AMORES con Debora Caprioglio e Edoardo Siravo

Saffo, Orazio, Ovidio, ma anche Dante Alighieri e Stefano Benni, Ennio Flaiano per tante “visioni prospettiche” del sentimento più controverso e inevitabile, attraverso poesie, pensieri, lettere e testi teatrali, da un’idea di Edoardo Siravo. “E’ un equilibrato mix di parole e musica che attinge alla produzione di Artisti di tutti i tempi che hanno saputo raccontare al mondo situazioni, peculiarità ed emozioni, racchiuse tra le mille sfaccettature dell’Amore – si legge dalle note di regia – E’ uno spettacolo dove parole, gesto e canto dribblano tra ironia e passione, sarcasmo, soavità e semplice senso del reale. Una rappresentazione teatrale dove parole, gesti e recitazione si fondono con ironia e passione, sarcasmo e soavità nel semplice senso del reale”. Debora Caprioglio ed Edoardo Siravo hanno avuto la collaborazione del compositore abruzzese Davide Cavuti per allestire il testo e le musiche della performance teatrale.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

IL LAGO DEI CIGNI

 

Lo spettacolo nasce da un’idea del regista e coreografo Luigi Martelletta.
La drammaturgia classica teatrale del balletto è, qui, abbandonata in favore di una forma di riappropriazione della realtà e dell’esperienza comune basata sui particolari e sulle singole situazioni riunite tra loro in un collage ampio e sfaccettato, secondo una metodologia di lavoro di ricerca e di graduale progresso. Fortemente legato alla tradizione accademica, Luigi Martelletta proporne un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, alleggerendo tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del epertorio classico, mantenendo comunque le coreografie originali, presentando tutte quelle danze e quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano: i cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due e molto altro.

La particolarità di questo spettacolo consiste proprio nella capacità di unire fantasia e realtà, di proporsi vivo e attualissimo pur dimorando in un suo pianeta espressivo che sa di antico, di già visto, di già vissuto. L’ideale neoclassico di una bellezza assoluta, regolata da un ordine imperturbabile, è l’obiettivo totalizzante della creazione.

Coreografie Marius Petipa Regia Luigi Martelletta Musiche P.I. Chaikovskj
con le etoiles internazionali MARIJA KICHEVSKA, BOBAN KOVACHEVS 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Lucio incontra Lucio

Uno spettacolo che racconta i successi e i lati più intimi di due tra i più grandi cantanti ed autori nella storia della musica italiana: Lucio Dalla e Lucio Battisti, due artisti per molti aspetti diversi ma accomunati da una sconfinata passione per la musica e nati curiosamente a poche ore di distanza, rispettivamente il 4 e il 5 marzo 1943.

Protagonista dello spettacolo l’attore Sebastiano Somma, regista ed interprete, in particolare, per entrambi i musicisti dei loro lati meno artistici e più umani. Ad accompagnarlo il Martucci Vocal Ensemble, accompagnato da un quintetto jazz capitanato da Sandro Deidda al sax e Guglielmo Guglielmi al pianoforte.

Due musicisti che hanno rinnovato profondamente la canzone italiana, influenzando inevitabilmente tutti coloro che sono venuti dopo. Battisti lo ha fatto in modo più personale, scegliendo di non apparire sulle scene per diversi anni, evitando i concerti e formando con Mogol (autore dei testi di gran parte delle sue canzoni) un sodalizio che resterà nella storia della musica italiana; Dalla, autore estroso capace di scrivere testi eccezionali, è stato meno solitario, ha duettato con i più grandi cantanti italiani e internazionali ed ha fatto conoscere (insieme a Morandi, Guccini ed altri) la sua Bologna nel mondo, dando vita ad un filone cantautorale che oggi rivive in artisti come Cesare Cremonini e Samuele Bersani.

“Lucio incontra Lucio” è uno spettacolo in cui si immagina un incontro di anime ed arte che purtroppo non è mai avvenuto: Dalla infatti chiese a Battisti negli anni ottanta di lavorare insieme ad una tournée e ad un disco, ma Battisti rifiutò. Dopo oltre trent’anni da quel giorno Sebastiano Somma tenta di mettere sul palco quell’incontro artistico, immaginando come sarebbe potuto essere: “Lucio incontra Lucio” ripropone i successi che hanno segnato un’epoca ed offre al pubblico un doppio ed accurato ritratto dei due, da cui emergono affinità e differenze.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Musica dal grande schermo

 

La tromba di Ennio Morricone e di molti altri artisti, Nello Salza è associato alle più grandi ed indimenticabili colonne sonore del cinema italiano e internazionale che saranno proposte in questa serata fra musica e grande schermo.

