e offrendo la possibilità di identificarsi nel susseguirsi deli stati d’animo che compongono il nostro viaggio.
Benvenuti al nostro Circo!

Costruire e decostruire, non cadere e non far cadere, trasformare e ritrasformare…Quattro acrobati, tra destrezza e follia, ci trasportano in un universo abitato da frammenti di vita. La solitudine, la condivisione, la convivenza, sono parte del viaggio evocato attraverso la danza, il teatro fisico ma, soprattutto, le arti circensi (Portés Acrobatici, Banchina, Mini-tramp, Basculla). Contagiandoci sempre con una tenera comicità, i quattro personaggi ricercano attorno a una scenografia in costante metamorfosi. Un circo in continuo movimento, uno spettacolo riflessivo e viscerale, un invito a condividere un’esperienza umana.

una produzione Compañía de Circo “eia” di Barcellona (Spagna)
idea originale Compañía de Circo “eia” | Regia Compañía de Circo “eia” e Jordi Aspa | interpreti Armando Rabanera Muro, Fabio Nicolini, Fabrizio Giannini, Manel Rosés Moretó | direzione musicale Cristiano Della Monica | coreografia Michelle Man | collaboratori artistici Roberto Magro, James Hewison, Giulia Venosa – Oiné Ensamble | disegno luci Sarah Filmer “SANKEY” | scenografia Compañía de Circo “eia”, El Taller del Lagarto | costumi Fanny Fredouelle, Rosa Crehuet | produzione Compañía de Circo “eia” e La Destil.leria |collaboratori artistici – Roberto Magro, James Hewison, Giulia Venosa – Oiné Ensemble | in coproduzione con: Mercat de les Flors – Barcellona, Cirque Théâtre Jules Vernes. Pôle National Cirque et Arts de la Rue – Amiens (FR), CIRCO INTERIOR BRUTO, Lo Máximo – Madrid, Festival Temporada Alta – Girona/Salt, Festival Pisteurs d’Étoiles – Obernai (FR), HAMEKA. Fabrique des Arts de la Rue – Communatuté de Cummnes Herrobi (FR). Con il supporto e la collaborazione di: La Central del Circ – Barcelona, Trapezi. Fira del Circ de Catalunya – Reus, L’Estruch. Fàbrica de Creació de les Arts en Viu – Sabadell, La Grainerie. Fabrique des Arts du Cirque – Toulouse (FR), Espace Catastrophe – Bruxelles (BEL), Subtopia – Stoccolma (SE), Atelier Culturel de Landerneau (FR), Flic Scuola di Circo di Torino – Turí (ITA), Escuela de Circo Carampa – Madrid | Partners istituzionali: INAEM – Ministerio de Cultura del Gobierno de España, ICEC – Institut Catalá de les Empreses Culturals, Institut Ramon Llull – Llengua i Cultura Catalana.

Premio Speciale della Giuria alla VII Edizione dei Premi Zirkolika di Catalogna 2016_PREMIO MAX 2017 Mejor Espectáculo Revelación

circo contemporaneo
60 minuti

SCHEDA_inTarsi

inTarsi_approfondimento

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’elefante smemorato e la papera ficcanaso

dai 3 agli 8 anni al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • domenica 4 marzo 2018 ore 11.00
    per la scuola: lunedì 5 marzo 2018
     ore 10.00

Un vecchio elefante dalla lunga proboscide non riesce a dormire la notte. I pensieri, i cattivi ricordi forse, gli attanagliano la mente. Un bel giorno decide di fare un tentativo: soffia dentro alcuni palloncini rossi i suoi ricordi e li fa volare via. Il tentativo gli riesce quasi perfettamente perché, improvvisamente, perde la memoria. Inizia così una nuova avventura, il mondo è giovane, esaltante e lui così ingenuo, indifeso come un bimbo alla prima esperienza. Ecco perché non gli riesce di difendersi dai pericoli che sono in agguato. Per un elefante che sa parlare la lingua degli uomini, non sarà difficile finire in un circo dapprima e in una gabbia di zoo per ultimo. Intanto, solo così il nostro elefante troverà il coraggio di tornare a vivere la sua vita in compagnia dei nuovi e dei vecchi ricordi. Belli e brutti che siano. La “ficcanaso” di Teresina, ormai amica dello sventurato, ha un’idea. L’elefante deve soffiare ancora una volta nei palloncini rossi ben altro che i ricordi! E cosa allora? Certe cose si scoprono vivendo, altre nei sogni, questa…andando a teatro.

