TREASURE ISLAND in lingua inglese

> dagli 8 anni, scuole primaria (ultime classi) e secondarie (I e II grado) al Teatro dei Piccoli, viale Usodimare – Napoli

  • per la scuola mercoledì 31 gennaio, giovedì 1, venerdì 2, lunedì 26, martedì 27 febbraio, lunedì 19, martedì 20, mercoledì 21 marzo, mercoledì 4, giovedì 5, venerdì 6, lunedì 9, martedì 10, mercoledì 11, giovedì 12, venerdì 13 aprile ore 9.30 e 11.30
  • speciale serale festivo venerdì 6 aprile 2018 ore 20.30 

Per la stagione 2017/2018 il Play Group è orgoglioso di presentare “Treasure Island” basata sul romanzo di Robert Louis Stevenson. Grazie a un thriller avventuroso, avvincente e pittoresco presentato dal Play Group il pubblico viaggerà attraverso mari aperti fino a un’isola deserta insieme a un marinaio imbroglione, un pappagallo insolente e pirati affamati d’oro in cerca di un tesoro.
La famosa storia di Stevenson è l’esempio perfetto dell’eterno conflitto tra il bene e il male, la verità e l’inganno – temi sempre attuali!

Dopo lo spettacolo gli studenti saranno incoraggiati a discutere di ciò che hanno appena visto, a fare domande e usare la lingua inglese – senza timore! All’atto della prenotazione gli insegnanti riceveranno il materiale didattico con la trama, il lessico e un file audio per la pronuncia, esercizi, giochi e altro ancora …. per permettere ai propri studenti di godere al massimo dello spettacolo.

uno spettacolo di The Play Group – Gran Bretagna e Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – Napoli
adattamento del testo di The Play Group; regia Enzo Musicò; con Eddie Roberts, Simon Edmonds, Francesco Di Gennaro; costumi Carla Merone; scene Fabio Lastrucci; direzione tecnica Gaetano di Maso.

teatro d’attore e interazione con il pubblico in lingua inglese
60 minuti

 scheda Treasure Island

Treasure Island Students_worksheets e Treasure Island_Teachers notes

prenotazione_spettacolo_lingua_straniera_17_18

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

Sangue e arena visita spettacolo

dagli 8 anni all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere (CE)

  • sabato 28 aprile ore 15.00 e 17.00 – domenica 29 aprile 2018 ore 10.00 e 12.00
    per la scuola
     giovedì 26 e venerdì 27 aprile 2018 + mercoledì 2, giovedì 3 e venerdì 5 maggio 2018 ore 9.30 e 11.30

I gladiatori – I diritti umani.
L’anfiteatro Campano di S. Maria Capua Vetere è stato sede della prima scuola gladiatoria di cui si ha notizia. L’addestramento dei gladiatori al combattimento nell’arena prevedeva severissime regole, con pene corporali molto dure.
Il protagonista, un saggio erborista, un personaggio senza tempo, racconterà le gesta e le sofferenze dei gladiatori; di Spartaco, il più famoso, passato alla storia per la rivolta da lui capeggiata, di Androclo e il suo leone, per finire con quella di Iqbal Masil, simbolo della schiavitù di oggi. Storie vere, a volte leggende, esperienze crudeli di schiavi antichi e non, cariche di sofferenza ma anche di sogni di riscatto.
La visita con incursioni teatrali nell’Anfiteatro Campano sarà occasione per conoscere storie e luoghi ma anche per emozionarsi quando, nell’arena, si leggeranno alcuni articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo:
Art.1 Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.
Art.3 Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.
Art.4 Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Le Nuvole in collaborazione con Direzione Museo Archeologico dell’Antica Capua
messa in scena di Fabio Cocifoglia; con Enzo Musicò; consulenza scientifica Maria Laura Chiacchio

visita guidata con interventi teatrali
90 minuti

€ 8 ragazzi e adulti_preacquisto obbligatorio (oltre costo del biglietto d’ingresso al sito solo per adulti il giorno di attività)

Si consigliano abiti e scarpe comode. Il sito non dispone di guardaroba custodito, si chiede pertanto di non portare zaini e borse né scattare foto.