Nello Salza ha trasformato in musica le note di “La lettera di Lincoln”, brano della soundtrack del film che ha fatto aggiudicare l’Oscar al Maestro Morricone per la miglior colonna sonora tratta dall’ultimo capolavoro di Quentin Tarantino, The Hateful Eight. Artista riservato e cordiale, umile, è uno dei più grandi trombettisti italiani. Con la tromba, un colpo di fulmine a sei anni, è partito dalla gavetta, sin dai tempi della Banda, per arrivare ad essere definito “la tromba del cinema italiano”. Ha suonato con Nicola Piovani, Armando Trovajoli e Luis Bacalov. Lo avrete già sentito in “La vita è bella”, “Nuovo cinema paradiso”, “La leggenda del pianista sull’oceano” e tanti altri capolavori del grande schermo. Interprete di oltre 400 colonne sonore, diplomato a Roma al conservatorio di Santa Cecilia, ha una cattedra di tromba, ormai da qualche anno, al Giuseppe Martucci di Salerno, città in cui vive con la famiglia. Un iter musicale incredibile che lo ha portato ad essere, tra gli altri, nel tempo, prima tromba del teatro San Carlo di Napoli e del teatro dell’Opera di Roma.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

De Sica e Fellini in musica

Un cine concerto dedicato a De Sica e Fellini e soprattutto alle musiche che sono stati la colonna sonora dei loro più grandi successi cinematografici.

Sul palco tre grandi musicisti del panorama italiano: il sassofonista argentino Javier Girotto, il fisarmonicista Davide Cavuti e il pianista Paolo Di Sabatino, un trio che ha all’attivo numerosi concerti in tutta Italia e la loro collaborazione è testimoniata anche dalla pubblicazione di alcuni lavori discografici.

Il cine-concerto partirà dalle immagini de “I Vitelloni”, “La strada” e “la Dolce Vita” tutti con la regia di Federico Fellini, quest’ultimo con attori protagonisti Marcello Mastroianni e Anita Ekberg, film sceneggiati dal pescarese Flaiano, per la musica di Nino Rota. L’omaggio a Fellini proseguirà con il main-tehme del film “8 ½” sempre del duo Fellini – Rota con una particolare rielaborazione del brano da parte del Trio Cavuti-Girotto-Di Sabatino applauditissima dal pubblico italiano e estero e una emozionate performance del tema musicale di “Amarcord” composto da Nino Rota tratto per il film di Federico Fellini. Il pubblico potrà poi calarsi nelle esilaranti immagini del film “Totò Peppino e i fuorilegge” di Camillo Mastrocinque e nel capolavoro del neorealismo “Ladri di Biciclette”, film per il quale Vittorio De Sica, altro grande protagonista della serata, vinse il suo secondo Premio Oscar.

 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Artisti all’…HOPERA

 

Hopera è un viaggio poetico ed onirico nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo che, con raffinatezza ed ironia, vengono riportate all’oggi per farne apprezzare bellezza ed immortalità.
Le arie di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart sono esaltate dai coreografi Galimberti, Di Luzio e De Virgiliis attraverso un linguaggio elevato ma fruibile, contaminato da intrecci gestuali, non sense ed un sagace pizzico di follia.

Sottile l’humor che accompagna la levità romantica e sentimentale dell’Opera e che trascina lo spettatore in suggestioni impalpabili e paradossali, scaturendo sorriso e divertimento, permettendo a tutti la fruizione inconsapevole di un patrimonio musicale di grande spessore.
Ancora una volta tradizione ed innovazione sono il binomio vincente che caratterizza l’elevata qualità della Compagnia.

 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Musica ai templi

Quest’estate a Paestum: musica e danza ai templi ogni venerdì dal 30 giugno al 15 settembre ore 21:00, nei pressi del tempio di Nettuno. Una rassegna con la direzione artistica di Gaetano Stella e la direzione organizzativa di Animazione ’90.

INGRESSO
iniziative incluse nel biglietto d’ingresso o nell’abbonamento Paestum Mia, biglietto d’ingresso: € 11,00 dalle ore 19:00 (ultimo ingresso ore 23:00).

