Mag
25
Gio
le nuvole a FUTURO REMOTO 2017 @ Padiglione 1 a Futuro Remoto
Mag 25–Mag 28 giorno intero

Il laboratorio SIMBIOSI e il gioco racconto scientifico SPAZIO VITALE ideati, realizzati e condotti dai comunicatori scientifici de Le Nuvole sono fra gli eventi in programma per i ragazzi alla XXXI edizione di FUTURO REMOTO 2017 – CONNESSIONI a cura di Città della Scienza/Fondazione Idis in programma in Piazza del Plebiscito, Napoli, dal 25 al 28 maggio.

Dopo un lungo tour che ha portato il progetto #scienzainviaggio in giro per l’Italia da Padova a Genova, Bolzano e Senigallia Le Nuvole – già impegnate ogni giorno in attività di accoglienza, visita guidata e animazioni scientifiche a CORPOREA, il primo museo interattivo del corpo umano in Europa – tornano ad animare SPAZIO VITALE l’inedito gioco racconto scientifico ideato e realizzato dai comunicatori scientifici Mariangelad’Aquino, Gianluca Pacca, Massimo Ruccio, Nadia Santafede nell’ambito di FUTURO REMOTO – CONNESSIONI lì dove era stato presentato al pubblico la prima volta lo scorso ottobre 2016. A questa proposta, sempre all’interno del PADIGLIONE 1 tutti i giorni da giovedì 25 a domenica 28 maggio dalle ore 10 alle ore 22, si aggiunge il laboratorio SIMBIOSI che nasce dall’idea e dal lavoro di altri due comunicatori scientifici Laura Pellegrini e Gianluca Vitiello sempre destinato ad un pubblico di bambini e ragazzi dai 6 anni.

SPAZIO VITALE, dai 6 anni, è un racconto sull’esistenza a tutte le dimensioni in cui, grazie all’ausilio di microscopi, esperimenti ed un affascinante gioco di ruolo, gli ospiti saranno catapultati nella galassia, alla scoperta di microbi mutanti, esopianeti e molecole vitali. “Un tavolo laboratorio multimediale, organizzato in isole, arricchito da diverse installazioni per scoprire com’è nata la vita sul nostro Pianeta – riferiscono d’Aquino, Pacca, Ruccio e Santafede e aggiungono – Un allestimento che si presenta come metafora di viaggio, di ricerca, di esplorazione, di sogno, di meraviglia, di tentativo di comprendere da dove veniamo e dove stiamo andando, senza dimenticare dove siamo”.

Il laboratorio SIMBIOSI, dai 6 anni, è incentrato sull’omonimo fenomeno – dal greco “sin-bios” ossia con-vivere, vivere a contatto – che è l’associazione tra due o più organismi appartenenti a specie diverse. Uno degli aspetti più intriganti del mondo naturale, infatti, è rappresentato dalle diverse forme di simbiosi che si stabiliscono nel corso di milioni di anni di evoluzione tra esseri viventi, che – indirettamente – hanno anche un’utilità per l’uomo. Attraverso l’utilizzo di modelli scientifici tridimensionali – ideati e costruiti in paste modellabili, poliuretano, polistirolo, vernici e resine sintetiche dai comunicatori scientifici de Le Nuvole – si sperimenterà con il pubblico alcune di queste forme di ‘contatto’. “L’idea di realizzare modelli tridimensionali su grande scala – chiariscono Pellegrini e Vitiellonasce dall’esigenza di FAR VEDERE MEGLIO soprattutto ad un pubblico non sempre abituato ad osservare il mondo microscopico, permettendo agli utenti di ogni formazione ed età di visualizzare i ‘micro mondi’ nascosti negli ambienti naturali e le incredibili interazioni racchiuse in essi”.

 

Giochi, laboratori, storytelling, formazione partecipata come SPAZIO VITALE e SIMBIOSI sono progetti ideati dal gruppo LE NUVOLE INNOVAZIONE e SVILUPPO costituito da comunicatori della scienza senior per arrivare lì dove le parole da sole non possono.

La partecipazione agli eventi di FUTURO REMOTO è gratuita. Info su www.cittadellascienza.it/futuroremoto.

 

Giu
9
Ven
Raccogliere e Bruciare Napoli Teatro Festival @ Teatro Galleria Toledo

“Portare sulla scena, dopo averla imbrattata qua e là di lingua e di suoni napoletani, l’incredibile Antologia di Spoon River, capolavoro di Edgar Lee Masters è sempre stato un mio obiettivo. Ho cominciato a provarci sulla carta all’inizio del biennio 1994/95, mentre scrivevo e progettavo il testo-spettacolo Co’stell’azioni, lavorando di traduzione su piccoli brani e procedendo con grandissima cautela.
Perché, si sa, quella di dare in altra lingua le parole, le emozioni, i suoni, i sensi di una diversa civiltà o etnia, lasciandone inalterata la verità profonda è un’operazione delicata e di responsabilità. […]
Di conseguenza, ci son voluti da parte mia un paio di decenni e molte prove di lavoro di scrittura traduttoria del testo poetico americano, per decidermi a darne finalmente una possibile versione scenica partenopea, in ottanta frammenti, scelti accuratamente all’interno dei 263 frames complessivi di cui si compone l’originale di Lee Masters” Enzo Moscato

 

liberamente ispirato alla Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters
testo, ideazione scenica e regia Enzo Moscato; con Giuseppe Affinito, Massimo Andrei, Benedetto Casillo, Salvatore Chiantone, Gino Curcione, Enza Di Blasio, Carlo Di Maio, Caterina Di Matteo, Cristina Donadio, Tina Femiano, Gino Grossi, Carlo Guitto, Amelia Longobardi, Ivana Maione, Vincenza Modica, Rita Montes, Anita Mosca, Enzo Moscato, Francesco Moscato, Imma Villa e con la partecipazione di Oscar e Isabel Guitto, Isabella Mosca Lamounier, Lucia Celi, Rosa Davide;
installazioni Mimmo Paladinoluci Cesare Accetta; musiche originali di scena Enza Di Blasio; ricerche musicali Teresa Di Monaco; costumi Daniela Salernitano
trucco Vincenzo Cucchiara; assistente alla regia Angelo Laurino; organizzazione Claudio Affinito
una coproduzione Fondazione Campania dei Festival – Napoli Teatro Festival Italia, Compagnia Teatrale Enzo Moscato – Casa del Contemporaneo

INFO BIGLIETTI www.napoliteatrofestival.it



 

Giu
16
Ven
CONcertosa con Liceo Musicale Margherita di Savoia @ Certosa di San Martino

Il Liceo statale “Margherita di Savoia”, nel cuore del centro antico di Napoli, a pochi anni dalla sua istituzione offre già 19 corsi di strumento diversi, a partire dai legni (clarinetto, flauto, oboe, fagotto e sax), fino agli ottoni (corno e tromba e trombone), agli archi (violino, viola, violoncello e contrabbasso) alle percussioni, al pianoforte, alla chitarra, al  mandolino, alla fisarmonica,  all’arpa e al canto.

La scuola è dotata di quattro laboratori attrezzati per la musica d’insieme, con pianoforti, percussioni, archi, fiati;  di un laboratorio di tecnologie musicali con stazione mobile di registrazione,  di due laboratori di percussioni etniche e latino americane, di due aule di pianoforte, attrezzate con pianoforti a coda, impianto voci e LIM,  di un’aula di arpa con Arpa Gran Concerto e Arpa Celtica e di una sala teatro con pianoforte a coda  per i concerti. Il  Liceo musicale del Margherita di Savoia si pone come esperienza unica di istituzione pubblica musicale a Napoli.

La manifestazione – promossa dal Polo museale della Campania diretto da Anna Imponente, con il sostegno dell’Associazione Amici di Capodimonte Le Nuvole, con il patrocinio del Comune di Napoli –  è dedicata alle formazioni musicali dei giovani  e sottolinea il grande valore che riveste per l’infanzia e l’adolescenza l’esperienza musicale collettiva dal punto di vista sociale, intellettuale e dello sviluppo, favorendo l’aggregazione, la crescita culturale e le capacità espressive dell’individuo.

Dopo l’esibizione i piccoli musicisti e le loro famiglie saranno accolti e accompagnati  alla scoperta delle sezioni più importanti del Museo, al fine di arricchire la loro esperienza artistica.

INFO 081 2294 524; email  [email protected]  – www.polomusealecampania.beniculturali.it
La partecipazione è gratuita per i visitatori muniti di biglietto d’ingresso al museo.

Giu
17
Sab
Il cunto di Maruzza al Pausilypon Suggestioni all’imbrunire @ Parco Archeologico di Pausilypon
Il cunto di Maruzza al Pausilypon Suggestioni all'imbrunire @ Parco Archeologico di Pausilypon | Napoli | Campania | Italia
           Un “cunto”

Quello che viene presentato è un “cunto” della tradizione siciliana. Un racconto,  che si svolge  su un’ isola abitata da sirene e uomini forti,  che richiama i personaggi dell’Odissea di Omero, e si snoda tra magia, fantasia e realtà sullo sfondo di leggende arcaiche e superstizioni della Sicilia di fine ‘800 e inizio ‘900.

Quella che viene proposta è una storia mostruosa e seducente come lo sono le storie antiche dove cielo e mare si incontrano.
Una donna ricama con le sue mani sculture di ferro.
Un uomo dona lucentezza a quelle sculture con acqua di mare.
Due fratelli, due artigiani, si fanno compagnia, mentre lavorano alla loro  opera più magica, una lunga coda di sirena.

“Il cunto” è condiviso, sussurrato, in siciliano,  incantevole lingua, che è musica per chi vuole raccontare, per chi desidera ascoltare e farsi compagnia.
Attenti a non tagliarsi con quel filo che cuce, che fila e che sfila ed ha sapore di ferro, di mare e di vendetta.

una produzione Casa del Contemporaneo – Progetto della Compagnia Bottega Bombardini
con Rosario Sparno e Antonella Romano
adattamento e regia  Rosario Sparno; istallazioni Antonella Romano; costumi Alessandra Gaudioso

Info, biglietti, accesso al sito su www.suggestioniallimbrunire.it

Giu
23
Ven
CONcertosa con Coro Voci Bianche Teatro San Carlo @ Certosa di San Martino

Il Coro di voci bianche del Teatro di San Carlo di Napoli, diretto da Stefania Rinaldi, è nato nel marzo del 2004 quale fulcro di un progetto educativo rivolto alle generazioni più giovani e si pone tra gli obiettivi quello di sviluppare ulteriormente il ruolo di referente culturale del Teatro nei confronti del tessuto cittadino attraverso un coinvolgimento diretto dei giovani, ai quali offrire l’opportunità di trasformarsi da fruitori di spettacoli, in veri e propri protagonisti.
Grazie all’attività del coro, non solo i coristi ma anche le loro famiglie, hanno avuto modo di avvicinarsi ad un’istituzione (il Teatro lirico) talvolta, completamente sconosciuta, ma che ha in se, per sua natura, la valenza di propulsore privilegiato di valori non solo culturali ed artistici ma anche sociali.
Crescere con la musica è dunque per i cantori del Coro delle Voci Bianche del teatro di San Carlo una realtà quotidiana: nel corso di questi anni, centinaia di ragazze e ragazzi di varie età, hanno avuto l’opportunità di approfondire le proprie competenze musicali, di scoprire in se il talento, di vivere l’esperienza di montare un allestimento lirico-sinfonico, di esibirsi al fianco di famosi interpreti, suscitando l’interesse della città, della critica e del pubblico.

La manifestazione – promossa dal Polo museale della Campania diretto da Anna Imponente, con il sostegno dell’Associazione Amici di Capodimonte Le Nuvole, con il patrocinio del Comune di Napoli –  è dedicata alle formazioni musicali dei giovani  e sottolinea il grande valore che riveste per l’infanzia e l’adolescenza l’esperienza musicale collettiva dal punto di vista sociale, intellettuale e dello sviluppo, favorendo l’aggregazione, la crescita culturale e le capacità espressive dell’individuo.

Dopo l’esibizione i piccoli musicisti e le loro famiglie saranno accolti e accompagnati  alla scoperta delle sezioni più importanti del Museo, al fine di arricchire la loro esperienza artistica.

INFO 081 2294 524; email  [email protected] – www.polomusealecampania.beniculturali.it
La partecipazione è gratuita per i visitatori muniti di biglietto d’ingresso al museo.

Giu
24
Sab
Premio Viviani 2017 a Gigi Proietti @ Castellammare di Stabia
Premio Viviani 2017 a Gigi Proietti @ Castellammare di Stabia | Campania | Italia

Gigi Proietti è il vincitore del Premio Viviani 2017, la consegna del premio avverrà con un evento allestito presso la Reggia di Quisisana (Castellammare di Stabia, NA) all’imbrunire, ovvero dalle ore 19, alla presenza di:

Vincenzo De Luca Presidente della Regione Campania
Antonio Pannullo Sindaco di Castellammare di Stabia
Luigi Grispello Presidente Fondazione Campania dei Festival
Giulio Baffi curatore del progetto Cantieri Viviani

e la Piccola Banda Urbana di Ciro Riccardi e Antonella Monetti  che regalerà al pubblico alcuni brani tratti dal repertorio “Devoti a Viviani”.

