eXperiscuola2021 web edition

Torna, per l’8° anno consecutivo, presso l’Istituto Comprensivo Bolzano 2 il progetto di didattica partecipata eXperiscuola, nato da un’idea di Le Nuvole e I.C. Bolzano II e la collaborazione dell’Intendenza Scolastica Italiana della Provincia di Bolzano. Il tema di quest’anno è labellezza!

“La conoscenza ha dei limiti, ma non la bellezza che, abbracciando il mondo intero, è in grado di stimolare il progresso e far nascere l’evoluzione.” Albert Einstein

A partire da lunedì 1 febbraio – e fino al 9 aprile 2021 – tutti i giorni su ClassRoom in diretta dagli uffici di via Coroglio, Napoli, i comunicatori de la scienza de Le Nuvole condurranno oltre 100 laboratori e percorsi di didattica integrata su 7 tematiche principali: i cinque sensi, il corpo umano, il mondo animale, il mondo vegetale, la linea del tempo, lo spazio, la geometria dei solidi e delle figure piane declinati nei linguaggi e nelle metodologie più adatte alle diverse classi dell’Istituto Comprensivo Bolzano 2 coinvolte nel progetto ovvero le primarie della Don Bosco e Langer e le secondarie di primo grado Ada Negri.

Il progetto – attivo dal 2013 – vede studenti e docenti quotidianamente coinvolti – durante il regolare percorso curricolare – nello sviluppo di testi ed elaborati dai linguaggi a loro più congeniali, dal verbale all’ iconico al mimico-gestuale, intorno ad un tema unico, mantenendo inalterati il rigore fondante del metodo scientifico, la specificità del lessico e la reale spiegazione dei fenomeni. Quest’anno proveremo a indagare le ragioni della bellezza. Il metodo è e resta quello scientifico non foss’altro perché condividiamo l’idea di Richard Feynmann che sia proprio la scienza a permetterci di vedere “nel fiore molte più cose di quante ne possano vedere gli altri”. È questa la scienza che vogliamo raccontare, quella che contribuisce ad accrescere l’emozione che ci accompagna quando osserviamo la realtà.

Con un approccio assolutamente multidisciplinare, spaziando dall’ambito più strettamente scientifico-matematico a quello artistico-espressivo, si indagherà la BELLEZZA nelle varie accezioni storica, linguistica, scientifica, filosofica, meteorologica, psicologica, musicale e poetica perché la matematica e la cultura scientifica non rappresentano una Conoscenza a parte, ma una parte importante della Conoscenza che cammina insieme alla cultura umanistica.

Riferisce Salvatore Fruguglietti, responsabile dei progetti scientifici de Le Nuvole:

Per l’attivazione a distanza dei laboratori abbiamo lavorato alla riorganizzazione di parte degli uffici di via Coroglio in sala registrazione, allestito un tavolo laboratoriale multimediale con strumentazione scientifica e tecnica per consentire le dirette con le scuole di Bolzano senza sacrificare la fruibilità degli esperimenti e la partecipazione dei ragazzi. In questo la bellissima esperienza di allestimento della Escape Room sulla Tavola Periodica nello spazio F2 Lab di Città della Scienza per Futuro Remoto 2019 – e chiusa solo a causa della pandemia – ha molto aiutato per individuare le soluzioni più adatte allo scopo. È indubbio che – con questo metodo – del motto che abbiamo fatto nostro ‘se ascolto dimentico, se vedo ricordo, se sperimento capisco’ il vietato non toccare sarebbe potuto venir meno. Non sarà così, grazie alla preziosa collaborazione dei docenti che – sostenuti dai Diari di percorso, supporti didattici ideati e progettati sempre dai nostri comunicatori della scienza – potranno allestire in aula elementi essenziali per la partecipazione alle attività”.

 

Le conclusioni del lavoro dell’intero anno scolastico dovrebbero – ed il condizionale quest’anno è d’obbligo – tradursi in tarda primavera in una 3 giorni di open day con spettacoli, exhibit e dimostrazioni condotte personalmente dai bambini e dai ragazzi ed indirizzati ad un pubblico di altri studenti di altre scuole e agli adulti. Studenti giovani e giovanissimi che diventano scienziati, comunicatori ed artisti mentre la scuola si trasforma in un Science Center reale o virtuale, vedremo poi.