SCHEDA_Sangue e Arena

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

Sangue e arena visita spettacolo

dagli 8 anni all’Anfiteatro Campano di Santa Maria Capua Vetere (CE)

  • sabato 28 aprile ore 15.00 e 17.00 – domenica 29 aprile 2018 ore 10.00 e 12.00
    per la scuola
     giovedì 26 e venerdì 27 aprile 2018 + mercoledì 2, giovedì 3 e venerdì 5 maggio 2018 ore 9.30 e 11.30

I gladiatori – I diritti umani.
L’anfiteatro Campano di S. Maria Capua Vetere è stato sede della prima scuola gladiatoria di cui si ha notizia. L’addestramento dei gladiatori al combattimento nell’arena prevedeva severissime regole, con pene corporali molto dure.
Il protagonista, un saggio erborista, un personaggio senza tempo, racconterà le gesta e le sofferenze dei gladiatori; di Spartaco, il più famoso, passato alla storia per la rivolta da lui capeggiata, di Androclo e il suo leone, per finire con quella di Iqbal Masil, simbolo della schiavitù di oggi. Storie vere, a volte leggende, esperienze crudeli di schiavi antichi e non, cariche di sofferenza ma anche di sogni di riscatto.
La visita con incursioni teatrali nell’Anfiteatro Campano sarà occasione per conoscere storie e luoghi ma anche per emozionarsi quando, nell’arena, si leggeranno alcuni articoli della Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo:
Art.1 Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza.
Art.3 Ogni individuo ha diritto alla vita, alla libertà ed alla sicurezza della propria persona.
Art.4 Nessun individuo potrà essere tenuto in stato di schiavitù o di servitù; la schiavitù e la tratta degli schiavi saranno proibite sotto qualsiasi forma.

Le Nuvole in collaborazione con Direzione Museo Archeologico dell’Antica Capua
messa in scena di Fabio Cocifoglia; con Enzo Musicò; consulenza scientifica Maria Laura Chiacchio

visita guidata con interventi teatrali
90 minuti

€ 8 ragazzi e adulti_preacquisto obbligatorio (oltre costo del biglietto d’ingresso al sito solo per adulti il giorno di attività)

Si consigliano abiti e scarpe comode. Il sito non dispone di guardaroba custodito, si chiede pertanto di non portare zaini e borse né scattare foto.

SCHEDA_Sangue e Arena

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico

In occasione della XX edizione della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico organizzata dal 26 al 29 ottobre 2017 al Parco Archeologico_Museo_Basilica di Paestum Le Nuvole Archeologia presenterà la propria proposta didattica 2017/2018 per le scuole, gruppi e famiglie.

Visite guidate, attività didattiche e percorsi su misura per un pubblico di tutte le età sono disponibili tutto l’anno, su prenotazione al nostro UFFICIO SCUOLA.

Nelle giornate interessate dalla BMTA sono disponibili VISITE GUIDATE a Paestum, Elea Velia, S.Maria Capua Vetere:

  • i percorsi di visita, adeguati nei contenuti e nelle modalità di comunicazione, si rivolgono agli studenti delle scuole di ogni ordine e grado e a gruppi di adulti;
  • è possibile prenotare visite in Italiano, Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo;
  • tariffe:
    • per 1 ora di visita € 80,00 per le scuole/€ 100,00 per pubblico non scolastico;
    • per 2 ore di visita € 100,00 per le scuole/€ 120,00 per pubblico non scolastico.

WWW.BORSATURISMOARCHEOLOGICO.IT

UFFICIO SCUOLA ARCHEOLOGIA 0812395653 (feriali 9/17) e [email protected]

scarica la brochure le nuvole_archeologia

[email protected] nell’antica Capua sulle tracce di SURUS

Nuovo appuntamento con [email protected] FAMIGLIE AL MUSEO, la giornata nazionale istituita dal MiBAC per DOMENICA 14 OTTOBRE 2018, al Museo dell’Antica Capua.