L’evento giunge a completamento della ricca programmazione della prima edizione del “Festival Viviani” dedicato a Raffaele Viviani e al suo grande universo di musica e teatro, protagonista a Castellammare di Stabia dal 24 al 28 maggio 2017 scorsi nel  bellissimo spazio del Parco delle Antiche Terme di Stabia con incontri, mostre, concerti e spettacoli, quale conclusione del primo percorso dei “Cantieri Viviani”, un progetto didattico, culturale e spettacolare,  sostenuto dalla Regione Campania, curato da Giulio Baffi e realizzato dalla Fondazione Campania dei Festival presieduta da Luigi Grispello, con la collaborazione del Comune di Castellammare di Stabia e Le Nuvole vai all’evento CANTIERI VIVIANI

L’ingresso è libero e consentito fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Per informazioni: tel. 081 19560383, online www.cantieriviviani.it ; email [email protected]

INVITO WEB VIVIANI_24GIUGNO

Giu
29
Gio
Ria Rosa per Napoli Teatro Festival @ Cortile delle Carrozze, Palazzo Reale

La donna d’oggi, è inutile negarlo,
 non è più la vile ancella, oggi abolisce in pieno la gonnella,
 e ‘sta gonnella ‘a metto ‘ncuollo a te…!
Ria Rosa, “Preferisco il ‘900”, 1937- Fusco/Valente

“Ria Rosa” è un viaggio che è una rivoluzione in musica, che parte da Napoli e arriva a New York attraverso i versi delle canzoni osate, cantate, suonate, provate, respinte.
“Ria Rosa” è arte contemporanea, istallazione che si colloca nella memoria, arte sfrontata che non teme il rifiuto.
“Ria Rosa” è varietà brillante, intelligente e dissacrante dove si prende in giro un tipo di mentalità maschilista che ancora oggi si fatica a contrastare.
Ria Rosa, sciantosa del Cafè Chantant, nasce a Napoli con il nome di Maria Rosaria Liberti. Debutta nel 1915 a 16 anni ed è subito contesa da impresari ed editori musicali per le sue capacità recitative e la voce scura e teatrale.
 Nel 1922 va in tournée a New York. Prima artista italiana a vestirsi da uomo per la sua interpretazione di “Guapparia”. Fonda una propria compagnia, allestisce sceneggiate su problemi sociali come quello delle ragazze madri. Dal 1933 è ufficialmente emigrata in America, dove non teme di prendere posizione in difesa degli anarchici Sacco e Vanzetti. Antifascista e femminista ante litteram, Ria “la nonna delle femministe”, contribuisce a gettare le basi per un’idea di donna più moderna ed emancipata.

Uguaglianza, giustizia e libertà sono concetti che trovano ampio spazio nei versi da lei cantati; libertà di fumare, di ballare, di vestirsi e truccarsi contravvenendo al moralismo del tempo che vede la donna relegata nel ruolo di madre e moglie devota.
 Tante sono le sciantose napoletane negli anni del varietà e del cafè chantant, tante diventano famose in America, ma poche di queste con i loro spettacoli gettano le basi per un’idea di donna più moderna.

Lo spettacolo inizia con un brano del 1895 “‘A risa”, rielaborazione di un brano originale afro-americano, che segna l’era del disco a Napoli ed anche rappresenta il primo esempio di contaminazione tra i repertori della musica napoletana e americana; lo stesso periodo che, indubbiamente, è fondamentale per l’avanzata nella coscienza collettiva della ridefinizione e della portata della presenza femminile nella società. Ria Rosa ci accompagnerà in questo viaggio che terminerà negli anni ‘40 quando lei si trasferisce a New York e idealmente la musica napoletana ha compiuto un definitivo passo verso l’integrazione.
“Ria Rosa” racconta questo straordinario periodo storico di grandi cambiamenti collocandolo in una cornice contemporanea, per osservarlo con occhi nuovi, per sentirlo vicino, molto più di quello che immaginiamo. L’ironica e coraggiosa Ria Rosa abbandona le scene nel 1937, quando decide di lasciare per sempre l’Italia fascista.
“Ogni cosa è illuminata dalla luce del passato” Jonathan Safran Foer

con Antonella Romano, Rino De Masco, Rosario Sparno; pianoforte Giosi Cincotti; installazioni Antonella Romano; costumi Alessandra Gaudioso
; regia Rosario Sparno
una produzione Le Nuvole Casa del Contemporaneo

INFO BIGLIETTI www.napoliteatrofestival.it

 

Giu
30
Ven
Fabio Concato & Paolo Di Sabatino Trio per MUSICA AI TEMPLI @ Parco Archeologico di Paestum
Fabio Concato & Paolo Di Sabatino Trio per MUSICA AI TEMPLI @ Parco Archeologico di Paestum | Paestum | Campania | Italia

Fabio Concato & Paolo di Sabatino Trio.

Un viaggio emozionante, tra i templi di Paestum (nei pressi del Nettuno), alla scoperta del nuovo album ‘Gigi‘: il repertorio dei successi di Fabio Concato viene riproposto in chiave jazz, con gli arrangiamenti e l’accompagnamento di Paolo Di Sabatino (piano), Marco Siniscalco (basso) e Glauco Di Sabatino(batteria).

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

La direzione artistica è di Gaetano Stella, la direzione organizzativa di Animazione ‘90.

Musica ai templi @ Parco Archeologico di Paestum

Quest’estate a Paestum: musica e danza ai templi ogni venerdì dal 30 giugno al 15 settembre ore 21:00, nei pressi del tempio di Nettuno. Una rassegna con la direzione artistica di Gaetano Stella e la direzione organizzativa di Animazione ’90.

INGRESSO
iniziative incluse nel biglietto d’ingresso o nell’abbonamento Paestum Mia, biglietto d’ingresso: € 11,00 dalle ore 19:00 (ultimo ingresso ore 23:00).

INFO
0828 811023 o [email protected]
www.museopaestum.beniculturali.it 

scarica la locandina  

 

 

 

Ria Rosa per Napoli Teatro Festival @ Cortile delle Carrozze, Palazzo Reale

La donna d’oggi, è inutile negarlo,
 non è più la vile ancella, oggi abolisce in pieno la gonnella,
 e ‘sta gonnella ‘a metto ‘ncuollo a te…!
Ria Rosa, “Preferisco il ‘900”, 1937- Fusco/Valente

“Ria Rosa” è un viaggio che è una rivoluzione in musica, che parte da Napoli e arriva a New York attraverso i versi delle canzoni osate, cantate, suonate, provate, respinte.
“Ria Rosa” è arte contemporanea, istallazione che si colloca nella memoria, arte sfrontata che non teme il rifiuto.
“Ria Rosa” è varietà brillante, intelligente e dissacrante dove si prende in giro un tipo di mentalità maschilista che ancora oggi si fatica a contrastare.
Ria Rosa, sciantosa del Cafè Chantant, nasce a Napoli con il nome di Maria Rosaria Liberti. Debutta nel 1915 a 16 anni ed è subito contesa da impresari ed editori musicali per le sue capacità recitative e la voce scura e teatrale.
 Nel 1922 va in tournée a New York. Prima artista italiana a vestirsi da uomo per la sua interpretazione di “Guapparia”. Fonda una propria compagnia, allestisce sceneggiate su problemi sociali come quello delle ragazze madri. Dal 1933 è ufficialmente emigrata in America, dove non teme di prendere posizione in difesa degli anarchici Sacco e Vanzetti. Antifascista e femminista ante litteram, Ria “la nonna delle femministe”, contribuisce a gettare le basi per un’idea di donna più moderna ed emancipata.

Uguaglianza, giustizia e libertà sono concetti che trovano ampio spazio nei versi da lei cantati; libertà di fumare, di ballare, di vestirsi e truccarsi contravvenendo al moralismo del tempo che vede la donna relegata nel ruolo di madre e moglie devota.
 Tante sono le sciantose napoletane negli anni del varietà e del cafè chantant, tante diventano famose in America, ma poche di queste con i loro spettacoli gettano le basi per un’idea di donna più moderna.

Lo spettacolo inizia con un brano del 1895 “‘A risa”, rielaborazione di un brano originale afro-americano, che segna l’era del disco a Napoli ed anche rappresenta il primo esempio di contaminazione tra i repertori della musica napoletana e americana; lo stesso periodo che, indubbiamente, è fondamentale per l’avanzata nella coscienza collettiva della ridefinizione e della portata della presenza femminile nella società. Ria Rosa ci accompagnerà in questo viaggio che terminerà negli anni ‘40 quando lei si trasferisce a New York e idealmente la musica napoletana ha compiuto un definitivo passo verso l’integrazione.
“Ria Rosa” racconta questo straordinario periodo storico di grandi cambiamenti collocandolo in una cornice contemporanea, per osservarlo con occhi nuovi, per sentirlo vicino, molto più di quello che immaginiamo. L’ironica e coraggiosa Ria Rosa abbandona le scene nel 1937, quando decide di lasciare per sempre l’Italia fascista.
“Ogni cosa è illuminata dalla luce del passato” Jonathan Safran Foer

con Antonella Romano, Rino De Masco, Rosario Sparno; pianoforte Giosi Cincotti; installazioni Antonella Romano; costumi Alessandra Gaudioso
; regia Rosario Sparno
una produzione Le Nuvole Casa del Contemporaneo

INFO BIGLIETTI www.napoliteatrofestival.it

 

Lug
4
Mar
mmm…momenti di musica per monelli @ Teatro dei Piccoli
Lug 4–Lug 6 giorno intero

12 performers, giovani musicisti breakdancers acrobati provenienti da 5 paesi europei – Gran Bretagna, Finlandia, Turchia, Romania e Italia – hanno incrociato le loro strade e hanno voluto costruire insieme un progetto di teatro danza con musica dal vivo che vuole coinvolgere in workshop interattivi bambini e ragazzi che vivono condizioni di disagio e isolamento culturale. Senza ricorrere alle parole, ma solo attraverso l’uso del corpo e dei suoni, dell’empatia delle emozioni e della musica.

Questo è BITE MY SKIPE, il progetto inserito in Europa Creativa, programma quadro dell’Unione Europea dedicato al settore culturale e creativo, che dal 2016 e fino al 2018 vedrà impegnati Flying Gorillas/UK, Fundatia Philadelphia Transylvania/Romania, Kulttuuriosuuskunta Kokemo/Finlandia, BTMuzikEvi/Turchia e Le Nuvole/Italia.

Dopo una piccola apparizione al Summer Scampia Jam sabato 1 luglio, ecco il programma degli appuntamenti:

martedì 4 luglio
ore 10|16 visita guidata a CORPOREA il primo museo interattivo sul corpo umano della scienza e PLANETARIO in collaborazione con i comunicatori scientifici de Le Nuvole e workshop riservato ai ragazzi ospiti dei Campi Estivi in collaborazione con Fondazione Idis/Città della Scienza;

ore 20.30 anteprima della performance “mmm… momenti di musica per monelli” in Villa Comunale a Castellammare di Stabia_per tutti, fino ad esaurimento posti

 

mercoledì 5 e venerdì 7 luglio ore 17|19 workshop for children_evento a numero limitato di spettatori solo su prenotazione_riservato a gruppi scolastici, dagli 8 anni

giovedì 6 luglio ore 18  MMM…Mischievous Music Moment
interactive dance performance with live music_evento per tutti, dai 3 anni

Eventi gratuiti per il pubblico
INFO LE NUVOLE 0812395653/7299 (feriali 9/17) e [email protected]

 

scarica la cartolina>>>segui l’aggiornamento del programma alla pagina fb @teatrolenuvole

 

Lug
7
Ven
Dall’inferno all’infinito con Monica Guerritore @ Parco Archeologico di Paestum

Dall’Inferno all’Infinito con Monica Guerritore

La potente forza creativa dell’Immaginazione delle pagine di Hillmann e Citati accompagnano e forse spiegano (in parte) la discesa nel nero, nell’intima natura umana, che Dante mette in versi nei canti iniziali dell’Inferno (Divina Commedia); la sua ricerca e il suo incontro con le parti del Sé.
Nelle bellissime parole di Wagner, la forza della musica (che accompagna tutta la performance) diventa motore emotivo e precede, accompagna e amplifica il tormento delle passioni amorose (Paolo e Francesca), di abbandono (La Tentazione della Valduga), di ferocia come nel canto del conte Ugolino. Di abissi naturali che portano in scena anche figure materne e paterne: Pasolini, Morante.
Tutto rende la ricerca e il racconto interiore e poetico di Maestri lontani tra loro per epoca, un’unica grande anima che racconta le infinite vie della testimonianza del Sé.
Le parole di Umberto Eco e del grande psicanalista Galimberti accompagnano, noi uomini di oggi, nella comprensione del nostro Inferno interiore e dell’Infinito intuìto…Tutto percepito e a noi consegnato da un’unica fonte, l’Intuizione artistica, di uomini e donne  che hanno “cercato se stessi”(C.Pavese).

Nella mia intenzione, il desiderio forte di sradicare parole, testi, versi altissimi dalla loro collocazione ‘conosciuta’ per restituirgli un ‘senso’ originario e potente, sicura che la forza delle parole di Dante, togliendole dal canto e dalla storia, ci avrebbe restituito un senso originario, ci avrebbe condotto all’interno delle zone più dense, oscure e magnifiche dell’animo umano. Sicura che, seguendo un percorso di incontro con le sue figure di riferimento (Virgilio, il suo super-Io, Beatrice/Francesca e gli aspetti del Femminile, il Caos dell’Inferno, Ugolino, il Padre) si sarebbe potuta avvicinare intimamente l’ispirazione originale di Dante nell’affrontare la Divina Commedia. Senza paura dei tagli e senza paura di proseguire quel racconto con parole, e testi altissimi di altri autori, più vicini a noi, come Morante, Pasolini, Valduga.
A noi solo il merito di ‘esserci’ e ‘dire’ e ‘ascoltare’.
A voce alta… col cuore e con la testa… e alla fine “e naufragar m’è dolce in questo mare/ e quindi uscimmo a riveder le stelle”.
Forse…

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017

 

Lug
14
Ven
Artisti all’…HOPERA @ Parco Archeologico di Paestum

 

Hopera è un viaggio poetico ed onirico nelle arie e melodie celebri del Bel Canto italiano ed europeo che, con raffinatezza ed ironia, vengono riportate all’oggi per farne apprezzare bellezza ed immortalità.
Le arie di Verdi, Leoncavallo, Rossini, Handel, Mozart sono esaltate dai coreografi Galimberti, Di Luzio e De Virgiliis attraverso un linguaggio elevato ma fruibile, contaminato da intrecci gestuali, non sense ed un sagace pizzico di follia.

Sottile l’humor che accompagna la levità romantica e sentimentale dell’Opera e che trascina lo spettatore in suggestioni impalpabili e paradossali, scaturendo sorriso e divertimento, permettendo a tutti la fruizione inconsapevole di un patrimonio musicale di grande spessore.
Ancora una volta tradizione ed innovazione sono il binomio vincente che caratterizza l’elevata qualità della Compagnia.