Lo spettacolo è tratto da “Elefanti bianchi, palloncini rossi” dell’autrice austriaca Christine Nostlinger. Edito dalla Salani e scritto da Christine Nostlinger, che è stata definita la scrittrice per l’infanzia più rappresentativa degli ultimi anni.una produzione Compagnia Burambò di Foggia / testo, regia, pupazzi e interpretazione di Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli

teatro di figura, marionette da tavolo e pupazzi
50 minuti

SCHEDA_L’ELEFANTE SMEMORATO E LA PAPERA FICCANASO

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

L’elefante smemorato e la papera ficcanaso

dai 3 agli 8 anni, scuola dell’infanzia e primaria

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: lunedì 5 marzo 2018 ore 10.00
    domenica 4 marzo 2018 ore 11.00Un vecchio elefante dalla lunga proboscide non riesce a dormire la notte. I pensieri, i cattivi ricordi forse, gli attanagliano la mente. Un bel giorno decide di fare un tentativo: soffia dentro alcuni palloncini rossi i suoi ricordi e li fa volare via. Il tentativo gli riesce quasi perfettamente perché, improvvisamente, perde la memoria. Inizia così una nuova avventura, il mondo è giovane, esaltante e lui così ingenuo, indifeso come un bimbo alla prima esperienza. Ecco perché non gli riesce di difendersi dai pericoli che sono in agguato. Per un elefante che sa parlare la lingua degli uomini, non sarà difficile finire in un circo dapprima e in una gabbia di zoo per ultimo. Intanto, solo così il nostro elefante troverà il coraggio di tornare a vivere la sua vita in compagnia dei nuovi e dei vecchi ricordi. Belli e brutti che siano. La “ficcanaso” di Teresina, ormai amica dello sventurato, ha un’idea. L’elefante deve soffiare ancora una volta nei palloncini rossi ben altro che i ricordi! E cosa allora? Certe cose si scoprono vivendo, altre nei sogni, questa…andando a teatro.
    Lo spettacolo è tratto da “Elefanti bianchi, palloncini rossi” dell’autrice austriaca Christine Nostlinger. Edito dalla Salani e scritto da Christine Nostlinger, che è stata definita la scrittrice per l’infanzia più rappresentativa degli ultimi anni.una produzione Compagnia Burambò di Foggia / testo, regia, pupazzi e interpretazione di Daria Paoletta e Raffaele Scarimboli

teatro di figura, marionette da tavolo e pupazzi
50 minuti

SCHEDA_L’ELEFANTE SMEMORATO E LA PAPERA FICCANASO

galleria fotografica

modulo_prenotazione_spettacolo_scuola_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Circoluna. L’unico circoteatro d’ombre al mondo

dai 2 ai 6 anni, scuola dell’infanzia e primaria

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • domenica 18 febbraio 2018 ore 11.00 e 12.00*
    per la scuola: lunedì 19 e martedì 20 febbraio 2018
     ore 9.30 e 11.30*

Benvenuti a CIRCOLUNA!!…l’unico, il solo, l’autentico circo d’ombre al mondo: Circoluna!Un circo dove tutti gli artisti sono ombre e fanno magie! acrobazie! trasformazioni!Ma, scusate, dico a voi bambini: voi sapete cos’è un’ombra? No?? Allora venite, accorrete! Entrate nel nostro mondo di immagini e colori: incontrerete Galline trasformiste e Merluzzociclette, Divoratori d’ombre e Trombopoeti. Ma soprattutto incontrerete Pallottola, un pagliaccio piccolo e dispettosissimo. Sono solo alcune delle tante ombre che si esibiranno per voi in questa straordinaria arena. E su tutte… Luna, la ballerina a cavallo, la massima stella del nostro circo.Cosa aspettate a entrare? Venite?Ma mi raccomando, fate piano… PIANO!!Altrimenti le nostre piccole ombrartiste… si spaventano!
Circoluna è uno spettacolo d’ombre e di luci che parla dell’ombra e della luce utilizzando un linguaggio ironico e leggero, basato sul piacere della sorpresa, dell’incantamento e della meraviglia. A condurre i bambini saranno Lucetta, la presentatrice, e Achille, il domatore d’ombre, le sole presenze in carne ed ossa in questo magico mondo circense, ricco di apparizioni incredibili e fantastiche.
E saranno loro a tradurre lo strano linguaggio delle “ombrartiste” in espressioni verbali giocose e irriverenti. Saranno loro a dipanare i fili di una storia, allo stesso semplice e drammatica che, intrecciandosi con il normale svolgersi dei numeri del circo, terrà lo spettatore in suspence fino alla fine. Circoluna è infatti anche un’avventura straordinaria: qualcosa di “terribile” interromperà improvvisamente lo spettacolo… che potrà proseguire solo se i nostri piccoli spettatori non ci negheranno il loro aiuto…