Grazie all’impegno di tutti gli attori coinvolti, siamo riusciti quest’anno a non rinunciare al progetto eXperiscuola, nonostante le limitazioni imposte dalla pandemia – conclude Chiara NocentiniDirigente Scolastico Istituto Bolzano II – Un risultato di cui siamo orgogliosi, perché questo progetto è una colonna portante della nostra offerta formativa e fin dalle sue prime edizioni ha suscitato grande entusiasmo in tutti gli alunni dell’Istituto, contribuendo a sviluppare curiosità per i fenomeni che ci circondano, spirito di iniziativa, capacità di osservazione e di interpretazione della realtà. Un entusiasmo che naturalmente ha sempre coinvolto anche gli insegnanti e le famiglie degli alunni. Le condizioni attuali non permettono uno svolgimento in presenza delle attività, ma siamo certi che anche attraverso i collegamenti online degli esperti sarà possibile ricreare la motivazione per l’esplorazione e per la scoperta che da sempre caratterizzano il progetto e coinvolgere gli alunni in situazioni di apprendimento attivo e significativo. Grazie quindi a Salvatore Fruguglietti, responsabile dei progetti scientifici de Le Nuvole, ai comunicatori della scienza che coinvolgeranno i nostri alunni, anche se a distanza, in entusiasmanti percorsi di scoperta, e a tutti gli insegnanti che hanno portato avanti il progetto con grande convinzione e professionalità; una dimostrazione che la passione per la scienza e per la conoscenza può superare i limiti imposti dalla situazione contingente e che una didattica interattiva e coinvolgente è possibile anche in tempi difficili come questi.”

INFO

Il progetto eXperiscuola può essere replicato – come formula – anche in altre scuole di altre città, per maggiori informazioni è possibile inviare una email a [email protected] e – per un primo approccio – consultare il catalogo per la scuola on line al link le Nuvole Scienza.it

Per altre info su eXperiscuola è possibile connettersi a www.icbolzano2.it/experiscuola e www.subzero.bz.it

COMUNICATO STAMPA

 

 

Science and Art lab al GIFFONI 50 Winter Edition

Il tema della proposta di laboratori a cura de Le Nuvole per Vivo Giffoni StreetOnWeb – Winter Edition 2020è teatroartescienza: scritto tutto attaccato, pronunciato tutto d’un fiato. E’ la storia che da oltre 35 anni racconta Le Nuvole e soprattutto le persone, i professionisti della comunicazione della scienza, della didattica museale, delle arti performative che la raccontano ogni giorno in molti luoghi come Città della Scienza e Museo Madre, eccezionalmente “aperti al pubblico di ragazze e ragazzi del Giffoni Film Festival” con l’occasione di questi due virtual lab tour d’arte e scienza.

 

  • lunedì 28 dicembre ore 15:30 + 10 elements

SPAZIO LAB SCIENZA

in diretta da Città della Scienza, Napoli, a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole

Scendendo dalla collina di Coroglio, lanciando lo sguardo verso il mare che circonda Nisida attraversiamo il giardino e l’orto didattico dello Science Center di Bagnoli (Napoli) per entrare negli spazi espositivi di CORPOREA, il primo museo interattivo del corpo umano. Qui fra exhibit e modelli scientifici tridimensionali incontriamo Mariangela D’Aquino, comunicatrice della scienza de Le Nuvole, che intorno ad un tavolo laboratorio multimediale con microscopi, provette e pipette condurrà il pubblico in un gioco-racconto scientifico alla scoperta di frutta, verdura e tanto altro.

Tre esperimenti in un crescente livello di difficoltà: partendo da un semplice esperimento sulla densità, si passerà ad indagare il comportamento di un indicatore di pH del tutto naturale per finire con l’estrazione del DNA. Cavolo, aceto, bicarbonato, banane per scoprire che per fare scienza basta fare un salto dal fruttivendolo!

E se si vuol partecipare e non solo “stare a guardare” ecco i materiali che occorre procurarsi prima di accedere alla diretta da Città della Scienza:

👉per Esperimento 1°:
contenitore grande contenente acqua e due mandarini;
👉 per Esperimento 2°:
succo di cavolo rosso*, due bicchieri con acqua, aceto (o limone) e bicarbonato;
👉per Esperimento 3°:
una banana, acqua, sale, succo di ananas, detersivo, alcol denaturato al 90 % (quello di colore rosa), due/tre bicchieri, un colino (facoltativo) e un cucchiaino.
*ATTENZIONE: per ottenere il succo di cavolo rosso (Brassica oleracea) serve assolutamente l’aiuto di un adulto 😉:
con il coltello tagliare a metà il cavolo rosso ed eliminare la parte bianca inferiore, ridurre a pezzettini la metà del cavolo rosso; prendere una pentola piena di acqua ed immergervi i pezzettini di cavolo rosso prima di metterla sul fuoco per 30 minuti circa (ovvero fino a bollitura) e filtrare il liquido per ottenere il succo di cavolo rosso 💪
In questo modo il laboratorio è già iniziato!!!