 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Lug
21
Ven
NAPOLETTANGO con Lello Giulivo @ Parco Archeologico di Paestum
L’idea di realizzare questo concerto nasce dal mio grande desiderio di misurarmi, da cantante ed interprete, con la canzone napoletana e la canzone tango dei primi del ‘900.
Queste due grandi espressioni musicali si accostano, si sfiorano, sono una parte dell’altra, ed entrambe hanno avuto mirabili interpreti che hanno contribuito a renderle famose in tutto il mondo. I due più grandi interpreti, tanto da essere considerati i capiscuola ognuno nel suo genere, sono sicuramente Gennaro Pasquariello e Carlos Gardel; ed è a loro che mi sono ispirato per la realizzazione di questo progetto. Il primo, interprete e procreatore della Canzone di Giacca, della Macchietta, della Voce Ricamatrice; il secondo, autore ed interprete di quella Canzone Tango non più relegata a musica da postribolo ma, finalmente, riconosciuta e consacrata anche dalle classi sociali più elevate. Due generi distanti eppure tanto simili, due espressioni di una passionalità profonda ed estrema, tipica dei popoli meridionali.
Lello Giulivo
Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Lug
28
Ven
De Sica e Fellini in musica @ Parco Archeologico di Paestum

Un cine concerto dedicato a De Sica e Fellini e soprattutto alle musiche che sono stati la colonna sonora dei loro più grandi successi cinematografici.

Sul palco tre grandi musicisti del panorama italiano: il sassofonista argentino Javier Girotto, il fisarmonicista Davide Cavuti e il pianista Paolo Di Sabatino, un trio che ha all’attivo numerosi concerti in tutta Italia e la loro collaborazione è testimoniata anche dalla pubblicazione di alcuni lavori discografici.

Il cine-concerto partirà dalle immagini de “I Vitelloni”, “La strada” e “la Dolce Vita” tutti con la regia di Federico Fellini, quest’ultimo con attori protagonisti Marcello Mastroianni e Anita Ekberg, film sceneggiati dal pescarese Flaiano, per la musica di Nino Rota. L’omaggio a Fellini proseguirà con il main-tehme del film “8 ½” sempre del duo Fellini – Rota con una particolare rielaborazione del brano da parte del Trio Cavuti-Girotto-Di Sabatino applauditissima dal pubblico italiano e estero e una emozionate performance del tema musicale di “Amarcord” composto da Nino Rota tratto per il film di Federico Fellini. Il pubblico potrà poi calarsi nelle esilaranti immagini del film “Totò Peppino e i fuorilegge” di Camillo Mastrocinque e nel capolavoro del neorealismo “Ladri di Biciclette”, film per il quale Vittorio De Sica, altro grande protagonista della serata, vinse il suo secondo Premio Oscar.

 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Lug
29
Sab
La cantata della grecità con Moni Ovadia @ Parco Archeologico di Paestum
La cantata della grecità con Moni Ovadia @ Parco Archeologico di Paestum | Campania | Italia

La cantata della grecità. L’età dei miti senza età.
Nell’ambito di Teatri Antichi Nostri Contemporanei

Moni Ovadia, narratore e conoscitore delle civiltà e delle storie che dall’antico portano alla modernità, interpreta un testo “cucito” – con l’aiuto di Luciano Canfora, grande esperto di cultura classica – sul tema dei miti e degli eroi antichi.

Lo spettacolo parte dai testi classici e dalla loro rilettura contemporanea da parte del grande poeta greco Ghiannis Ritsos,uno degli autori maggiori del nostro Novecento, capace di dare una voce autentica, moderna e umanissima agli dei e agli eroi dell’antica Grecia. I protagonisti scelti da Moni Ovadia sono Elena, Agamennone e Crisotemi, la figlia di Agamennone e di Clitennestra. Grandi miti che hanno attraversato la letteratura classica per approdare alla nostra contemporaneità: il confronto tra i testi , le diverse sensibilità e lo spirito acuto dell’autore-attore ce li restituisce in maniera affascinante e brillante.I testi “classici” scelti da Luciano Canfora sono di Omero ed Euripide.

Sul palco insieme a Moni Ovadia ad eseguire musica dal vivo ci saranno Stefano Albarello (qanun), Dimitris Kotsiouros (bouzouki e baglamas), Paolo Rocca (clarinetto, clarinetto basso), ad anticipare l’arrivo in palcoscenico Orazio Cerino de Le Nuvole/Casa del Contemporaneo che si farà interprete di un breve racconto della storia del Parco Archeologico di Paestum.

Il progetto infatti vuole contribuire alla valorizzazione dei luoghi non solo con lo spettacolo ma anche favorendo la loro conoscenza storica e artistica.

Testo di Moni Ovadia e Luciano Canfora; con Moni Ovadia, musica dal vivo con Stefano Albarello qanun; Dimitris Kotsiouros bouzouki e baglamas; Paolo Rocca clarinetto, clarinetto basso; fonico Mauro Pagiaro. Progetto di QAccademy, realizzato in coproduzione con Corvino Produzioni. Consulenza artistica al progetto Roberto Andò. Mibact 2017

Evento inserito nella manifestazione PAESTUM BY NIGHT a cura di Parco Archeologico di Paestum e CAMPANIA BY NIGHT a cura di Scabec e la collaborazione de Le Nuvole/Casa del contemporaneo.

Partecipazione gratuita per i possessori del biglietto di ingresso al Parco Archeologico di Paestum (euro 11,00 biglietto integrato con apertura serale dalle 20 alle 24 – museo aperto fino alle 22). INFO 0812395653 o [email protected] (feriali 9>17).

scarica locandina rassegna teatri antichi

 

Ago
4
Ven
AMORES con Debora Caprioglio e Edoardo Siravo @ Parco Archeologico di Paestum

Saffo, Orazio, Ovidio, ma anche Dante Alighieri e Stefano Benni, Ennio Flaiano per tante “visioni prospettiche” del sentimento più controverso e inevitabile, attraverso poesie, pensieri, lettere e testi teatrali, da un’idea di Edoardo Siravo. “E’ un equilibrato mix di parole e musica che attinge alla produzione di Artisti di tutti i tempi che hanno saputo raccontare al mondo situazioni, peculiarità ed emozioni, racchiuse tra le mille sfaccettature dell’Amore – si legge dalle note di regia – E’ uno spettacolo dove parole, gesto e canto dribblano tra ironia e passione, sarcasmo, soavità e semplice senso del reale. Una rappresentazione teatrale dove parole, gesti e recitazione si fondono con ironia e passione, sarcasmo e soavità nel semplice senso del reale”. Debora Caprioglio ed Edoardo Siravo hanno avuto la collaborazione del compositore abruzzese Davide Cavuti per allestire il testo e le musiche della performance teatrale.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Ago
11
Ven
Lucio incontra Lucio @ Parco Archeologico di Paestum

Uno spettacolo che racconta i successi e i lati più intimi di due tra i più grandi cantanti ed autori nella storia della musica italiana: Lucio Dalla e Lucio Battisti, due artisti per molti aspetti diversi ma accomunati da una sconfinata passione per la musica e nati curiosamente a poche ore di distanza, rispettivamente il 4 e il 5 marzo 1943.

Protagonista dello spettacolo l’attore Sebastiano Somma, regista ed interprete, in particolare, per entrambi i musicisti dei loro lati meno artistici e più umani. Ad accompagnarlo il Martucci Vocal Ensemble, accompagnato da un quintetto jazz capitanato da Sandro Deidda al sax e Guglielmo Guglielmi al pianoforte.

Due musicisti che hanno rinnovato profondamente la canzone italiana, influenzando inevitabilmente tutti coloro che sono venuti dopo. Battisti lo ha fatto in modo più personale, scegliendo di non apparire sulle scene per diversi anni, evitando i concerti e formando con Mogol (autore dei testi di gran parte delle sue canzoni) un sodalizio che resterà nella storia della musica italiana; Dalla, autore estroso capace di scrivere testi eccezionali, è stato meno solitario, ha duettato con i più grandi cantanti italiani e internazionali ed ha fatto conoscere (insieme a Morandi, Guccini ed altri) la sua Bologna nel mondo, dando vita ad un filone cantautorale che oggi rivive in artisti come Cesare Cremonini e Samuele Bersani.

“Lucio incontra Lucio” è uno spettacolo in cui si immagina un incontro di anime ed arte che purtroppo non è mai avvenuto: Dalla infatti chiese a Battisti negli anni ottanta di lavorare insieme ad una tournée e ad un disco, ma Battisti rifiutò. Dopo oltre trent’anni da quel giorno Sebastiano Somma tenta di mettere sul palco quell’incontro artistico, immaginando come sarebbe potuto essere: “Lucio incontra Lucio” ripropone i successi che hanno segnato un’epoca ed offre al pubblico un doppio ed accurato ritratto dei due, da cui emergono affinità e differenze.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Ago
18
Ven
Musica dal grande schermo @ Parco Archeologico di Paestum

 

La tromba di Ennio Morricone e di molti altri artisti, Nello Salza è associato alle più grandi ed indimenticabili colonne sonore del cinema italiano e internazionale che saranno proposte in questa serata fra musica e grande schermo.

Nello Salza ha trasformato in musica le note di “La lettera di Lincoln”, brano della soundtrack del film che ha fatto aggiudicare l’Oscar al Maestro Morricone per la miglior colonna sonora tratta dall’ultimo capolavoro di Quentin Tarantino, The Hateful Eight. Artista riservato e cordiale, umile, è uno dei più grandi trombettisti italiani. Con la tromba, un colpo di fulmine a sei anni, è partito dalla gavetta, sin dai tempi della Banda, per arrivare ad essere definito “la tromba del cinema italiano”. Ha suonato con Nicola Piovani, Armando Trovajoli e Luis Bacalov. Lo avrete già sentito in “La vita è bella”, “Nuovo cinema paradiso”, “La leggenda del pianista sull’oceano” e tanti altri capolavori del grande schermo. Interprete di oltre 400 colonne sonore, diplomato a Roma al conservatorio di Santa Cecilia, ha una cattedra di tromba, ormai da qualche anno, al Giuseppe Martucci di Salerno, città in cui vive con la famiglia. Un iter musicale incredibile che lo ha portato ad essere, tra gli altri, nel tempo, prima tromba del teatro San Carlo di Napoli e del teatro dell’Opera di Roma.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Ago
25
Ven
IL LAGO DEI CIGNI @ Parco Archeologico di Paestum

 

Lo spettacolo nasce da un’idea del regista e coreografo Luigi Martelletta.
La drammaturgia classica teatrale del balletto è, qui, abbandonata in favore di una forma di riappropriazione della realtà e dell’esperienza comune basata sui particolari e sulle singole situazioni riunite tra loro in un collage ampio e sfaccettato, secondo una metodologia di lavoro di ricerca e di graduale progresso. Fortemente legato alla tradizione accademica, Luigi Martelletta proporne un lavoro stilisticamente più snello, più vivace, alleggerendo tutti i manierismi e le pantomime che fanno parte del epertorio classico, mantenendo comunque le coreografie originali, presentando tutte quelle danze e quell’itinerario danzato che molti conoscono e si aspettano: i cigni, la danza spagnola, la danza russa, il valzer, i passi a due e molto altro.

La particolarità di questo spettacolo consiste proprio nella capacità di unire fantasia e realtà, di proporsi vivo e attualissimo pur dimorando in un suo pianeta espressivo che sa di antico, di già visto, di già vissuto. L’ideale neoclassico di una bellezza assoluta, regolata da un ordine imperturbabile, è l’obiettivo totalizzante della creazione.

Coreografie Marius Petipa Regia Luigi Martelletta Musiche P.I. Chaikovskj
con le etoiles internazionali MARIJA KICHEVSKA, BOBAN KOVACHEVS 

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Set
1
Ven
IL PICCOLO PRINCIPE musical @ Parco Archeologico di Paestum

Il viaggio del Piccolo Principe  ha segnato generazioni con il suo significato tangibile, ossia come gli uomini crescendo riescano a perdere il candore e il contatto con le cose importanti, non cogliendo più il senso di ciò che possiedono, che vivono e provano.

Il Piccolo Principe è un romanzo fantastico, che senza pretese cerca di essere d’insegnamento alle persone che lo leggono, evidenziando importanti valori, quali la purezza, l’armonia e l’amore per l’universo oltre che per tutti gli esseri viventi che lo popolano.
La messa in scena, in stile commedia musicale, esalta la parte “fantastica” del racconto per cui ogni personaggio viene accompagnato da un “tema” peculiare che lo rende riconoscibile. Tutti questi temi, alla fine, diventano una canzone corale che, oltre a essere assolutamente spettacolare, racconta in maniera inequivocabile che lo stare insieme, la collaborazione, la sinergia possono migliorare la qualità della nostra comunicazione e quindi della nostra vita. Il fascino della spettacolarità si completa con le scintillanti coreografie, gli appariscenti costumi, la scenografia surreale, una drammaturgia assolutamente fruibile e divertente e un’effettistica di luci e di suoni tipica delle commedie musicali.
Una produzione Teatronovanta e Gaetano Stella

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Set
8
Ven
8 settembre 1943: REMEMBER @ Parco Archeologico di Paestum

 

La Big Band viene fondata a Verona nel 1990 su iniziativa del maestro Luca Orazietti, diplomato al Conservatorio F.E. dell’Abaco di Verona ed insegnante di Clarinetto e Sassofono. Da sempre predilige il genere musicale Swing quale modo particolare di interpretare il Jazz.

Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Set
15
Ven
POSEIDONIA on stage @ Parco Archeologico di Paestum
Poseydonia on stage è nato per rappresentare artisticamente un determinato momento della storia di Paestum, il periodo greco. Attraverso l’impiego di filmati e di ricostruzioni virtuali 3d ed in parte teatrale attraverso la recitazione, la musica e la danza il racconto scenico proporrà la vita dei fondatori di Paestum: la loro partenza da Helike, l’arrivo degli Achei a Sibari, la fondazione della città ed il successivo viaggio che li portò fino al fiume Sele dove nacque il santuario di Hera Argiva, l’insediamento, la bonifica, la divisione del terreno, i rapporti con gli Etruschi, le attività di semina e di raccolto, fino alla costruzione di Poseydonia con l’ausilio della strumentazione informatica in virtuale 3d.
La rappresentazione farà rivivere la vita quotidiana della città di Poseydonia: il contadino, il commerciante, il marinaio, il rito del matrimonio in tutte le sue fasi; la promessa, i sacrifici, la preparazione alla festa, l’abito della sposa, i cibi, la festa nuziale, i brindisi, la processione nuziale che accompagnava la sposa a casa dello sposo, il rito funerario, la festa annuale in onore di Hys l’ecista.
Il fascino delle musiche realizzate sulla base dei documenti ritrovati utilizzando strumenti d’epoca come l’aulos, flauti, lira, tamburello, nacchere, etc. diventerà vera e propria emozione quando si eseguiranno i brani cantati in greco antico.
Una produzione Animazione 90, testi e musica Guido Cataldoregia Gaetano Stella
Inserito in MUSICA AI TEMPLI, il ricco programma di concerti ed aperture serali al Parco Archeologico di Paestum per l’estate 2017.