una produzione Compagnia Teatro Gioco Vita di Piacenza|uno spettacolo di Nicola Lusuardi e Fabrizio Montecchi | con Valeria Barreca, Tiziano Ferrari | testo Nicola Lusuardi |regia e scene Fabrizio Montecchi | disegni e sagome Nicoletta Garioni | musiche Leif Hultqvist | costumi Inkan Aigner
| luci e fonica Anna Adorno | si ringrazia Dockteatern Tittut

teatro d’attore e d’ombre
50 minuti

*spettacolo a numero limitato di spettatori – pubblico seduto sul palco, nello spazio scenico

SCHEDA_CIRCOLUNA

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vassilissa e la babaracca

dai 7 anni, scuola primaria e secondaria I grado

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: giovedì 15 e venerdì 16 febbraio 2018 ore 9.30 e 15.00
    *spettacolo abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE vai al progetto 2017/2018
    incontro pre – visione venerdì 9 febbraio ore 16.30/20.30 + incontro post – visione mercoledì 21 febbraio ore 16.30/20.30

    Vassilissa è una bambina abituata a dire sempre sì, solo sì, sì mamma, si papà, sì a tutti pur di essere amata. È una bambina brava e ubbidiente, la figlia perfetta che qualunque genitore vorrebbe: non si oppone, non protesta, non fa nulla di diverso da quello che gli viene chiesto. Vassilissa si prende cura degli adulti come se l’adulta fosse lei, a tal punto che quando la mamma muore è lei a rassicurare il padre accettando che si risposi. Poco prima di morire, la mamma dona a Vassilissa una bambolina alla quale chiedere aiuto in caso di difficoltà. Difficoltà che non esiteranno a presentarsi ma che permetteranno a Vassilissa di scoprire che non è poi così terribile dire ciò che si pensa per davvero, correndo il rischio di non essere accettati; scopre che il sì ha senso perché c’è il no, che si può essere amati anche quando non si è d’accordo.

    una produzione Compagnia Kuziba di Ruvo di Puglia (Bari)
    con Bruno Soriato e Annabella Tedone | regia e costumi Raffaella Giancipoli | disegno luci Tea Primiterra | scene Bruno Soriato | musiche originali Mirko Lodedo e Francesco Bellanova – Casarmonica Edizioni | tecnico di scena Angelo Piccinni | cura della produzione Annabella Tedone |con il sostegno di Explorer/Spazio PolArtis, Res Extensa, Sistema Garibaldi, Armamaxa Residenza Teatrale, Teatro delle Condizioni Avverse | si ringrazia Compagnia Burambò e Senza Piume Teatro

teatro d’attore
55 minuti
*Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola per i quali è previsto l’esonero dall’obbligo del servizio e rilascio dell’attestato di partecipazione previa iscrizione sulla piattaforma S.O.F.I.A./MIUR. Gratuito per i docenti con prenotazione obbligatoria.

SCHEDA VASSILLISSA E LA BABARACCA

VASSILLISSA E LA BABARACCA_approfondimento

galleria fotografica

modulo_prenotazione_spettacolo_scuola_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BLEU!

> dai 4 anni al Teatro dei Piccoli, Napoli

domenica 21 gennaio 2018 ore 11.00, 12.00, 16.00*
per la scuola: lunedì 22, martedì 23 e mercoledì 24 gennaio 2018 ore 9.30, 11.30 e 15.00*