Un programma culturale della giornata articolata intorno a SURUS, l’elefante di Annibale, realizzato in collaborazione con Le Nuvole e ARTETECA ludoteche museali contro la povertà educativa.

  • ore 10 accoglienza alla ludoteca museale con le operatrici della coop CITTA’ IRENE (eccezionalmente aperta anche ai bambini non iscritti ancora alla ludoteca);
  • ore 11 visita narrata dedicata a SURUS, alla scoperta della leggendaria storia della lealtà e dell’amicizia che legò il condottiero cartaginese Annibale al suo elefantino;

La mattinata sarà allietata dalla musica dei giovani musicisti dell’Associazione Musicale G.B. Pergolesi.

Un percorso ludico e culturale all’interno degli ambienti del Museo Archeologico dell’Antica Capua con particolare riferimento alle sale dedicate alla mostra (allestita fino al 28 ottobre) ANNIBALE A CAPUA.

Attività gratuite incluse nel biglietto d’ingresso (solo per adulti).

 

Giornate Europee del Patrimonio 2017

Giornate Europee del Patrimonio 23-24 Settembre 2017.

“Da selvaggia a addomesticata: intrecci tra natura e cultura”
Il Museo archeologico dell’Antica Capua si apre alla città, in un altro luogo che la Natura ruba all’edificato: nel giardino di Villa Cristina verranno esposti reperti di età romana per proporre una lettura che esalti il ruolo della Cultura e della Natura negli spazi urbani. Sempre al Museo il tema “Cultura e Natura” avrà un focus su “La Natura addomesticata: il giardino delle domus da hortus a viridarium”. Nel giardino del Museo, invece, sarà allestito uno spazio verde con sculture e resti di pitture parietali che decoravano le domus dell’antica Capua, con l’intento di riproporre l’atmosfera che si respirava all’interno della parte di rappresentanza delle ricche dimore patrizie. Sarà anche l’occasione di ripercorrere, con gli allievi del Dipartimento di Architettura dell’Università degli Studi della Campania, l’evoluzione degli spazi interni dei palazzi della città ottocentesca, che ebbe un ruolo amministrativo determinante.

“Non erba ma paesaggio da amare”
Nell’Anfiteatro campano verrà approfondito il tema “Non erba ma paesaggio da amare” dedicato a una natura differente e più selvatica quando si impossessa degli spazi verdi intorno ai monumenti archeologici. Note sono le immagini dell’anfiteatro che si presenta ai viaggiatori europei sette/ottocenteschi immerso in un paesaggio sublime con ruderi che emergono tra arbusti e vegetazione incolta .L’area archeologica conserva infatti specie ed associazioni vegetali inusuali, le cui peculiarità saranno illustrate dall’agronomo Luigi d’Aquino, ricercatore ENEA.
Seguirà, in occasione dell’apertura serale del sito, alle ore 20 Il Simposio” di Platone a cura dell’Associazione Culturale “DIOTIMA-L’Alt(ro) Teatro, che opera in Campania e nel Lazio da circa venti anni, mettendo in scena soprattutto testi classici.

 

 

PROGRAMMA e VISITE GUIDATE GRATUITE

  • SABATO 23
    ore 10:30 visita alla 
    Villa Cristina (apertura ore 10.00- 13.00) ingresso e visita gratuiti
    ore 11:30 e 17 visita al Museo Archeologico dell’Antica Capua ingresso a pagamento e visita gratuita
    ore 18:30 visita guidata al verde naturale dell’Anfiteatro Campano
    ore 19:00 visita all’Anfiteatro Campano
    ore 20:00 Il Simposio” di Platone a cura di“DIOTIMA-L’Alt(ro) all’Anfiteatro Campano (apertura straordinaria 18.30|22.00) 
    ingresso a €1 e spettacolo gratuito