 

Nov
19
Dom
scienzainviaggio SPAZIO VITALE @ Orto Botanico Napoli
Nov 19–Nov 21 giorno intero

Spazio Vitale – Un arcipelago di scoperte
a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole 

SPAZIO VITALE – IL GIOCO 
Un gioco-racconto dell’esistenza a tutte le dimensioni. I giocatori potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale (microscopi, esperimenti, exhibit) di gioco-racconto scientifico, incentrato sulla nascita della vita sul nostro pianeta e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo.

SIMBIOSI – IL LABORATORIO
Quali sono gli organismi che vivono a stretto contatto? Che tipo di interazione si stabilisce tra loro? Esistono casi di simbiosi tra due specie che indirettamente siano di utilità per l’uomo? Modelli scientifici tridimensionali per raccontare alcune tra le più suggestive forme di interazione, più o meno intimo, tra organismi tanto diversi tra loro.

#scienzainviaggio è un progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia.
Prossimi appuntamenti:
  • domenica 18 novembre ore 9|15, lunedì 20 e martedì 21 novembre ore 9|13.30 presso l’Orto Botanico, Napoli nell’ambito della Festa dell’Albero_www.ortobotanico.unina.it

Scienza a 360°.
I comunicatori scientifici de Le Nuvole immaginano, progettano, creano, realizzano
laboratori, mostre, spettacoli, scienceshow, storytelling, dimostrazioni
per approfondire le competenze  sulla matematica, sull’arte, sui viventi e sulla materia…

… PER VEDERE FACILI LE COSE DIFFICILI

 

Per schede di approfondimento, info costi e prenotazioni

 [email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

vai a la brochure le nuvole_scienza

 

Mar
9
Ven
FAMELAB Napoli 2018 @ Osservatorio Astronomico di Capodimonte
FAMELAB Napoli 2018 @ Osservatorio Astronomico di Capodimonte | Napoli | Campania | Italia

FAMELAB ITALIA è il talent show della scienza promosso dall’ente culturale britannico British Council, con il coordinamento su base nazionale in Italia di Psiquadro di Perugia. Basterà inviare una email a [email protected] entro il 5 marzo 2018 (regolamento e modalità di partecipazione su www.famelab-italy.it) per accedere alla giornata di selezione a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo in collaborazione con INAF – Osservatorio Astronomico di Capodimonte e Fondazione Idis/Città della Scienza organizzata venerdì 9 marzo 2018 ore 20 all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.

La serata di concluderà con le osservazioni del cielo con i telescopi dell’Osservatorio in collaborazione con Unione Astrofili Napoletani. Un evento da non perdere dunque sia per aspiranti concorrenti che pubblico di curiosi di scienza!

Il progetto intende coinvolgere giovani scienziati e ricercatori, oltre che il grande pubblico, sull’importanza della divulgazione in ambito scientifico con mezzi semplici ma efficaci e di forte impatto.

Protagonisti del progetto sono 31 paesi tra Europa, Asia e America; in Italia, oltre a Napoli, altre 9 città (ovvero Ancona, Foggia, Catania, L’Aquila, Modena, Padova, Perugia e Trieste) ospiteranno le selezioni locali da cui usciranno i partecipanti (2 per ciascuna selezione) alla Finale Nazionale in programma in aprile a Roma dove sarà designato il campione italiano che volerà alla finale internazionale durante il Cheltenham Science Festival, nel Regno Unito, nel mese di giugno.

L’appuntamento di Napoli si inserisce, inoltre, nell’ambito del progetto CO_scienze, un progetto contenitore de Le Nuvole/Casa del Contemporaneo che sistemizza un premio di drammaturgia scientifica, una collana di teatro e scienza e le rassegne di eventi di comunicazione teatrale della scienza.

Alla presenza di una giuria composta da esperti del settore della scienza e della comunicazione, ma anche dinanzi al pubblico in sala, i concorrenti – ricercatori o studenti tra i 18 e i 40 anni – saranno chiamati a presentare in 3 minuti di tempo un argomento a carattere scientifico utilizzando unicamente la propria voce ed il proprio corpo. Lo scopo sarà risultare affascinanti e coinvolgenti oltre che comprensibili anche per il grande pubblico.

Ai primi due classificati, oltre al diritto di accesso alla finale di Roma, sarà assicurata anche la partecipazione ad una masterclass sulla comunicazione della scienza.

 

Per partecipare alla selezione occorre compilare il modulo di iscrizione online a FameLab Napoli.

Per informazioni scrivi a: [email protected]   

www.famelab-italy.it

www.lenuvole.it

www.oacn.inaf.it

www.cittadellascienza.it

Apr
18
Mer
SCIENZAINVIAGGIO eXperiscuola2018 @ I.C.Bolzano2
Apr 18 giorno intero

Torna, per il 5° anno consecutivo, presso l’Istituto Comprensivo Bolzano 2 la rassegna scientifica EXPERISCUOLA, nata da un’idea di Le Nuvole e direzione I.C. Bolzano II e la collaborazione dell’Intendenza Scolastica per la Provincia di Bolzano, che quest’anno ha per tema Ordine e Caos.

Nel pomeriggio di mercoledì 18 aprile, con apertura al pubblico dalle 15.00 alle 18.00 presso la scuola primaria “Langer” e dalle 16.00 alle 19.00 nella scuola primaria “Don Bosco”, ciascuna classe delle due primarie insieme anche alle studentesse e agli studenti delle classi prime della scuola secondaria “A. Negri” proporrà al pubblico di genitori e curiosi appassionati di scienza il proprio exhibit, frutto del lavoro sinergico svolto da ragazzi ed insegnanti nel corso dell’anno scolastico. Giovedì 19 e venerdì 20 aprile avranno luogo invece delle repliche dei laboratori rivolte alle alunne e agli alunni dell’Istituto Comprensivo.

Con un approccio assolutamente multidisciplinare, spaziando dall’ambito più strettamente scientifico-matematico a quello artistico-espressivo, la mostra indaga ORDINE E CAOS nelle varie accezioni storica, linguistica, scientifica, filosofica, meteorologica, psicologica, musicale e poetica perché la matematica e la cultura scientifica non rappresentano una Conoscenza a parte, ma una parte importante della Conoscenza che cammina insieme alla cultura umanistica.

 

 

I bambini ed i ragazzi imparano a scoprire com’è fatto e come funziona il mondo che li circonda – dichiara la Dirigente I.C. Bolzano II prof.ssa Carmela GrassoLe scoperte diventano testi, elaborati con i linguaggi a loro più congeniali: verbale, iconico, mimico-gestuale, mantenendo inalterati il rigore fondante del metodo scientifico, la specificità del lessico e la reale spiegazione dei fenomeni“.

 

 

Le scoperte, debitamente allestite colorando corridoi, atri, scale ed aule, saranno proposte alla visione della cittadinanza trasformando le sedi degli istituti scolastici in veri e propri science center curati dagli stessi bambini e ragazzi in collaborazione con il personale docente e ausiliario dell’intero Istituto per rendere affascinante la visita a questo luogo di scienza che è nato in città e che da momento di sensibilizzazione alla scienza punta ad essere luogo dove continuare a costruire cittadinanza (anche scientificamente) consapevole.

 

Un’occasione in cui la scuola, tra tecnologie e scienze, tra narrazione e rappresentazione, tra arte e astronomia, si apre alla città – conclude Salvatore Fruguglietti, responsabile progetti scientifici de Le Nuvole di Napoli – all’insegna del ‘se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se sperimento capisco’ per far comprendere con passione e naturalezza che la scienza è complessa ma non complicata e ci sono modi  in cui le meraviglie della scienza possono essere fruite in maniera ludica, chiara e gradevole“.

 

 

 

INFO https://experiscuola.jimdo.com/

 

Apr
27
Ven
scienzainviaggio con SPAZIO VITALE a RISVEGLI Padova @ Orto Botanico Padova
Apr 27–Mag 1 giorno intero

#scienzainviaggio progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia con il progetto Spazio Vitale è da venerdì 27 aprile a martedì 1 maggio a Padova ospite di RISVEGLI festival che l’Università di Padova dedica alla scienza e alla cultura nell’ambito del palinsesto degli eventi Universa presso l’Orto Botanico di Padova … teatro, musica, conferenze, laboratori e uno straordinario calendario dedicato alla sperimentazione e alla curiosità: della scienza, delle arti e della cultura…_www.ortobotanicopd.it

Spazio Vitale – Un arcipelago di scoperte
a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole 

SPAZIO VITALE – IL GIOCO (8/18 anni)
Un gioco-racconto dell’esistenza a tutte le dimensioni. I giocatori potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale (microscopi, esperimenti, exhibit) di gioco-racconto scientifico, incentrato sulla nascita della vita sul nostro pianeta e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo.

SPAZIO VITALE – SIMBIOSI IL LABORATORIO (8/18 anni)
Quali sono gli organismi che vivono a stretto contatto? Che tipo di interazione si stabilisce tra loro? Esistono casi di simbiosi tra due specie che indirettamente siano di utilità per l’uomo? Modelli scientifici tridimensionali per raccontare alcune tra le più suggestive forme di interazione, più o meno intimo, tra organismi tanto diversi tra loro.

SPAZIO VITALE – LA NUVOLA SPETTACOLO INSTALLAZIONE (4/7 anni)
In una nuvola bianca, Gaia porta con sè un seme, Elio, che ha perso la sua terra. Un divertente viaggio geograco, all’inseguimento di fenicotteri, farfalle, cavallucci marini e specie vegetali che hanno trasformato le barriere in punti di contatto tra spazi vitali. Un viaggio per scoprire che il seme lanciato in aria, può far nascere la vita, dappertutto! Piante, animali, essere umani hanno libertà di migrare, diritto di restare.

#scienzainviaggio è un progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia

Scienza a 360°.
I comunicatori scientifici de Le Nuvole immaginano, progettano, creano, realizzano
laboratori, mostre, spettacoli, scienceshow, storytelling, dimostrazioni
per approfondire le competenze  sulla matematica, sull’arte, sui viventi e sulla materia…

… PER VEDERE FACILI LE COSE DIFFICILI

 

Per schede di approfondimento, info costi e prenotazioni

 [email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

vai a la brochure le nuvole_scienza

 

Mag
10
Gio
scienzainviaggio con SPAZIO VITALE a FOSFORO la festa della scienza @ Piazza del Duca Senigallia
Mag 10–Mag 13 giorno intero

#scienzainviaggio progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia con il progetto Spazio Vitale è da giovedì 10 aprile a domenica 13 maggio a Senigallia ospite di FOSFORO la festa della scienza_www.fosforoscienza.it

Spazio Vitale – Un arcipelago di scoperte
a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole 

SPAZIO VITALE – IL GIOCO (8/18 anni)
Un gioco-racconto dell’esistenza a tutte le dimensioni. I giocatori potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale (microscopi, esperimenti, exhibit) di gioco-racconto scientifico, incentrato sulla nascita della vita sul nostro pianeta e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo.

SPAZIO VITALE – SIMBIOSI IL LABORATORIO (8/18 anni)
Quali sono gli organismi che vivono a stretto contatto? Che tipo di interazione si stabilisce tra loro? Esistono casi di simbiosi tra due specie che indirettamente siano di utilità per l’uomo? Modelli scientifici tridimensionali per raccontare alcune tra le più suggestive forme di interazione, più o meno intimo, tra organismi tanto diversi tra loro.

SPAZIO VITALE – LA NUVOLA SPETTACOLO INSTALLAZIONE (4/7 anni)
In una nuvola bianca, Gaia porta con sè un seme, Elio, che ha perso la sua terra. Un divertente viaggio geograco, all’inseguimento di fenicotteri, farfalle, cavallucci marini e specie vegetali che hanno trasformato le barriere in punti di contatto tra spazi vitali. Un viaggio per scoprire che il seme lanciato in aria, può far nascere la vita, dappertutto! Piante, animali, essere umani hanno libertà di migrare, diritto di restare.