Bleu! è uno spettacolo dedicato al mare, in particolare al Mediterraneo, culla di civiltà e miti, ambiente dove la natura e la bellezza incontrano l’arte.
Attingendo alla mitologia classica e alle storie che il Mediterraneo porta in sé, Bleu! narra dell’incontro tra due figure: un marinaio e una entità magica e misteriosa, una ninfa del mare. “Lei” lascia cadere nel mare una perla affinché “Lui” la ritrovi. Il marinaio percorrerà un viaggio avventuroso, solcando le acque del mare e immergendosi in abissi profondi, trasformando la nostra storia in un percorso di scoperte e conoscenza.
In Bleu! le stelle sono il filo conduttore che unisce trasversalmente un quadro scenico ad un altro e permette ai nostri spettatori di avere dei punti di riferimento nella storia. Seguendo le tracce delle stelle, infatti, affrontiamo le acque tempestose e la furia dei venti, incontriamo gli abitanti del mare, si danza, si suona, si creano occasioni di gioco per un piccolo equipaggio affiatato e collaborativo.
In Bleu! gli elementi naturali dell’ambiente marino diventano lo scenario di un viaggio virtuale degli attori e del pubblico. Lo spazio scenico è a pianta centrale. A terra un grande tappeto da danza su cui vengono proiettate immagini che ricordano una spiaggia o un’isola dove raccogliere piccoli tesori portati dal mare. In alto, sopra lo spazio scenico, una grande spirale di tulle, sospesa, mobile, in lenta e costante trasformazione, che diventa la superficie di proiezione su cui far “galleggiare” le immagini e rendere lo spazio totalmente immersivo.

una produzione Compagnia TPO di Prato in coproduzione con Teatro Metastasio di Prato – Théâtre Joliette Minoterie
Marseille-Provence 2013, Capitale européenne de la culture |direzione artistica Davide Venturini, Francesco Gandi | coreografia Anna Balducci |visual design Elsa Mersi | computer engineering Rossano Monti | sound design Spartaco Cortesi | costumi Fiamma Ciotti Farulli | oggetti di scena Livia Cortesi

teatro danza, teatro visivo su spazio scenico interattivo
50 minuti
*spettacolo a numero limitato di spettatori, con pubblico seduto sul palco

SCHEDA_BLEU

BLEU_approfondimento

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

BLEU!

dai 4 agli 8 anni, scuola dell’infanzia e primaria (primi anni)

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: lunedì 22, martedì 23 e mercoledì 24 gennaio 2018 ore 9.30, 11.30 e 15.00*
    domenica 21 gennaio 2018 ore 11.00, 12.00, 16.00*

Bleu! è uno spettacolo dedicato al mare, in particolare al Mediterraneo, culla di civiltà e miti, ambiente dove la natura e la bellezza incontrano l’arte.
Attingendo alla mitologia classica e alle storie che il Mediterraneo porta in sé, Bleu! narra dell’incontro tra due figure: un marinaio e una entità magica e misteriosa, una ninfa del mare. “Lei” lascia cadere nel mare una perla affinché “Lui” la ritrovi. Il marinaio percorrerà un viaggio avventuroso, solcando le acque del mare e immergendosi in abissi profondi, trasformando la nostra storia in un percorso di scoperte e conoscenza.
In Bleu! le stelle sono il filo conduttore che unisce trasversalmente un quadro scenico ad un altro e permette ai nostri spettatori di avere dei punti di riferimento nella storia. Seguendo le tracce delle stelle, infatti, affrontiamo le acque tempestose e la furia dei venti, incontriamo gli abitanti del mare, si danza, si suona, si creano occasioni di gioco per un piccolo equipaggio affiatato e collaborativo.
In Bleu! gli elementi naturali dell’ambiente marino diventano lo scenario di un viaggio virtuale degli attori e del pubblico. Lo spazio scenico è a pianta centrale. A terra un grande tappeto da danza su cui vengono proiettate immagini che ricordano una spiaggia o un’isola dove raccogliere piccoli tesori portati dal mare. In alto, sopra lo spazio scenico, una grande spirale di tulle, sospesa, mobile, in lenta e costante trasformazione, che diventa la superficie di proiezione su cui far “galleggiare” le immagini e rendere lo spazio totalmente immersivo.

una produzione Compagnia TPO di Prato in coproduzione con Teatro Metastasio di Prato – Théâtre Joliette Minoterie
Marseille-Provence 2013, Capitale européenne de la culture |direzione artistica Davide Venturini, Francesco Gandi | coreografia Anna Balducci |visual design Elsa Mersi | computer engineering Rossano Monti | sound design Spartaco Cortesi | costumi Fiamma Ciotti Farulli | oggetti di scena Livia Cortesi

teatro danza, teatro visivo su spazio scenico interattivo
50 minuti
*spettacolo a numero limitato di spettatori, con pubblico seduto sul palco

SCHEDA_BLEU

BLEU_approfondimento

galleria fotografica

modulo_prenotazione_spettacolo_scuola_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La bottega dei giocattoli spettacolo di natale

dai 4 ai 9 anni, scuola dell’infanzia e primaria

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per la scuola: lunedì 18, martedì 19, mercoledì 20 dicembre 2017 ore 9.30 e 11.30
    domenica 17 dicembre 2017 ore 11.00

La nostra storia accade in una bottega di giocattoli, in festa per l’imminente natale.