 

  • martedì 29 dicembre ore 18:30 + 6 elements

SPAZIO LAB ARTE – MADRE FACTORY

in diretta dal Museo Madre Napoli, con la sezione didattica del Museo Madre in collaborazione con Le Nuvole Arte

Dal cuore del centro storico di Napoli varcando il portone di Palazzo Donnaregina, divenuto culla feconda della proposta permanente d’arte contemporanea della città partenopea, in compagnia di Claudio Baccanico entreremo negli spazi riservati, in questo periodo, alla mostra “Alessandro Mendini, piccole fantasie quotidiane”.

A partire dall’osservazione dei bozzetti preparatori delle opere dell’architetto e designer, andremo alla scoperta del significato della parola architettura intorno alle suggestioni di Nuove Città Quotidiane per guardare al mondo che ci circonda – dalla natura alla città – ed infine realizzare con la tecnica del collage una nostra propria architettura urbana.

Ripercorrendo le opere in mostra attraversiamo infatti Napoli in un percorso visivo che unisce e mette in relazione la numerosa produzione di Mendini ma l’ispirazione per questa nostra proposta di lavoro insieme ai ragazzi passerà anche attraverso architetture reali o ipotetiche tratte da diversi film.

Per il pubblico che vorrà seguire la diretta potrebbe risultare utile avere pronto questo materiale prima di iniziare:

 

scienzainviaggio all’ISOLA DI EINSTEIN

#scienzainviaggio progetto di comunicazione della scienza che Le Nuvole Scienza porta in giro nelle scuole, nei musei, nei festival di tutta Italia con il progetto I segreti della luce Guarda che uovo!  è sabato 5 e domenica 6 settembre sul Lago Trasimeno ospite di L’ISOLA DI EINSTEIN

www.isoladieinstein.it

I segreti della luce

attività di divulgazione scientifica per un pubblico di tutte le età

La luce è un messaggero: ci racconta di mondi vicini e lontanissimi. Come nasce? Com’è fatta? Quali sono i suoi segreti?

Guarda che uovo!

attività narrativa di divulgazione scientifica per bambini dai 5 anni in sù

Di chi è l’uovo più grande? E quello più piccolo? Il più colorato? Quello dalla forma più strana? Una storia, tanti esperimenti per indagare il fantastico e variegato mondo delle uova!

Different kind of raw eggs in a basket

 

Il programma completo degli eventi, le modalità di partecipazione e prenotazione oltre ai costi (laddove l’evento sia a pagamento) sono disponibili su www.isoladieinstein.it e relative pagine social.

L’ISOLA DI EINSTEIN è un festival internazionale di spettacoli scientifici giunto ormai alla sesta edizione grazie alla collaborazione e alla partecipazione di moltissimi partners pubblici e privati che fanno della divulgazione scientifica una passione verace ed una professione autentica.

 

Tutte le novità sulle proposte de Le Nuvole Scienza per il 2020/2021 a breve on line e sempre su richiesta a:
[email protected] – 081.2395666_3454885798 (feriali 9/17)
twitter/facebook lenuvolescienza

 

Pulcinella che passione

Il solito Pulcinella ne ha combinata un’altra delle sue!

Dopo aver mangiato e bevuto a sazietà in un’osteria, è andato via senza pagare ed ora dovrà vedersela con un oste arrabbiatissimo disposto ad inseguirlo ovunque pur di avere il denaro che gli spetta. Anzi riuscirà a fare meglio, per essere sicuro di trovarlo, l’oste si farà accompagnare da un impettito Brigadiere che, lanciandosi in un rocambolesco inseguimento con Pulcinella, finirà addirittura in ospedale dove un Medico Chirurgo si prenderà cura di lui. Ma i guai per Pulcinella non sono certo finiti, anzi, per assicurarsi di aver seminato definitivamente i suoi inseguitori, cercherà rifugio in uno strano palazzo tutto polveroso: il palazzo dell’Orco Belzebò. Riuscirà Pulcinella a scampare anche a questo pericolo e a tornare, finalmente dalla sua amata Palummella?

crediti artistici:
una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
con Antonello Furmiglieri – burattini Antonello Furmiglieri – luci e audio Riccardo Cominotto

La performance teatrale sarà presentata in occasione di MADRE FACTORY 2020, al Museo Madre di Napoli, dedicata alla poetica di Gianni Rodari.

sabato 5 settembre proposto agli ospiti settimanali della Factory a conclusione del loro percorso, la domenica mattina 6 settembre nella replica riservata ai bambini del turno singolo con le famiglie dalle ore 10 alle ore 13.

evento gratuito per il pubblico, sempre su prenotazione allo 0812395653 e [email protected] (feriali 9/17).