#scienzainviaggio è un progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia

Scienza a 360°.
I comunicatori scientifici de Le Nuvole immaginano, progettano, creano, realizzano
laboratori, mostre, spettacoli, scienceshow, storytelling, dimostrazioni
per approfondire le competenze  sulla matematica, sull’arte, sui viventi e sulla materia…

… PER VEDERE FACILI LE COSE DIFFICILI

 

Per schede di approfondimento, info costi e prenotazioni

 [email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

vai a la brochure le nuvole_scienza

 

Mag
15
Mar
Maggio all’infanzia Napoli 2018 rassegna di spettacoli fatti dai ragazzi @ Teatro dei Piccoli, Napoli

MAGGIO ALL’INFANZIA NAPOLI 2018
teatro scuola vedere fare – rassegna di spettacoli fatti dai ragazzi

1 mese | 9 Istituti Scolastici | 41 spettacoli | 55 classi | 139 docenti | 1.145 studenti

MAGGIO ALL’INFANZIA è una rassegna di teatro fatto dai ragazzi, a conclusione
di un articolato percorso, iniziato a ottobre, denominato TEATRO SCUOLA VEDERE FARE.
Durante l’anno, i ragazzi, hanno visto molti spettacoli teatrali di compagnie professioniste, iniziando così la formazione come spettatore teatrale, cioè di colui che sa vedere quel particolare oggetto d’arte, nato per essere visto, che è lo spettacolo teatrale.
Parallelamente, a scuola, sono iniziati i laboratori sul fare. Il teatro, con la propria modalità creativa, si è integrato con l’esperienza scolastica, ha consolidato i percorsi curriculari e di didattica, favorendo la scoperta di nuove modalità di trasmissione di conoscenze in grado di far leva anche sull’intelligenza emotiva.
Il teatro abbatte barriere territoriali, culturali e sociali, crea una comunità aperta, assicura a tutti il proprio spazio e insegna a superare i limiti potenziali di ognuno, perché uno spettacolo è un gioco di squadra cui si partecipa tutti paritariamente.
Il progetto ha il suo punto di forza nel lavoro in team, in cui insegnanti, operatori teatrali, mediatori culturali hanno organizzato le proprie competenze, in un processo interdisciplinare, per un percorso di educazione alla consapevolezza di sé, alla relazione con l’altro, all’interazione creativa di gruppo, al centro del quale è stato posto “una persona in fase di crescita o trasformazione”.
Silenzio dunque. Predisponiamoci alla visione e all’ascolto degli spettacoli ideati e messi in scena dai nostri ragazzi, dei loro pensieri che si fanno parole e gesti, che incarnano sogni, paure e progetti. Il cantiere creativo si racconta oggi e merita tutta la nostra attenzione. Su il sipario!
per Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – Morena Pauro

Anche quest’anno si parte per l’avventura teatrale e pedagogica di un progetto che vede sempre di più il bambino e il ragazzo al centro di un’azione educativa fondamentale
per la propria crescita. Il lavoro con più di 100 docenti si è strutturato in un progetto dove l’autoformazione, la formazione, la pratica laboratoriale sono stati il cardine e il motore di una complessa macchina organizzativa e artistica allo scopo di creare momenti essenziali di dibattiti, confronti, studio; tutto per realizzare un “sogno”, che forse è più tangibile di quanto possa apparire. L’augurio è che questo sogno lo possano realizzare anche i nostri destinatari. Più di 1000 bambini verranno accolti in teatro invadendo uno spazio completamente dedicato a loro per concretizzare il loro piccolo/grande SOGNO. Grazie!!!
per AGITA – Salvatore Guadagnuolo e Peppe Coppola e gli operatori Adriana Sparano, Lina Cascella

Maggio all’Infanzia_libricino_2018

CALENDARIO
al Teatro dei Piccoli, tutti i giorni  al mattino dalle ore 10 e al pomeriggio dalle ore 15

martedì 15
ore 10
3AC primaria – IC Madonna Assunta, Napoli EMOZIONI…SCOPPIETTANTI!
4B primaria – IC 78° Cariteo Italico, Napoli ACCHIAPPAPENSIERI
5B primaria – IC Ferdinando Russo, Napoli EMOZIONI IN SCENA
ore 15
3B primaria – 63° CD Andrea Doria, Napoli SIGNORI BAMBINI!
4A primaria – IC 78° Cariteo Italico, Napoli LA VALLE DEI MULINI la magia di un sogno
4B primaria – IC Madonna Assunta, Napoli IN PRINCIPIO FU … IL FUOCO

mercoledì 16
ore 10
2CF primaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli ORO BLU
3D primaria – IC Madonna Assunta, Napoli EMOZIO-NATI
5AB primaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli DOLCE E NON DOLCE! QUESTA È L’AMICIZIA
ore 15
3A primaria – 63° CD Andrea Doria, Napoli LA NAVE DEI DIRITTI: DA SCUGNIZZI A SCOLARETTI
3B primaria – IC Madonna Assunta, Napoli PALE BLU DOT (UN PALLIDO PALLINO BLU)

giovedì 17
ore 10
1B primaria – IC 91° Minniti, Napoli LE DUE REGINE
2ABCD primaria – IC Madonna Assunta, Napoli GOCCE IN MUSICA
5AC primaria – IC Ferdinando Russo, Napoli GLI ALTRI SIAMO NOI

lunedì 21
ore 15
1ABCD primaria – IC Madonna Assunta, Napoli COLORI!
4A primaria – 63° CD Andrea Doria, Napoli ALICE, FORSE.
4C primaria – IC Madonna Assunta, Napoli VIAGGIATORI NEL TEMPO

martedì 22
ore 10
1A secondaria – IC Madonna Assunta, Napoli NEMMENO CON UN FIORE
1B secondaria – IC Madonna Assunta, Napoli NON HO PIÙ PAURA
1D secondaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli VUOI VOLARE CON ME?
ore 15
5A primaria – IC Madonna Assunta, Napoli 1989 STORIE DI … MURI
2B secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli LEZIONI … DI VITA
2C secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli SULLA STRADA DI CASA

mercoledì 23
ore 10
2AB primaria – IC 91° Minniti, Napoli ARCIMBOLDO A MODO NOSTRO
3D primaria – 63° CD Andrea Doria, Napoli WOW!
4C primaria – IC 78° Cariteo Italico, Napoli PICCOLI ATTORI AMICI
ore 15
2DE primaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli RIMARE mare di rime – rime di mare
4 AE primaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli L’ARCA DEI SOGNI
5B primaria – IC Madonna Assunta, Napoli TPG Testo Per il Giornale ovvero Tempi Per Gioire

giovedì 24
ore 10
1E secondaria – IC Ferdinando Russo, Napoli BAMBINI…UN FANTASTICO MONDO DI SOGNI
1F secondaria – IC 4° Pergolesi, Pozzuoli OFFLINE
2C secondaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli IL NOSTRO ORLANDO, MATTO FURIOSO
ore 15
4A primaria – IC Madonna Assunta, Napoli HO BATTUTO LA TESTA: SONO UN FUOCO DI IDEE
5C primaria – IC Madonna Assunta, Napoli ESPLOSIONE NAPOLETANA
5D primaria – IC Madonna Assunta, Napoli NON È VERO, MA CI CREDO

venerdì 25
ore 10
1I secondaria – SMS Diano, Pozzuoli A ME MI … LE FIABE INSEGNANO A VOLARE
2Q secondaria – SMS Diano, Pozzuoli VORREI…, IO MI SENTO FORTUNATO
3F secondaria – IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli JE SO’ PAZZO
ore 15
5E primaria – IC Madonna Assunta, Napoli [email protected]
1AB secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli PINOCCHIO, IL BAMBINO BURATTINO
2A secondaria – IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli IO TI S-BOCCIO

apertura biglietteria 30 minuti prima dell’inizio
ingresso posto unico euro 3, gratuito per docenti e dirigenti scolastici – per gruppi prenotazione obbligatoria a [email protected] o 0812395653 (feriali 9/17).


TEATRO SCUOLA VEDERE FARE è un progetto di Morena Pauro – Le Nuvole/Casa del Contemporaneo con Salvatore Guadagnuolo – Agita, Giorgio Testa – Casa dello Spettatore. La Fondazione non profit SAT è attiva dalle sponde dell’Adriatico a quelle del Tirreno. Il suo scopo è ideare e realizzare strumenti e momenti di arte, creatività, gioco e conoscenza per le nuove generazioni e per gli adulti che a queste dedicano saperi e passione. Maggio all’Infanzia, articolato tra Bari e Napoli, ne è un esempio: un Festival plurale di arti espressive declinate a favore dei più giovani, costruito a partire dall’esperienza teatrale dei fondatori di SAT: Kismet/Teatri di Bari (Puglia) e Le Nuvole/Casa del Contemporaneo (Campania).

MAGGIO ALL’INFANZIA Napoli è al Teatro dei Piccoli
Via Usodimare o Via Terracina – Mostra d’Oltremare, Napoli
per informazioni e prenotazioni
Le Nuvole – Casa del Contemporaneo
www.lenuvole.it[email protected]
0812395653 – 0812397299 (feriali 9/17)

fb le Nuvole – evento Maggio all’Infanzia Napoli

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mag
17
Gio
ESPLORAZIONI_incontri con i docenti @ Teatro Kismet/Teatro Abeliano
Mag 17–Mag 20 giorno intero
ESPLORAZIONI_incontri con i docenti @ Teatro Kismet/Teatro Abeliano | Bari | Puglia | Italia

CORSO DI AGGIORNAMENTO 

a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo in collaborazione con Salvatore Guadagnuolo, AGITA

  • destinatari: docenti di scuole di ogni ordine e grado (numero limitato di partecipanti, prenotazione obbligatoria*)
  • durata: 30 ore complessive
  • date: maggio 2018 giovedì 17 (5 h), venerdì 18 (10 h), sabato 19 (10 h) domenica 20 (5 h)
  • sede di realizzazione: Bari, Teatro Kismet Strada San Giorgio Martire, 22/f e Teatro Abelliano via Padre Kolbe, 3
  • costi e modalità di pagamento: € 150,00** (comprensiva di incontri condotti dagli esperti; visione degli spettacoli – circa 10 selezionati dalla vetrina MAGGIO ALL’INFANZIA; alloggio, in formula B&B, in camera doppia per tre notti
; bus navetta per gli spostamenti interni in città
; lista ristoranti convenzionati)
  • dettagli sul calendario attività: partenza da Napoli il 17 maggio ore 13 e rientro a Napoli il 20 maggio ore 19 

     

    Un gruppo di insegnanti che insieme a operatori e artisti si interrogano sull’arte per le nuove generazioni. È su queste premesse che il Maggio all’infanzia diventerà ancora una volta, per il quarto anno, terreno di “esplorazioni”, in cui la visione degli spettacoli sarà il centro dell’osservazione ma anche il punto di partenza per allargare e spostare lo sguardo.
Un cammino guidato dentro al festival e dentro l’esperienza di essere spettatori, un appuntamento quotidiano per incontrarsi dandosi tempo e spazio per una discussione attorno al teatro, all’infanzia, ai linguaggi nuovi e già sperimentati. E poi la possibilità di valorizzare e ravvivare la stretta relazione che c’è tra l’arte per le nuove generazioni e la scuola; saranno infatti gli insegnanti i principali destinatari di questa ricerca in un viaggio di esplorazione da compiere insieme ad artisti e operatori, in cui ogni giorno accendere idee e riflessioni e realizzare un momento di analisi attiva e costruttiva.
    Andare a teatro è innanzitutto condividere un’esperienza di comunità, ed è a questa comunità che si rivolge la Casa dello Spettatore. Obiettivo principale è restituire all’arte la sua funzione sociale, alimentando la curiosità e la consapevolezza del pubblico in modo strutturato.
Imparare a “vedere” è una pratica che si vive nell’immediatezza del presente e si nutre della sorpresa e dell’imprevedibilità, ma che si struttura e si radica poi dentro l’articolazione più complessa delle vite di spettatori che sono ancora prima persone con le proprie convinzioni, con i propri sguardi. Ed è qui che la ricerca continua e l’approfondimento diventano elementi necessari: come una bussola indicano strade inesplorate, connettendo l’esperienza del singolo a quella di una collettività più ampia.
    Giorgio Testa, Casa dello Spettatore

Incontri riconosciuti come formazione per il personale della scuola in forza dell’accreditamento al MIUR di Le Nuvole come ente di formazione. È previsto l’esonero dall’obbligo del servizio. Sarà rilasciato attestato di partecipazione

*Le prenotazioni chiuderanno il 27 aprile 2018 o a esaurimento posti disponibili. Al modulo di prenotazione dovrà essere allegato la ricevuta del bonifico o il codice di detrazione dalla Carta docente. La prenotazione sarà considerata effettiva al versamento della quota di partecipazione_ scarica il modulo prenotazione_corsi di aggiornamento docenti

**La quota di partecipazione potrà essere:

  • versata con bonifico bancario intestato a Le Nuvole Soc. Coop. Via Tasso, 480 – Napoli 80127 – IBAN: IT68U0623003546000063382145 (specificare nella causale ESPLORAZIONI);
  • detratta dal bonus della Carta Docente.

 SCHEDA ESPLORAZIONI_Bari_maggio 2018

 

 

Lug
14
Sab
Paestum by night – passeggiando fra i templi sotto le stelle @ Parco Archeologico di Paestum

Il sabato e la domenica solo per l’estate fino al 26 agosto prima la luce del sole al tramonto poi il percorso di luci allestito lungo l’area archeologica guideranno il pubblico di visitatori a scoprire l’incanto di una passeggiata tra i Templi – meglio conservati della penisola – in orari di apertura straordinaria ovvero dalle 19 alle 24. Anche il Museo eccezionalmente resterà aperto fino alle 23.30 nelle giornate di giovedì, sabato e domenica

Passeggiata guidata al Tempio di Nettuno e Basilica dalle 20.00 alle 22.30 (partenza ogni 30 minuti, durata 20 minuti) € 2 a persona (oltre ingresso) su prenotazione (consigliata) a Le Nuvole 0812395653 (lun./ven. 9/17) o all’arrivo in biglietteria.

INGRESSO
biglietto d’ingresso: € 11,50 dalle ore 19:00 (ultimo ingresso ore 23:00)
iniziative incluse nel biglietto d’ingresso o nell’abbonamento Paestum Mia

INFO
tel 0828 811023 o [email protected]
www.museopaestum.beniculturali.it 

  

 

 

 

Lug
20
Ven
Giffoni Street Fest 2018 @ Giffoni Valle Piana
Lug 20–Lug 28 giorno intero
Giffoni Street Fest 2018 @ Giffoni Valle Piana | Giffoni Valle Piana | Campania | Italia

Torna anche quest’estate il GIFFONI FILM FESTIVAL e con esso anche il ricco programma di laboratori, spettacoli, musica e divertimento del GIFFONI STREET FEST.

Il Giffoni Experience, negli ultimi anni, si è reinventato e rinnovato trasformandosi in un Festival “diffuso e condiviso”. 
Una formula vincente che ha riscosso successo ed ha avuto un’ottima ricaduta sul territorio. In questa 48esima edizione del festival, dedicato all’ACQUA, ospiti nazionali ed internazionali animeranno le strade e le piazze del bellissimo borgo di Giffoni sviluppato tutt’intorno alla Cittadella del Cinema per accompagnare il pubblico di piccoli e grandi in un’esperienza completa nell’arte con musica, spettacoli, circo urbano, equilibristi, giocolieri e tanto altro ancora in una rassegna dal 20 al 28 luglio con appuntamenti dal mattino fino a notte inoltrata.

Anche Le Nuvole dà il suo contributo all’evento seguendo da vicino le compagnie di artisti, performers e musicisti invitati ad entrare per questa stagione nella grande famiglia del GIFFONI STREET FEST grazie all’occhio attento e alla sensibilità profonda di Lea Mancino.