  • DOMENICA 24:
    ore 10:30 visita alla Villa Cristina (apertura ore 10.00- 13.00)
    ingresso e visita gratuiti
    ore 16:00 visita all’Anfiteatro Campano
    ingresso a pagamento e visita gratuita
    ore 17 visita al Museo Archeologico dell’Antica Capua ingresso a pagamento e visita gratuita

info aperture e biglietti:

  • ANFITEATRO CAMPANO: 9.00>19.00 (ultimo ingresso ore 18)
  • MITREO: 9.00>18.00
  • MUSEO ARCHEOLOGICO DELL’ANTICA CAPUA: 9.00>19.30 (ultimo ingresso ore 18.30)

Costo biglietto di ingresso: Intero euro 2,50 Ridotto 1,25

Per ulteriori info. Biglietteria anfiteatro campano 0823/1831093 o [email protected]
Per prenotazioni visite guidate/tematiche Le Nuvole 0812395653 o [email protected] (Lun-ven 9-17)

La repubblica dei bambini

>dai 6 anni al Teatro dei Piccoli, Napoli 

  • domenica 12 novembre ore 11.00
    per la scuola: lunedì 13 novembre 2017 ore 9.30 e 15.00 (abbinato a DIDATTICA DELLA VISIONE)

    Nello spettacolo si parte dalla scena teatrale come piattaforma vuota su cui costruire una micronazione. Due attori irrompono sulla scena e cominciano a progettare il loro paese in miniatura. Servono delle leggi. Servono dei luoghi. Servono delle cose. Si parte da zero, tutto è da costruire, liberi di costruirlo come vogliamo. La micronazione è una scena vuota, deserta, che lentamente si popola e riempie, magari anche degli stessi elementi che compongo il panorama teatrale (luci, musiche ecc) oppure di segnali che diano regole (cartelli, striscioni ecc) di modo che ai bambini sia dato vedere come da un vuoto si possa edificare una Polis. L’incognita è sul tipo di Polis.
    In questo quadro il coinvolgimento diretto dei bambini pare un necessario rovesciamento. I bambini non dispongono solitamente di potere diretto e del resto il fanciullo non potrebbe decidere su cose di cui non ha ancora fatto esperienza. Nel costruire una nazione in miniatura proviamo a dotare i bambini di un potere inedito e fatto su misura. Sullo sfondo un piccolo luogo deserto in cui dar vita a una società, Robinson Crusoe ma anche il serial Lost, e naturalmente Il signore delle mosche di Golding.
    Si tratta di una piccola Cosa Pubblica, si tratta di uno spettacolo teatrale dove la finzione è evidente perché è il motore dell’immaginazione, si tratta di un paese in miniatura che si spegnerà quando si spegneranno le luci che lo illuminano, ma al tempo stesso si tratta di una possibilità.una produzione Teatro delle Briciole Solares Fondazione delle Arti di Parma | Progetto affidato a Teatro Sotterrane | regia Sara Bonaventura, Iacopo Braca, Claudio Cirri, Daniele Villa | con Chiara Renzi, Daniele Bonaiuti | grafica Marco Smacchia | disegno luci Emiliano Curà | in collaborazione con Teatro Metastasio Stabile della Toscana | vincitore premio Eolo Awards 2012 migliore novità

teatro d’attore, interazione con il pubblico
55 minuti

SCHEDA LA REPUBBLICA DEI BAMBINI

LA REPUBBLICA DEI BAMBINI_approfondimento

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

inTarsi NUOVE DATE

per tutti, dai 6 anni
venerdì 27 e sabato 28 ore 20.30, domenica 29 ore 18.00 al Teatro dei Piccoli di Napoli

Con questa produzione ci proponiamo di accompagnare lo spettatore ad immergersi in un mondo a lui familiare, un universo composto da porzioni di vita ce tutti abbiamo avuto modo di conoscere, per condividere con noi un’esperienza umana. Consideriamo il pubblico come assistente e non come spettatore, invitandolo ad impregnarsi nel nostro immaginario fin dall’entrata in sala e offrendo la possibilità di identificarsi nel susseguirsi deli stati d’animo che compongono il nostro viaggio.
Benvenuti al nostro Circo!