INFO
0828 811023 o [email protected]
www.museopaestum.beniculturali.it 

scarica la locandina  

 

 

 

Dall’inferno all’infinito con Monica Guerritore

Dall’Inferno all’Infinito con Monica Guerritore

La potente forza creativa dell’Immaginazione delle pagine di Hillmann e Citati accompagnano e forse spiegano (in parte) la discesa nel nero, nell’intima natura umana, che Dante mette in versi nei canti iniziali dell’Inferno (Divina Commedia); la sua ricerca e il suo incontro con le parti del Sé.
Nelle bellissime parole di Wagner, la forza della musica (che accompagna tutta la performance) diventa motore emotivo e precede, accompagna e amplifica il tormento delle passioni amorose (Paolo e Francesca), di abbandono (La Tentazione della Valduga), di ferocia come nel canto del conte Ugolino. Di abissi naturali che portano in scena anche figure materne e paterne: Pasolini, Morante.
Tutto rende la ricerca e il racconto interiore e poetico di Maestri lontani tra loro per epoca, un’unica grande anima che racconta le infinite vie della testimonianza del Sé.
Le parole di Umberto Eco e del grande psicanalista Galimberti accompagnano, noi uomini di oggi, nella comprensione del nostro Inferno interiore e dell’Infinito intuìto…Tutto percepito e a noi consegnato da un’unica fonte, l’Intuizione artistica, di uomini e donne  che hanno “cercato se stessi”(C.Pavese).

Nella mia intenzione, il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione ‘conosciuta’ per restituirgli un ‘senso’ originario e potente, sicura che la forza delle parole di Dante, togliendole dal canto e dalla storia, ci avrebbe restituito un senso originario, ci avrebbe condotto all’interno delle zone più dense, oscure e magnifiche dell’animo umano. Sicura che, seguendo un percorso di incontro con le sue figure di riferimento (Virgilio, il suo super-Io, Beatrice/Francesca e gli aspetti del Femminile, il Caos dell’Inferno, Ugolino, il Padre) si sarebbe potuta avvicinare intimamente l’ispirazione originale di Dante nell’affrontare la Divina Commedia. Senza paura dei tagli e senza paura di proseguire quel racconto con parole, e testi altissimi di altri autori, più vicini a noi, come Morante, Pasolini, Valduga.
A noi solo il merito di ‘esserci’ e ‘dire’ e ‘ascoltare’.
A voce alta… col cuore e con la testa… e alla fine “e naufragar m’è dolce in questo mare/ e quindi uscimmo a riveder le stelle”.
Forse…

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017

 

Paestum by night – archeologia sotto le stelle

Dal giovedì alla domenica solo per l’estate dal 6 luglio al 27 agosto prima la luce del sole al tramonto poi il percorso di luci allestito lungo l’area archeologica guideranno il pubblico di visitatori a scoprire l’incanto di una passeggiata tra i Templi – meglio conservati della penisola – in orari di apertura straordinaria ovvero dalle 19 alle 24. Anche il Museo eccezionalmente resterà aperto fino alle 22.30 nelle giornate di venerdì e sabato.

Passeggiata guidata al Tempio di Nettuno e Basilica dalle 20.00 alle 22.30 (partenza ogni 30 minuti, durata 20 minuti) € 2 a persona (oltre ingresso) su prenotazione (consigliata) a Le Nuvole 0812395653 (lun./ven. 9/17).

INGRESSO
biglietto d’ingresso: € 11,00 dalle ore 19:00 (ultimo ingresso ore 23:00)
iniziative incluse nel biglietto d’ingresso o nell’abbonamento Paestum Mia

INFO
tel 0828 811023 o [email protected]
www.museopaestum.beniculturali.it 

scarica la locandina  

 

 

Fabio Concato & Paolo Di Sabatino Trio per MUSICA AI TEMPLI

Fabio Concato & Paolo di Sabatino Trio.

Un viaggio emozionante, tra i templi di Paestum (nei pressi del Nettuno), alla scoperta del nuovo album ‘Gigi‘: il repertorio dei successi di Fabio Concato viene riproposto in chiave jazz, con gli arrangiamenti e l’accompagnamento di Paolo Di Sabatino (piano), Marco Siniscalco (basso) e Glauco Di Sabatino(batteria).

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

La direzione artistica è di Gaetano Stella, la direzione organizzativa di Animazione ‘90.