Un festival dai mille colori, dalle mille forme, dai mille sapori.
Un’esperienza ancora più globale e totalizzante, che non si ‘accontenta’ di parlare “solo” a bambini, ragazzi e giovani ma vuole dialogare con le famiglie, proponendosi come occasione di incontro condiviso e di intrattenimento che dilagherà nelle piazze, nelle strade, nei vicoli e nei parchi di Giffoni. Vi aspettiamo!!!

 

programma, foto e video, contatti su www.giffonifilmfestival.it

E segui su  tutte le novità in tempo reale alla pagina @GiffoniStreetFest

 

 

Nov
8
Gio
lenuvole Scienza a Futuro Remoto 2018 @ Città della Scienza

Le Nuvole Scienza si confermano protagoniste di Futuro Remoto per l’anno 2018 dedicato al tema @RIGENERAZIONI in programma da giovedì 8 a domenica 11 novembre alla Città della Scienza di Napoli.

Una festa della divulgazione della scienza dove potrete incontrate Le Nuvole Scienza con:

> nel foyer superiore della sala Newton, tutti i giorni dalle 9 alle 17:

SPAZIO VITALE articolato in:

il gioco (8/18 anni)
Un gioco-racconto dell’esistenza a tutte le dimensioni. I giocatori potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale (microscopi, esperimenti, exhibit) di gioco-racconto scientifico, incentrato sulla nascita della vita sul nostro pianeta e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo.


simbiosi (8/18 anni)
Quali sono gli organismi che vivono a stretto contatto? Che tipo di interazione si stabilisce tra loro? Esistono casi di simbiosi tra due specie che indirettamente siano di utilità per l’uomo? Modelli scientifici tridimensionali per raccontare alcune tra le più suggestive forme di interazione, più o meno intimo, tra organismi tanto diversi tra loro.

 

la nuvola_ spettacoli e laboratorio (dai 4 anni)

in una nuvola bianca, Gaia porta con sè un seme, Elio, che ha perso la sua terra. Un divertente viaggio geografico, all’inseguimento di fenicotteri, farfalle, cavallucci marini e specie vegetali che hanno trasformato le barriere in punti di contatto tra spazi vitali. Un viaggio per scoprire che il seme lanciato in aria, può far nascere la vita, dappertutto! Piante, animali, essere umani hanno libertà di migrare, diritto di restare.

 

> nel Planetario, tutti i giorni alle ore 13 e 17

TOLEMAICI E COPERNICANI storytelling (dai 13 anni)
Si parte dalla convinzione vera che si è copernicani per giungere – tramite il ragionamento del pubblico – alla falsità provata e ragionata che l’universo è tolemaico, forse …
Quale sarà una delle prove che dimostra che il sole sta fermo ed è la terra a girargli intorno? O la si trova o bisogna fermare la terra!
Un viaggio di scoperta in compagnia di Galileo Galilei, Tolomeo, Copernico, Keplero e Aristotele.

Tutte le attività sono su prenotazione, sia per le scuole che per i visitatori, al desk di accoglienza della manifestazione.

Ingresso gratuito a Futuro Remoto e alle attività di SPAZIO VITALE_a pagamento (€5) TOLEMAICI E COPERNICANI.

Info www.cittadellascienza.it

 

#scienzainviaggio è un progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia

Scienza a 360°.
I comunicatori scientifici de Le Nuvole immaginano, progettano, creano, realizzano
laboratori, mostre, spettacoli, scienceshow, storytelling, dimostrazioni
per approfondire le competenze  sulla matematica, sull’arte, sui viventi e sulla materia…

… PER VEDERE FACILI LE COSE DIFFICILI

 

Per schede di approfondimento, info costi e prenotazioni

[email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

vai a lenuvolescienza_2018_19

 

Dic
19
Mer
‘a cantata de’ ‘e pasture @ Teatro Karol TK
'a cantata de' 'e pasture @ Teatro Karol TK | Castellammare di Stabia | Campania | Italia

15 giovanissimi attori – selezionati attraverso una manifestazione di interesse – hanno partecipato al laboratorio di lettura e messa in scena del poemetto ’A Cantata d’’e Pasture di Raffaele Viviani, realizzato presso il Teatro Karol di Castellammare di Stabia nel mese di dicembre 2018, sotto la direzione di Rosario Sparno e la collaborazione di Luca Iervolino.

Rossella Amato, Adele Amato De Serpis, Stefania Boccia, Antonio Clemente, Carlo Cuomo, Roberta D’angelo, Germana Di Marino, Jessica Anna Festa, Sara Guardascione, Matteo Lanzara, Fortuna Liguori, Roberto Pappalardo, Maria Claudia Pesapane e Caterina Salerno in una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo, nell’ambito di CANTIERI VIVIANI – FESTIVAL VIVIANI un progetto di Regione Campania dei Festival, a cura di Giulio Baffi.

“La tradizione teatrale a Napoli trova ne La Cantata dei pastoridi Andrea Perrucci del 1698 una delle testimonianze più forti e partecipate dai napoletani. A canta d’ ‘e pasturedi Raffaele Viviani, straordinario poemetto del 1931, a questa tradizione vuole rendere omaggio. Una vera e propria orchestra per voci: versi dal ritmo serrato, suggestioni potenti, esplosioni linguistiche che fanno rivivere quella che era “La Cantata” come festa del popolo dove attori improvvisati e spettatori interagivano dando vita ad uno spettacolo nello spettacolo.

“So spettacole ‘e Natale
è na vecchia tradizione
comm’ ‘a tombola, ‘o bengale,
‘o Presepio, ‘o capitone”

Un poemetto che con una rapida pennellata dipinge un’epoca che non c’è più: “Chille ‘e mo nun fanno niente pecchè ‘a vonno stilizzà”

Con questo studio abbiamo tentato di far rivivere quei suoni e quell’atmosfera proprio attraverso la stilizzazione del poemetto.
Uno studio su Viviani poeta che ci ha permesso di conoscere, indagare, studiare, masticare, orchestrare e rivivificare una lingua che incanta e che attira, patrimonio di tradizione e visioni future”.
Rosario Sparno

La performance finale aperta al pubblico sul lavoro svolto si terrà sempre al Teatro Karol d Castellammare di Stabia (NA) mercoledì 19 dicembre 2018 ore 19.00.

**INGRESSO GRATUITO FINO AD ESAURIMENTO POSTI** su prenotazione a [email protected]

La performance sarà replicata presso il Centro Penitenziario Napoli-Secondigliano “Pasquale Mandato” alla presenza di un gruppo di detenuti che prendono parte al laboratorio di teatro coordinato e diretto dal regista Luca Di Tommaso.

Cantieri Viviani  è un progetto realizzato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Campania dei Festival coordinato da Giulio Baffi con la consulenza di Antonia Lezza e di Pasquale Scialò. Produzione esecutiva Le Nuvole Soc. Coop. e Vesuvioteatro.org.

info e aggiornamenti [email protected] 081 18199179

Gen
5
Sab
Omaggio a Luigi Denza @ Teatro Karol

Un concerto omaggio a Luigi Denza

La Proloco Castellammare di Stabia ha da sempre mostrato un vivo e crescente interesse per la figura di un illustre figlio della città di Castellammare, Luigi Denza, un personaggio forse ancora oggi poco noto nella sua complessità e versatilità. Nel 2001, ancora prima della nascita della Proloco Castellammare di Stabia, l’attuale presidente Gino Coppola, membro del comitato Pro Denza, insieme agli altri soci, si fece promotore di un’epigrafe commemorativa, ancora oggi posta a via Mazzini, presso la casa di Denza.

Luigi Denza (Castellammare di Stabia 1846 – Londra 1922) è stato l’autore della celeberrima “Funiculì, Funiculà”, ma anche di un considerevole numero di romanze, arie, duetti, scritte con testo in italiano, inglese, francese e tedesco, oltre naturalmente ad una nutrita produzione di canzoni napoletane. Un musicista poliedrico che insieme a Francesco Paolo Tosti, ha dato inizio a quella grande stagione della canzone d’autore napoletana che porterà alla nascita di capolavori conosciuti in tutto il mondo. Oltre che compositore, Denza è stato anche un ottimo cantante ed insegnante di canto, lavorando in periodi successivi prima alla London Academy of Music di Londra dove dal 1890 ne diverrà anche codirettore e dal 1898 alla Royal Academy of Music della stessa città inglese, dove insegnerà fino alla sua morte avvenuta nel 1922.

Il concerto vuol essere un omaggio ad un musicista troppo presto dimenticato ed i brani scelti sono alternati da testi, scritti per l’occasione da Cristian Izzo, un giovane autore teatrale di Castellammare di Stabia, che vestirà i panni dello stesso Denza. La parte musicale sarà eseguita da Anna Spagnuolo e Lello Giulivo, attori/cantanti della grande scuola di Roberto De Simone, insieme al soprano Francesca Pia Vitale promettente cantante del Conservatorio di Avellino. La parte strumentale è affidata ad un quartetto d’archi composto da Maria Rosaria Improta, Patrizia Maggio (violini), Simone Basso (viola) e Silvano Maria Fusco (violoncello) tutti docenti del Cimarosa, mentre al pianoforte ci sarà Livia Guarino. I brani sono stati scelti dalla vasta produzione di Luigi Denza; saranno eseguiti brani in dialetto napoletano, ma anche romanze scritte in italiano, francese e in lese.

Testi e drammaturgia Cristian Izzo_Trascrizioni musicali e Direzione Artistica Giuseppe Finizio.

**Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti **

Cantieri Viviani  è un progetto realizzato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Campania dei Festival coordinato da Giulio Baffi con la consulenza di Antonia Lezza e di Pasquale Scialò. Produzione esecutiva Le Nuvole Soc. Coop. e Vesuvioteatro.org.

info e aggiornamenti [email protected] 081 18199179

 

 

 

 

 

Gen
9
Mer
Napoli e Viviani @ Teatro Karol
Napoli e Viviani @ Teatro Karol | Castellammare di Stabia | Campania | Italia

Maria Nazionale rende omaggio a Raffaele Viviani e Napoli con una serata ideata – come evento unico – per festeggiare il compleanno del grande Viviani

Una cantante ed attrice di grande temperamento e sensibilità incontra il pubblico dei Cantieri Viviani per rendere il suo personale omaggio al grande autore stabiese. Quello di Maria Nazionale è nome ben noto al grande pubblico che in centinaia di appuntamenti ha sempre apprezzato la voce e l’arte di questa popolarissima cantante. Protagonista di grandi appuntamenti musicali, di trasmissioni televisive e di spettacoli teatrali, dopo il grande successo di Fado Napoletano in anteprima al Teatro Trianon Viviani di Napoli, Maria Nazionale ritorna in scena al teatro Karol di Castellammare di Stabia con un nuovo e suggestivo spettacolo dedicato sempre alla canzone classica napoletana e chiaramente al grande Raffaele Viviani.

Un concerto presentato in esclusiva per Cantieri Viviani e di cui non saranno previste altre repliche.

Con Erasmo Petringa violoncello, oud e mandola; Aniello Palomba, chitarra classica; Valerio Mola contrabbasso; Emidio Petringa percussioni_ direzione musicale a cura di Erasmo Petringa.

Cantieri Viviani  è un progetto realizzato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Campania dei Festival coordinato da Giulio Baffi con la consulenza di Antonia Lezza e di Pasquale Scialò. Produzione esecutiva Le Nuvole Soc. Coop. e Vesuvioteatro.org.

info e aggiornamenti [email protected] 081 18199179

Mag
8
Mer
Maggio all’Infanzia Napoli 2019

MAGGIO ALL’INFANZIA Napoli
è una rassegna di teatro fatto dai ragazzi, conclusione di un articolato percorso, iniziato a ottobre, denominato TEATRO SCUOLA VEDERE FARE giunto alla 5a edizione. 

Il percorso è strutturato sulle esperienze del “vedere” e del “fare”.

Durante l’anno, i ragazzi – 495 per questa 5a edizione – hanno visto molti spettacoli teatrali di compagnie professioniste inseriti all’interno della rassegna YOUNG di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo al Teatro dei Piccoli, iniziando così la formazione come spettatore teatrale, cioè di colui che sa vedere quel particolare oggetto d’arte, nato per essere visto, che è lo spettacolo teatrale.

Una ricerca aperta e condivisa intorno a quel “prima” di attese, curiosità, conoscenze e ipotesi che accompagnano lo spettatore nel tempo che precede lo spettacolo e a quel dopo di reazioni e rielaborazioni che lo segue. Giorgio Testa, Casa dello Spettatore

Parallelamente, a scuola, sono iniziati i laboratori sul fare. 8 incontri in cui ci si è confrontati sulla modalità e sulla criticità del lavoro laboratoriale di classe, stabilendo una sinergia su più livelli con l’equipe progettuale, costruendo un modello di condivisione delle conoscenze a cascata: esperti/insegnanti/allievi.

Il teatro, con la propria modalità creativa, si è integrato con l’esperienza scolastica, ha consolidato i percorsi curriculari e di didattica, favorendo la scoperta di nuove modalità di trasmissione di conoscenze in grado di far leva anche sull’intelligenza emotiva. Il processo ha visto impegnati tutti i 49 docenti coordinati da varie figure di formazione. Insieme abbiamo esplorato i diversi approcci all’arte attraverso l’educazione in un binomio arte/pedagogia in continua evoluzione, con l’obiettivo di sviluppare le competenze affinché il docente sia quel mediatore culturale di cui il teatro ha bisogno e la scuola necessita. Salvatore Guadaguolo, Peppo Coppola, Adriana Sparano di AGITA

Il laboratorio teatrale in classe – di cui ora vedremo la conclusione con MAGGIO ALL’INFANZIA in programma al Teatro dei Piccoli dal 8 al 15 maggio 2019, ogni giorno alle ore 11 e alle ore 16 – ha come fine la creazione (o il rafforzamento) di un gruppo classe forte e coeso con il dichiarato intento di coinvolgere TUTTI in un lavoro sinergico, dove sentirsi protagonisti, coinvolti e motivati in tutte le fasi del processo, a partire dalla stesura del testo fino alla messa in scena.

