La Nuvola

spettacolo installazione in abbinamento a laboratorio didattico

1_ Nuvola d’acqua e d’aria [età consigliata 3/8 anni]

2_ 9mesi, come comincia la vita [età consigliata 4/8 anni]

3_ Libertà di migrare, diritto di stare [età consigliata 4/7 anni]

Info

Nuvola d‘acqua e d’aria

“Dove andiamo a fare la pioggia? Sopra i bimbi che giocano a calcio?
Sopra i bimbi che mangiano il gelato? No! Andiamo sopra a questo bel campo di grano!”

Entriamo all’interno di uno spazio morbido, chiuso e protetto, dove ad accoglierci troviamo il sorriso di una ragazza. E’ Gaia! In un batter di ciglia ci ritroveremo dentro una grande nuvola, un batuffolo d’aria e d’acqua, in viaggio per tutta la terra. Noi saremo insieme a lei e l’accompagneremo sopra alte montagne e sconfinate pianure, rabbrividiremo fra i ghiacci del polo Nord e ci riscalderemo al sole del deserto per salire ancora più in alto fino alla luna. Ma quando tornerà il sole e inizierà un nuovo giorno, ricomincerà il viaggio, attraverso il corso di milioni di fiumi, per arrivare al mare dove tutto finisce oppure, forse, ricomincia.

Un racconto di emozioni, suoni, percezioni, colori, odori come in una bolla di sapone!

I bambini entrano scalzi all’interno di una bianca nuvola di tessuto delicato, si potrà carezzarla lievemente, si ascolterà la storia di un volo e di un vento leggero, si racconterà di acqua e di aria, si andrà sui campi e sulle vette per sapere del ciclo dell’acqua e del formarsi delle bianche nuvole.

Nella nuvola vive un personaggio che affronterà un lungo viaggio in compagnia dei piccoli ospiti che si concluderà nel grande mare blu ma solo per un attimo perché il ciclo dell’acqua è pronto a ricominciare!

con Sandra Mouaikel – ideazione Luciana Florio
spazio scenico Monica Forster, effetti sonori Enrico de Capoa, luci Riccardo Cominotto, design Monica Forster

1_NUVOLA D’ACQUA E D’ARIA_scheda artistica

2_NUVOLA D’ACQUA E D’ARIA_info tecniche

galleria fotografica

9mesi, come comincia la vita

“Quando una mamma e un papà decidono di avere un bambino… dove vanno a prenderlo?
Al Supermercato? O in mezzo ai fiori se cercano una femminuccia e ai cavoli se desiderano un maschietto?”

Avvolti da morbido tessuto delicato, stretti e coccolati da pochi e ovattati rumori esterni, si comincerà con il raccontare una storia. Una di quelle storie in cui ognuno, almeno per una volta, è stato protagonista: la nascita. Sospesi in una grande bolla di colore rosa i piccoli ospiti, accompagnati da un personaggio misterioso, vivranno la magia di tornare nella pancia della mamma. Un po’ per farsi cullare ancora una volta dal moto di dolce liquido amniotico guidati dal suono delle ninne nanna e un po’ per scoprire come nasce una vita. E ancor di più come ci si trasforma, in nove lunghi mesi, da lenticchie piccole piccole a bambini veri: il colore della pelle, degli occhi e dei capelli, la forma del naso e l’altezza.

Un’esperienza percettiva che gioca con i ricordi della prima infanzia per un primo approccio alla sessualità.

con Sandra Mouaikel – ideazione Luciana Florio 
spazio scenico Monica Forster, effetti sonori Enrico de Capoa, luci Riccardo Cominotto



galleria fotografica

Libertà di migrare, diritto di restare

altre produzioni