Costruire e decostruire, non cadere e non far cadere, trasformare e ritrasformare…Quattro acrobati, tra destrezza e follia, ci trasportano in un universo abitato da frammenti di vita. La solitudine, la condivisione, la convivenza, sono parte del viaggio evocato attraverso la danza, il teatro fisico ma, soprattutto, le arti circensi (Portés Acrobatici, Banchina, Mini-tramp, Basculla). Contagiandoci sempre con una tenera comicità, i quattro personaggi ricercano attorno a una scenografia in costante metamorfosi. Un circo in continuo movimento, uno spettacolo riflessivo e viscerale, un invito a condividere un’esperienza umana.

una produzione Compañía de Circo “eia” di Barcellona (Spagna)
idea originale Compañía de Circo “eia” | Regia Compañía de Circo “eia” e Jordi Aspa | interpreti Armando Rabanera Muro, Fabio Nicolini, Fabrizio Giannini, Manel Rosés Moretó | direzione musicale Cristiano Della Monica | coreografia Michelle Man | collaboratori artistici Roberto Magro, James Hewison, Giulia Venosa – Oiné Ensamble | disegno luci Sarah Filmer “SANKEY” | scenografia Compañía de Circo “eia”, El Taller del Lagarto | costumi Fanny Fredouelle, Rosa Crehuet | produzione Compañía de Circo “eia” e La Destil.leria |collaboratori artistici – Roberto Magro, James Hewison, Giulia Venosa – Oiné Ensemble | in coproduzione con: Mercat de les Flors – Barcellona, Cirque Théâtre Jules Vernes. Pôle National Cirque et Arts de la Rue – Amiens (FR), CIRCO INTERIOR BRUTO, Lo Máximo – Madrid, Festival Temporada Alta – Girona/Salt, Festival Pisteurs d’Étoiles – Obernai (FR), HAMEKA. Fabrique des Arts de la Rue – Communatuté de Cummnes Herrobi (FR). Con il supporto e la collaborazione di: La Central del Circ – Barcelona, Trapezi. Fira del Circ de Catalunya – Reus, L’Estruch. Fàbrica de Creació de les Arts en Viu – Sabadell, La Grainerie. Fabrique des Arts du Cirque – Toulouse (FR), Espace Catastrophe – Bruxelles (BEL), Subtopia – Stoccolma (SE), Atelier Culturel de Landerneau (FR), Flic Scuola di Circo di Torino – Turí (ITA), Escuela de Circo Carampa – Madrid | Partners istituzionali: INAEM – Ministerio de Cultura del Gobierno de España, ICEC – Institut Catalá de les Empreses Culturals, Institut Ramon Llull – Llengua i Cultura Catalana.

Premio Speciale della Giuria alla VII Edizione dei Premi Zirkolika di Catalogna 2016_PREMIO MAX 2017 Mejor Espectáculo Revelación

circo contemporaneo
60 minuti

SCHEDA_inTarsi

inTarsi_approfondimento

galleria fotografica

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Viaggio italiano

dai 15 anni

  • al Teatro Ghirelli, Salerno domenica 22 aprile 2018 ore 19.00
    anche al Teatro dei Piccoli, Napoli sabato 21 aprile ore 20.30