Il teatro abbatte barriere territoriali, culturali e sociali, crea una comunità aperta, assicura a tutti il proprio spazio e insegna a superare i limiti potenziali di ognuno, perché uno spettacolo è un gioco di squadra cui si partecipa tutti paritariamente. Il progetto ha il suo punto di forza nel lavoro in team, in cui insegnanti, operatori teatrali, mediatori culturali hanno organizzato le proprie competenze, in un processo interdisciplinare, per un percorso di educazione alla consapevolezza di sé, alla relazione con l’altro, all’interazione creativa di gruppo, al centro del quale è stato posto “una persona in fase di crescita o trasformazione”. Morena Pauro di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo

Sul palco, volutamente, pochi elementi teatrali, per lasciare tutto lo spazio e l’attenzione ai ragazzi, ai loro pensieri e alle loro parole, unici protagonisti al centro del progetto.

Silenzio dunque.

Predisponiamoci alla visione e all’ascolto degli spettacoli ideati e messi in scena dai nostri ragazzi, dei loro pensieri che si fanno parole e gesti, che incarnano sogni, paure e progetti.

Il cantiere creativo si racconta oggi e merita tutta la nostra attenzione. Su il sipario!

 

TEATRO SCUOLA VEDERE FARE è un progetto di

Morena Pauro – Le Nuvole/Casa del Contemporaneo con Salvatore Guadagnuolo – AGITA e Giorgio Testa – Casa dello spettatore

 

Si ringrazia per la 5a edizione 2019:

63° CD Andrea Doria, Napoli – D.S. Maddalena Iannone

IC 3° Rodari Annecchino, Pozzuoli – D.S. Stefania Manuela Putzu

IC 72° Ferdinando Palasciano, Napoli – D.S. Maria Luisa Salvia

IC 78° Cariteo Italico, Napoli – D.S. Maria Minopoli

IC 8° Oriani Diaz, Pozzuoli – D.S. Annalisa Iliano

IC 91° Minniti, Napoli – D.S. Rosanna Stornaiuolo

IC Ferdinando Russo, Napoli – D.S. Antonella Portarapillo

Gruppo extrascolastico Quel Che Resta…, Napoli

Gruppo extrascolastico Domus Artis, Roma

 

 

 

Mag
10
Ven
Insettigator a FOSFORO SCIENZA @ Senigallia
Mag 10–Mag 13 giorno intero

FOSFORO SCIENZA_Senigallia

venerdì 10 e sabato 11 maggio ore 16.30 e 18.00
domenica 12 maggio ore 15.30 / 16.45 / 18.00

Quest’anno a Fosforo cresciamo piccoli entomologi!
Gianluca Vitello de Le Nuvole Scienza guiderà giovanissimi scienziati (dai 7 anni) nell’identificazione di varie specie di artropodi, utilizzando chiavi dicotomiche che prendono in considerazione diversi elementi anatomici.

Le Nuvole Scienza, dal 1996, si interessa di metodologie per la formazione dei comunicatori scientifici e dell’interazione teatro-scienza nel rapporto scienza-società.

 

INFO: ingresso gratuito – contributo consigliato per il laboratorio interattivo è di 3 euro a persona. Informazioni e prenotazioni posti presso l’info point di piazza del Duca-
www.fosforoscienza.it

 

Mag
24
Ven
Biodiversità…uno science show la racconta a Padova @ Abano Terme
Biodiversità...uno science show la racconta a Padova @ Abano Terme | Abano Terme | Veneto | Italia

Che cos’è la biodiversità?
Come e perché tutelarla?
Quali sono le capacità di recupero e di sostenibilità degli ecosistemi?

In questi anni c’è bisogno di conoscenza della scienza per fare scelte di vita, e non solo, informate. Chi si occupa di comunicazione della scienza dovrebbe sentire l’obbligo di disseminare sete di conoscenza e non per insegnare ma per suscitare discussioni di scienza. Basterà la “Convenzione sulla diversità biologica” in quanto trattato internazionale adottato nel 1992 al fine di tutelare la diversità biologica (o biodiversità) l’utilizzazione durevole dei suoi elementi e la ripartizione giusta dei vantaggi derivanti dallo sfruttamento delle risorse genetiche per far si che uomini diano ad altri uomini gli strumenti per la tutela della biodiversità?

“Le piante si mimetizzano, si muovono, comunicano fra di loro. Ma come fanno a fare tutto questo?”
Uno spettacolo alla scoperta della complessità e fragilità del mondo vegetale.
Attraverso racconti ed esperimenti capiremo insieme perché tutelare la biodiversità significa tutelare il nostro futuro.

Massimo Ruccio

Lo science show, ideato e condotto da Massimo Ruccio (consulenza scientifica Mariangela D’AquinoGianluca Pacca, Laura Pellegrini) è il frutto della ricerca di una nuova metodologia di comunicazione e divulgazione della cultura scientifica. Facendo riferimento ai molteplici quesiti derivanti dal definire cosa sia biodiversità si è scelto di raccontare il fare ed il vedere piuttosto che il dire (Se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se faccio capisco). Sono andati in tal modo a definirsi il testo e le dimostrazioni esperenziali che, tra l’altro, intendono richiamare l’idea della progressione veloce della ricerca e del progresso itecnologico ma anche del consumismo edonistico e dell’incremento negativo dell’impronta ecologica dell’uomo sul sistema terra.

L’appuntamento, realizzato con Gruppo Pleiadi, si inserisce nella programmazione di eventi di comunicazione e divulgazione della scienza a cura di Orto Botanico di Padova ad Abano Terme.

Giu
2
Dom
Pulcinella che passione al Festival Arti e Orti @ Villa Barbieri PORTICI

per tutti, dai 3 anni

>alla Villa Barbieri di Portici in occasione del Festival Arti&Orti

“Buongiorno buongiorno, bambini ‘chiattulilli e sicculilli’…
il fatto è questo statemi a sentire!
Sono un poeta, un cantante e un sognatore…”

Il solito Pulcinella ne ha combinata un’altra delle sue! Riuscirà a scampare anche a questo pericolo e a tornare, finalmente dalla sua amata Palummella? Rivolto ai bimbi anche piccolissimi, la struttura dello spettacolo gioca molto con i suoni e le parole oltre che con le mani e la gestualità, che consentono l’animazione dei burattini. La voce, quindi, si trasforma di personaggio in personaggio, plasma un linguaggio ora italo-napoletano ora uno italo-siciliano costruendo un ritmo che, accompagnato da musiche di Haendel e Verdi, passa con disinvoltura dalla poesia alla filastrocca alla canzone e perfino alla balbuzie; giochi di parole, tutti, in grado di fissarsi nella memoria del giovanissimo pubblico e di coinvolgerne, quindi, la partecipazione per meglio compiere la vera magia dell’animazione.

una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
burattini e interpretazione di Antonello Furmiglieri | luci e fonica Riccardo Cominotto

 

teatro di figura in baracca, interazione con il pubblico
50 minuti

gratuito su prenotazione su evenbrite

galleria fotografica

 

 

 vai al programma completo del FESTIVAL ARTI&ORTI

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Giu
7
Ven
la Città Sotto la Città @ Circuito Archeologico Santa Maria Capua Vetere
Giu 7–Giu 30 giorno intero
la Città Sotto la Città @ Circuito Archeologico Santa Maria Capua Vetere | Santa Maria Capua Vetere | Campania | Italia

L’8° edizione de “La Città sotto la Città” a Santa Maria di Capua Vetere che proseguirà fino al 30 giugno 2019 è edicata ai culti nella spiritualità della Capua antica e cristiana.

Ricco il programma di eventi culturali che mirano alla valorizzazione e alla promozione dei tanti edifici di culto presenti in città fra cui spicca il Mitreo.

Visite guidate condotte dagli archeologi de Le Nuvole, nell’ambito del Corsorzio Arte’m net, sono state inserite dal programma di eventi a cura di Direzione Circuito Archeologico dell’Antica Capua della Dr.ssa Ida Gennarelli.

Tutti i venerdì di giugno:

visite guidate al MITREO
luogo di culto misterico che conserva ancora in buono stato il dipinto con il sacrificio rituale del toro da parte di Mithra.

il 7, 14, 21, 28 alle ore 16 e 17.30 per la durata di 60 minuti_su prenotazione

Dal 14 giugno inoltre presso il Museo Archeologico dell’Antica Capua sarà allestita la mostra “I culti a Capua Vetere: dall’oriente all’occidente” a cura del Polo Museale della Campania, con il Dipartimento di Lettere e Beni culturali DiLBeC Università degli studi della Campania visitabile autonomamente e arricchita da eventi cosultabili sula pagina facebook @anticapuacircuitoarcheologico.

Info e prenotazioni Le Nuvole 0812395653 (feriali 9/17) o biglietteria dell’Anfiteatro 08231831093 (orari apertura)_www.lenuvole.com

 

Set
27
Ven
le Nuvole Scienza alla Notte Europea dei ricercatori 2019 @ Napoli e Caserta

Per il secondo anno consecutivo Le Nuvole Scienza sarà protagonista della Notte Europea dei Ricercatori a Napoli e anche a Caserta con il progetto  SHARPER – SHAring Researchers’ Passions for Evidences and Resilience.

Una festa della divulgazione della scienza e della ricerca, che inizierà alle 18 di venerdì 27 settembre fino alla mattina di sabato 28 settembre – con una anteprima di ASPETTANDO LA NOTTE nella settimana dal 23 al 26 settembre –  alla quale partecipano le principali istituzioni accademico-scientifiche e culturali di Napoli e Caserta con un ricco programma di eventi gratuiti per grandi e piccini (conferenza stampa lunedì 16 settembre ore 12 al Museo Archeologico Nazionale di Napoli).

Scarica il programma completo di Sharper_NAPOLI-2019

Se sei una scuola e vuoi partecipare alle attività scrivi una mail a [email protected]

Ecco, in particolare, dove e quando potrete incontrate Le Nuvole Scienza:

al Museo Madre
mercoledì 25 settembre dalle ore 10 (per le scuole)

NANOMETAMORFOSI evento teatrale (dai 14 anni)
In molti parlano di nanotecnologie ma pochi sanno di che cosa si tratta. Lasciarci affascinare dal nano significa dare dei nuovi connotati ai nostri para- metri mentali. Per questo suscitano e reazioni molto diverse: c’è chi crede che rivoluzioneranno il mondo e chi le vede come foriere di catastrofi. Può uno spettacolo teatrale farci scoprire di cosa si tratta? Cos’è la nanoscienza, senza sentirci ridicoli e sciocchi come il protagonista dello spettacolo? È solo compito degli scienziati capire come funzionano le cose, o visto che la scienza e la tecnologia fanno parte della nostra vita, possiamo provarci anche noi?

al Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa
venerdì 27 settembre dalle ore 9>13 per le scuole e dalle ore 18 per il pubblico libero


NUVOLA. IN VIAGGIO
performance teatrale e laboratorio (dai 4 anni, posti limitati)
In una nuvola bianca, Gaia porta con sè un seme, Elio, che ha perso la sua terra. I bambini, con l’aiuto del vento, inizieranno un viaggio e si tufferanno nel mare e danzeranno con i cavallucci marini… fino a scoprire, che questo piccolo seme può essere lanciato nell’aria e, con il vento e l’acqua, crescere dappertutto, per fare nascere la vita! Un divertente viaggio geografico, seguendo animali e specie vegetali che hanno trasformato le ‘barriere’ in punti di contatto tra spazi vitali. Piante, animali, essere umani, sono liberi di migrare in libertà, come sono liberi i nostri pensieri, le idee e i sogni.

TOLEMAICI E COPERNICANI storytelling (dai 13 anni)
Si parte dalla convinzione vera che si è copernicani per giungere – tramite il ragionamento del pubblico – alla falsità provata e ragionata che l’universo è tolemaico, forse …
Quale sarà una delle prove che dimostra che il sole sta fermo ed è la terra a girargli intorno? O la si trova o bisogna fermare la terra!
Un viaggio di scoperta in compagnia di Galileo Galilei, Tolomeo, Copernico, Keplero e Aristotele.

RISCHIO gioco-sfida (dagli 8 anni)
Una plancia per giocare, 12 territori con pericolosità, vulnerabilità, disposizione delle strutture strategiche e indici demografici, da 4 a 6 squadre, tante carte per mitigare il rischio. Tra decisioni da prendere e caso da subire o assecondare una partita a carte per intervenire coscientemente sul territorio, mitigarne la pericolosità e ridurne il rischio. E vince il gruppo che riesce a convivere meglio col rischio e a mitigarne gli effetti

 

nella Reggia di Caserta
venerdì 27 settembre 18:45-23:30 e sabato 28 settembre 9-13

SPAZIO VITALE  gioco laboratorio (dagli 8 anni)
Un gioco-racconto dell’esistenza a tutte le dimensioni. I giocatori potranno accostarsi ad un tavolo laboratorio multimediale (microscopi, esperimenti, exhibit) di gioco-racconto scientifico, incentrato sulla nascita della vita sul nostro pianeta e sulla possibilità della sua esistenza altrove nel cosmo.Modificare il proprio DNA per poter vivere su un pianeta della fascia dei pianeti abitabili, il gruppo che riesce per primo vince!

 

 

a Palazzo Corigliano e alla Cappella Sansevero_Napoli
venerdì 27 settembre dalle ore 19

LABORATORI TEMATICI (dai 6 anni)
attività pensate per un pubblico di tutte le età per comprendere, divertendosi, il mondo intorno a noi in maniera innovativa e ludica.

 

E comunque segui la civetta di #SHARPERNAPOLI su facebook @sharper.night!!!

#scienzainviaggio è un progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia

Scienza a 360°.
I comunicatori scientifici de Le Nuvole immaginano, progettano, creano, realizzano
laboratori, mostre, spettacoli, scienceshow, storytelling, dimostrazioni
per approfondire le competenze  sulla matematica, sull’arte, sui viventi e sulla materia…

… PER VEDERE FACILI LE COSE DIFFICILI

 

[email protected] – 081.2395666 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

 

 

Lug
3
Ven
Fragile @ Palazzo Fondi
Fragile @ Palazzo Fondi | Napoli | Campania | Italia

La fragilità ci appartiene, è un valore umano e naturale, legato alla finitudine e quindi all’esistenza: questo il tema della mostra Fragile dell’artista Antonella Romano, che afferma: «La mia relazione con l’arte nasce per mezzo del teatro, il quale non è soltanto una metafora della vita, ma una tecnica di svelamento». La mostra si sviluppa in un percorso cadenzato dall’attraversamento di cinque sale, cinque scene teatrali che compongono un atto unico di cui lo spettatore diviene protagonista.