Storie intorno a giocattoli che si animano di vita propria abitano da sempre le fantasie dei bambini, che naturalmente giocano dando un’anima agli oggetti. Le botteghe di giocattoli non sono forse delle città nelle quali i giocattoli vivono come delle persone? C’è sempre una bambola più bella e c’è la bambola invidiosa, un orsacchiotto che si innamora e un soldatino geloso, una mamma cattiva e una buona fata, giostre e macchinine che non si stancano di girare. Un mondo parallelo che aiuta i bambini a fare esperienza di emozioni, imparando a non perdere “la bussola”, passando dalla gioia alla delusione, dalla malinconia all’allegria, dall’amore al risentimento. Una città solitamente notturna, perché vive nel profondo dei sentimenti. Non solo infantili.

Destinato ai bambini più piccoli, il lavoro è frutto di un pluriennale lavoro intorno al linguaggio teatrale più efficace rispetto ad un’utenza così particolare e impegnativa, al fine di verificare linguaggi e tecniche di lavoro che lasciano poco spazio alle parole a favore di immagini, musica e… gioco.
Lo spettacolo prende corpo dalle musiche originali di Mirko Lodedo, vero tappeto sonoro di azioni, danza e racconto che danno vita ai giocattoli. O sono i giocattoli a dar vita agli attori? Lo scoprirete solo visitando la nostra bottega.

una produzione Compagnia CREST di Taranto
testo e regia Sandra Novellino e Delia De Marco | con Delia De Marco, Valentina Elia, Giuseppe Marzio | voce registrata Anna Ferruzzo | scene, costumi e luci Maria Pascale | musiche originali Mirko Lodedo | tecnico di scena Walter Mirabile

teatro d’attore e danza
55 minuti

 SCHEDA_LA BOTTEGA DEI GIOCATTOLI

galleria fotografica

 modulo_prenotazione_spettacolo_scuola_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La bottega dei giocattoli_spettacolo di natale

dai 3 anni al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • domenica 17 dicembre 2017 ore 11.00 
    VIENI A TEATRO E METTI SOTTO L’ALBERO UN REGALO PER DUE!
    Porta un tuo giocattolo (in buono stato) che Le Nuvole, con la X Municipalità Fuorigrotta – Bagnoli, consegnerà ad altri bimbi per festeggiare un Buon Natale anche grazie a te!
    Riceverai un ingresso omaggio per uno dei prossimi spettacoli teatrali YOUNG 2018… per saperne di più leggi qui
     

La nostra storia accade in una bottega di giocattoli, in festa per l’imminente natale.

Storie intorno a giocattoli che si animano di vita propria abitano da sempre le fantasie dei bambini, che naturalmente giocano dando un’anima agli oggetti. Le botteghe di giocattoli non sono forse delle città nelle quali i giocattoli vivono come delle persone? C’è sempre una bambola più bella e c’è la bambola invidiosa, un orsacchiotto che si innamora e un soldatino geloso, una mamma cattiva e una buona fata, giostre e macchinine che non si stancano di girare. Un mondo parallelo che aiuta i bambini a fare esperienza di emozioni, imparando a non perdere “la bussola”, passando dalla gioia alla delusione, dalla malinconia all’allegria, dall’amore al risentimento. Una città solitamente notturna, perché vive nel profondo dei sentimenti. Non solo infantili.

Destinato ai bambini più piccoli, il lavoro è frutto di un pluriennale lavoro intorno al linguaggio teatrale più efficace rispetto ad un’utenza così particolare e impegnativa, al fine di verificare linguaggi e tecniche di lavoro che lasciano poco spazio alle parole a favore di immagini, musica e… gioco.
Lo spettacolo prende corpo dalle musiche originali di Mirko Lodedo, vero tappeto sonoro di azioni, danza e racconto che danno vita ai giocattoli. O sono i giocattoli a dar vita agli attori? Lo scoprirete solo visitando la nostra bottega.

una produzione Compagnia CREST di Taranto
testo e regia Sandra Novellino e Delia De Marco | con Delia De Marco, Valentina Elia, Giuseppe Marzio | voce registrata Anna Ferruzzo | scene, costumi e luci Maria Pascale | musiche originali Mirko Lodedo | tecnico di scena Walter Mirabile

teatro d’attore e danza
55 minuti

 SCHEDA_LA BOTTEGA DEI GIOCATTOLI

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018