Nonostante sia un diritto riconosciuto, anche in Italia il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all’interno di un sistema sanitario complesso.
In scena, insieme a Mario, medici, mediatori culturali, migranti, indigenti… e un barbiere toscano! Le loro storie, tutte vere, metteranno alla prova le nostre certezze, porteranno alla luce l’inadeguatezza dei luoghi comuni a cui tutti, per abitudine o ignoranza, spesso ricorriamo.
Un viaggio dal Nord al Sud compiuto dall’attore dello spettacolo per vedere da vicino la realtà di cui ha sentito parlare, per diventare così un testimone oculare e condividere domande e scoperte con il pubblico.
Mario ci porterà in Puglia, tra i raccoglitori stagionali, gli “invisibili”, sfruttati e senza diritti. Poi in Sicilia, al Poliambulatorio di Palermo e a Siracusa, dove si assistono gratuitamente i migranti ma anche italiani in stato di bisogno. E il Sud non finisce… Polistena, Reggio Calabria, dove i pazienti vengono accolti in un palazzo confiscato alla ‘ndrangheta. E ancora: Castelvolturno, la più grande città africana d’Europa, dove “l’uomo bianco italiano” è l’eccezione. E il Sud non finisce. Sassari, in Sardegna – dove si aiutano immigrati e indigenti ad accedere più facilmente alle cure mediche.
Ma il Sud non finisce ancora. Mario arriva a Marghera, vicino a Venezia. Anche qui, al Poliambulatorio di Emergency, migranti: come al Sud. Anche qui, sempre più italiani: come al Sud.
Mario ripensa al suo viaggio, le persone viste, le storie sentite e si dice: “Eppure, per quanto ingiusto, questo mondo non è privo di grazie, non è senza mattini per cui valga la pena svegliarsi”. Questo è il lavoro che Emergency fa in Italia. E che si chiama, appunto, “Programma Italia”.una produzione Compagnia Emergency Ong Onlus
con Mario Spallino
| drammaturgia e regia Patrizia Pasqui

lezione spettacolo e narrazione
70 minuti

SCHEDA_VIAGGIO ITALIANO

vai al programma YOUNG 2017/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Viaggio italiano

dai 15 anni

  • al Teatro dei Piccoli, Napoli speciale serale sabato 21 aprile 2018 ore 20.30
    anche a Salerno, al Teatro Ghirelli domenica 22 aprile ore 19.00

Nonostante sia un diritto riconosciuto, anche in Italia il diritto alla cura è spesso un diritto disatteso: migranti, stranieri, poveri spesso non hanno accesso alle cure di cui hanno bisogno per scarsa conoscenza dei propri diritti, difficoltà linguistiche, incapacità a muoversi all’interno di un sistema sanitario complesso.
In scena, insieme a Mario, medici, mediatori culturali, migranti, indigenti… e un barbiere toscano! Le loro storie, tutte vere, metteranno alla prova le nostre certezze, porteranno alla luce l’inadeguatezza dei luoghi comuni a cui tutti, per abitudine o ignoranza, spesso ricorriamo.
Un viaggio dal Nord al Sud compiuto dall’attore dello spettacolo per vedere da vicino la realtà di cui ha sentito parlare, per diventare così un testimone oculare e condividere domande e scoperte con il pubblico.
Mario ci porterà in Puglia, tra i raccoglitori stagionali, gli “invisibili”, sfruttati e senza diritti. Poi in Sicilia, al Poliambulatorio di Palermo e a Siracusa, dove si assistono gratuitamente i migranti ma anche italiani in stato di bisogno. E il Sud non finisce… Polistena, Reggio Calabria, dove i pazienti vengono accolti in un palazzo confiscato alla ‘ndrangheta. E ancora: Castelvolturno, la più grande città africana d’Europa, dove “l’uomo bianco italiano” è l’eccezione. E il Sud non finisce. Sassari, in Sardegna – dove si aiutano immigrati e indigenti ad accedere più facilmente alle cure mediche.
Ma il Sud non finisce ancora. Mario arriva a Marghera, vicino a Venezia. Anche qui, al Poliambulatorio di Emergency, migranti: come al Sud. Anche qui, sempre più italiani: come al Sud.
Mario ripensa al suo viaggio, le persone viste, le storie sentite e si dice: “Eppure, per quanto ingiusto, questo mondo non è privo di grazie, non è senza mattini per cui valga la pena svegliarsi”. Questo è il lavoro che Emergency fa in Italia. E che si chiama, appunto, “Programma Italia”.

una produzione Compagnia Emergency Ong Onlus
con Mario Spallino
| drammaturgia e regia Patrizia Pasqui

lezione spettacolo e narrazione
70 minuti

SCHEDA_VIAGGIO ITALIANO

vai al programma YOUNG 2017/2018