Inaugurazione mostra venerdì 3 luglio a Palazzo Fondi. Evento inserito nel programma del Napoli Teatro Festival Italia 2020
L’esposizione sarà visitabile fino al 31 luglio, dal giovedì alla domenica dalle 17 alle 20. Ingresso gratuito, ogni 5  minuti.
Per una migliore fruizione della mostra, si consiglia l’ingresso ad un visitatore per volta.

una mostra di

Antonella Romano

a cura di

Anna Cuomo

allestimento

Klaus Mussen

light designer

Luigi Biondi

coordinatore

Enrico de Capoa

ufficio stampa

Chiara Reale

si ringrazia per il sostegno

Prof. Nunzio Cennamo, Prof. Michele Eppinger, Arch. Armando Romano

una produzione

Le Nuvole – Casa del Contemporaneo

evento facebook

https://www.facebook.com/events/3367152466629281/

Lug
16
Gio
Nuvola d’acqua e d’aria @ Pineta del Teatro dei Piccoli
Lug [email protected]:30–20:00
Nuvola d'acqua e d'aria @ Pineta del Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

 

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Lug
19
Dom
Le storie di Cipollino @ Pineta del Teatro dei Piccoli
Lug [email protected]:30–20:00
Le storie di Cipollino @ Pineta del Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

 

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Lug
21
Mar
Girotondo intorno al mondo @ Pineta del Teatro dei Piccoli
Lug [email protected]:30–20:00
Girotondo intorno al mondo @ Pineta del Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Set
5
Sab
scienzainviaggio all’ISOLA DI EINSTEIN @ Isola Polvese
Set 5–Set 6 giorno intero

#scienzainviaggio progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia con il progetto I segreti della luce Guarda che uovo!  è sabato 5 e domenica 6 settembre sul Lago Trasimeno ospite di L’ISOLA DI EINSTEIN

www.isoladieinstein.it

I segreti della luce

attività di divulgazione scientifica per un pubblico di tutte le età

La luce è un messaggero: ci racconta di mondi vicini e lontanissimi. Come nasce? Com’è fatta? Quali sono i suoi segreti?

Guarda che uovo!

attività narrativa di divulgazione scientifica per bambini dai 5 anni in sù

Di chi è l’uovo più grande? E quello più piccolo? Il più colorato? Quello dalla forma più strana? Una storia, tanti esperimenti per indagare il fantastico e variegato mondo delle uova!

Different kind of raw eggs in a basket

 

Il programma completo degli eventi, le modalità di partecipazione e prenotazione oltre ai costi (laddove l’evento sia a pagamento) sono disponibili su www.isoladieinstein.it e relative pagine social.

L’ISOLA DI EINSTEIN è un festival internazionale di spettacoli scientifici giunto ormai alla sesta edizione grazie alla collaborazione e alla partecipazione di moltissimi partners pubblici e privati che fanno della divulgazione scientifica una passione verace ed una professione autentica.

 

Tutte le novità sulle proposte de Le Nuvole Scienza per il 2020/2021 a breve on line e sempre su richiesta a:
[email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

 

Feb
1
Lun
eXperiscuola2021 web edition @ on line
Feb 1–Apr 9 giorno intero

Torna, per l’8° anno consecutivo, presso l’Istituto Comprensivo Bolzano 2 il progetto di didattica partecipata eXperiscuola, nato da un’idea di Le Nuvole e I.C. Bolzano II e la collaborazione dell’Intendenza Scolastica Italiana della Provincia di Bolzano. Il tema di quest’anno è labellezza!

“La conoscenza ha dei limiti, ma non la bellezza che, abbracciando il mondo intero, è in grado di stimolare il progresso e far nascere l’evoluzione.” Albert Einstein

A partire da lunedì 1 febbraio – e fino al 9 aprile 2021 – tutti i giorni su ClassRoom in diretta dagli uffici di via Coroglio, Napoli, i comunicatori de la scienza de Le Nuvole condurranno oltre 100 laboratori e percorsi di didattica integrata su 7 tematiche principali: i cinque sensi, il corpo umano, il mondo animale, il mondo vegetale, la linea del tempo, lo spazio, la geometria dei solidi e delle figure piane declinati nei linguaggi e nelle metodologie più adatte alle diverse classi dell’Istituto Comprensivo Bolzano 2 coinvolte nel progetto ovvero le primarie della Don Bosco e Langer e le secondarie di primo grado Ada Negri.

Il progetto – attivo dal 2013 – vede studenti e docenti quotidianamente coinvolti – durante il regolare percorso curricolare – nello sviluppo di testi ed elaborati dai linguaggi a loro più congeniali, dal verbale all’ iconico al mimico-gestuale, intorno ad un tema unico, mantenendo inalterati il rigore fondante del metodo scientifico, la specificità del lessico e la reale spiegazione dei fenomeni. Quest’anno proveremo a indagare le ragioni della bellezza. Il metodo è e resta quello scientifico non foss’altro perché condividiamo l’idea di Richard Feynmann che sia proprio la scienza a permetterci di vedere “nel fiore molte più cose di quante ne possano vedere gli altri”. È questa la scienza che vogliamo raccontare, quella che contribuisce ad accrescere l’emozione che ci accompagna quando osserviamo la realtà.

Con un approccio assolutamente multidisciplinare, spaziando dall’ambito più strettamente scientifico-matematico a quello artistico-espressivo, si indagherà la BELLEZZA nelle varie accezioni storica, linguistica, scientifica, filosofica, meteorologica, psicologica, musicale e poetica perché la matematica e la cultura scientifica non rappresentano una Conoscenza a parte, ma una parte importante della Conoscenza che cammina insieme alla cultura umanistica.

Riferisce Salvatore Fruguglietti, responsabile dei progetti scientifici de Le Nuvole:

Per l’attivazione a distanza dei laboratori abbiamo lavorato alla riorganizzazione di parte degli uffici di via Coroglio in sala registrazione, allestito un tavolo laboratoriale multimediale con strumentazione scientifica e tecnica per consentire le dirette con le scuole di Bolzano senza sacrificare la fruibilità degli esperimenti e la partecipazione dei ragazzi. In questo la bellissima esperienza di allestimento della Escape Room sulla Tavola Periodica nello spazio F2 Lab di Città della Scienza per Futuro Remoto 2019 – e chiusa solo a causa della pandemia – ha molto aiutato per individuare le soluzioni più adatte allo scopo. È indubbio che – con questo metodo – del motto che abbiamo fatto nostro ‘se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se sperimento capisco’ il vietato non toccare sarebbe potuto venir meno. Non sarà così, grazie alla preziosa collaborazione dei docenti che – sostenuti dai Diari di percorso, supporti didattici ideati e progettati sempre dai nostri comunicatori della scienza – potranno allestire in aula elementi essenziali per la partecipazione alle attività”.

 

Le conclusioni del lavoro dell’intero anno scolastico dovrebbero – ed il condizionale quest’anno è d’obbligo – tradursi in tarda primavera in una 3 giorni di open day con spettacoli, exhibit e dimostrazioni condotte personalmente dai bambini e dai ragazzi ed indirizzati ad un pubblico di altri studenti di altre scuole e agli adulti. Studenti giovani e giovanissimi che diventano scienziati, comunicatori ed artisti mentre la scuola si trasforma in un Science Center reale o virtuale, vedremo poi.

Grazie all’impegno di tutti gli attori coinvolti, siamo riusciti quest’anno a non rinunciare al progetto eXperiscuola, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia – conclude Chiara NocentiniDirigente Scolastico Istituto Bolzano II – Un risultato di cui siamo orgogliosi, perché questo progetto è una colonna portante della nostra offerta formativa e fin dalle sue prime edizioni ha suscitato grande entusiasmo in tutti gli alunni dell’Istituto, contribuendo a sviluppare curiosità per i fenomeni che ci circondano, spirito di iniziativa, capacità di osservazione e di interpretazione della realtà. Un entusiasmo che naturalmente ha sempre coinvolto anche gli insegnanti e le famiglie degli alunni. Le condizioni attuali non permettono uno svolgimento in presenza delle attività, ma siamo certi che anche attraverso i collegamenti online degli esperti sarà possibile ricreare la motivazione per l’esplorazione e per la scoperta che da sempre caratterizzano il progetto e coinvolgere gli alunni in situazioni di apprendimento attivo e significativo. Grazie quindi a Salvatore Fruguglietti, responsabile dei progetti scientifici de Le Nuvole, ai comunicatori della scienza che coinvolgeranno i nostri alunni, anche se a distanza, in entusiasmanti percorsi di scoperta, e a tutti gli insegnanti che hanno portato avanti il progetto con grande convinzione e professionalità; una dimostrazione che la passione per la scienza e per la conoscenza può superare i limiti imposti dalla situazione contingente e che una didattica interattiva e coinvolgente è possibile anche in tempi difficili come questi.”

INFO

Il progetto eXperiscuola può essere replicato – come formula – anche in altre scuole di altre città, per maggiori informazioni è possibile inviare una email a [email protected] e – per un primo approccio – consultare il catalogo per la scuola on line al link le Nuvole Scienza.it

Per altre info su eXperiscuola è possibile connettersi a www.icbolzano2.it/experiscuola e www.subzero.bz.it

COMUNICATO STAMPA

 

 

Giu
6
Dom
Il mondo di Oscar @ Pineta del Teatro dei Piccoli
Giu [email protected]:30–18:00
Il mondo di Oscar @ Pineta del Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

Oscar è un grande piccolo uomo che non ha mai rinunciato a sognare. Vive in una specie di circo dove i suoi giochi a molla, a spinta, a corda prendono vita per raccontare brevi storie e strabilianti numeri di destrezza, in un’affascinate giostra dove elefanti, lumache, ragni, pinguini acrobati, foche giocoliere, scimmie dispettose, motoristi pazzi e altro ancora si alterneranno sulla pista di un circo in miniatura.

L’abilità e l’eccentricità di Silvano Fiordelmondo condurranno gli spettatori, tra gag e trasformazioni, in questo carosello la cui colonna sonora è costituita da una ricercata selezione di musiche bandistiche.  Le scene, curatissime e colorate, sono di Marina Montelli, scenografa storica della compagnia. Gli animali fanno parte della collezione di giochi di latta dell’Associazione Teatro Giovani Teatro Pirata.

Inventare storie con i giocattoli è quasi naturale, è una cosa che viene da sola se si gioca con i bambini: la storia non è che un prolungamento, uno sviluppo, un’esplosione festosa del giocattolo. Gianni Rodari La Grammatica della Fantasia

La visione di questo spettacolo ci permetterà di entrare nel mondo del gioco/giocattolo che diventa testo narrativo e pretesto drammaturgico. È la dimostrazione che il teatro fonda la sua visione nell’immaginare “un mondo che rifiuta il codificato… senza lasciarsi inibire dai conformismi”. È l’applicazione rodariana ad una fantastica presente nell’oggetto che si anima.

teatro d’attore, mimo, giocattoli – dai 3 anni
ideazione e regia Francesco Mattioni e Silvano Fiordelmondo
con Silvano Fiordelmondo; scenografie Marina Montelli; produzione ATGTP

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna TEATRO DEI PICCOLI open air, manifestazione che aderisce al progetto LA CAMPANIA E’. Un’ora prima dell’inizio di ciascuna replica degli spettacoli in rassegna, nella pineta del teatro, saranno attivati laboratori a tema scientifico a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole inclusi nel biglietto d’ingresso.

Sia l’accesso alla struttura che la fruizione delle attività sono strettamente vincolati al rispetto delle norme per il contenimento del contagio da Covid 19.

Biglietteria:
ingresso € 7,00 (unico laboratorio + spettacolo) con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al tel. 327 0795871
apertura biglietteria: 90 minuti prima dell’orario di inizio spettacolo
inizio laboratorio: 60 minuti prima dell’inizio spettacolo

Come arrivare:
– con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking
– ingresso pedonale viale Usodimare

Social:
FB/ teatrodeipiccolinapoli

 

 

 

Giu
13
Dom
Canzoncine un pò bambine @ Pineta del Teatro dei Piccoli
Giu [email protected]:30–18:00
Canzoncine un pò bambine @ Pineta del Teatro dei Piccoli | Napoli | Campania | Italia

Una carrellata di canzoni, filastrocche musicate originali, scritte cantate e recitate da Silvano Antonelli per e sull’infanzia, che prendono spunto dalla vita e dai pensieri dei bambini.
Ascoltare i bambini e le loro affermazioni o domande, spesso spiazzanti per la loro ingenuità, ti suggerisce tematiche o metafore che rimandano a temi universali. I bambini sono dei veri e propri filosofi della vita quotidiana. Se ci soffermiamo ad ascoltarli potremo essere degli educatori e forse anche degli adulti migliori.
In questo spettacolo saranno le paure, i sogni, i desideri, le attese, le speranze dell’infanzia ad essere oggetto di piccole poesie in musica. Le canzoni ci trasporteranno nella loro quotidianità.
Tanti temi, come un atlante della vita e dei sentimenti dei bambini.

teatro d’attore, musica dal vivo – dai 3 anni
di e con Silvano Antonelli; produzione Stilema Unoteatro

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna TEATRO DEI PICCOLI open air, manifestazione che aderisce al progetto LA CAMPANIA E’. Un’ora prima dell’inizio di ciascuna replica degli spettacoli in rassegna, nella pineta del teatro, saranno attivati laboratori a tema scientifico a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole inclusi nel biglietto d’ingresso.

Sia l’accesso alla struttura che la fruizione delle attività sono strettamente vincolati al rispetto delle norme per il contenimento del contagio da Covid 19.

Biglietteria:
ingresso € 7,00 (unico laboratorio + spettacolo) con PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA al tel. 327 0795871
apertura biglietteria: 90 minuti prima dell’orario di inizio spettacolo
inizio laboratorio: 60 minuti prima dell’inizio spettacolo

Come arrivare:
– con auto ingresso consigliato da Via Terracina n.197, Quick Parking
– ingresso pedonale viale Usodimare

Social:
FB/ teatrodeipiccolinapoli