 

Buon Compleanno, Rodari!

RODARI. 100 ANNI. 1000 STORIE.

Festa di compleanno, 3 spettacoli/90 minuti, per festeggiare insieme, i 100 anni di Gianni Rodari

LE STORIE DI CIPOLLINO spettacolo di narrazione e animazione

liberamente ispirato a “Le avventure di Cipollino” di Gianni Rodari |con Rosanna Gagliotti e Francesco Di Gennaro | messa in scena Enzo Musicò | ideazione e realizzazione pupazzo Fabio Lastrucci

Cipollino era figlio di Cipollone e aveva sette fratelli: Cipolletto, Cipollotto, Cipolluccio e così di seguito, tutti nomi adatti ad una famiglia di cipolle. Gente per bene, bisogna dirlo subito, però piuttosto sfortunata. Cosa volete, quando si nasce cipolle, le lacrime sono di casa.

GIROTONDO INTORNO AL MONDO performance teatrale con musica dal vivo

liberamente ispirato alle filastrocche di Gianni Rodari | con Sandra Mouaikel, Ivan Nocera e la partecipazione di Mathilde Kabore | messa in scena Fabio Cocifoglia | allestimento Carla Merone

Il cielo è di tutti gli occhi, ed ogni occhio, se vuole, si prende la luna intera, le stelle comete, il sole. Ogni occhio si prende ogni cosa e non manca mai niente: chi guarda il cielo per ultimo non lo trova meno splendente.

C’ERA DUE VOLTE performance di teatro e danza

libero adattamento da “C’era due volte il Barone Lamberto” di Gianni Rodari | adattamento e regia Rosario Sparno | con Luca Iervolino e Marco Munno | costumi Alessandra Gaudioso

“Se non siete soddisfatti del finale della storia, ognuno di voi può cambiarla a suo piacere, aggiungendo al racconto un capitolo o due. O anche tredici. Mai lasciarsi spaventare dalla parola fine”.

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna AUTUNNO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 19 settembre al 1 novembre 2020 realizzata con il sostegno della Regione Campania e la collaborazione del Comune di Napoli e della direzione della Mostra d’Oltremare.

Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871 – apertura biglietteria 2 ore prima dell’inizio – è obbligatorio l’uso della mascherina

 

Girotondo intorno al mondo

ore 18 sulle grandi rotte delle migrazioni del mondo

Un viaggio geografico, seguendo animali e specie vegetali che hanno trasformato le ‘barriere’ in punti di contatto. Quali sono gli animali stanziali? E quelli migratori? Come possiamo aiutare gli animali migratori nel loro viaggio? Diamo loro cibo! Li proteggiamo dai cacciatori! Ma, soprattutto, perchè alcuni animali migrano?

>laboratorio a cura dei comunicatori scientifici de Le Nuvole

 

ore 19 performance teatrale con musica dal vivo, per tutti dai 3 anni

Noi dobbiamo inventarci una storia, e come in tutte le storie c’è una principessa. Una principessa triste che bisogna trovare il modo di far sorridere…”. Comincia così un racconto, che nessuno sa bene lungo quali sentieri andrà a disegnarsi, come andrà a finire e se mai finirà. A giocare con le parole, anzi a giocare con le lettere, Gianni Rodari ci ha insegnato che in un attimo ci si ritrova in un luogo e poi in un altrove. Non c’è nulla di già scritto o di già raccontato che non possa essere raccontato ancora una volta in modo del tutto differente.
A partire da filastrocche come CI VUOLE UN FIORE o IL CIELO E’ DI TUTTI, proposte attraverso la chitarra classica, animano l’interazione con il pubblico con il quale scriveremo questo nostro racconto dove ciascuno è un pò narratore e un pò protagonista.

crediti artistici:

una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
con Sandra Mouaikel, Ivan Nocera e la partecipazione della piccola Mathilde Kabore – messa in scena Fabio Cocifoglia – allestimento Carla Merone

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Le storie di Cipollino

ore 18 erbario

Un giro nella pineta per conoscere gli organismi vegetali presenti.
Che pianta è? Che albero è? Quali sono le caratteristiche? Che usa se ne può fare? E per non dimenticare le scoperte? Realizziamo un erbario!
> un laboratorio a cura dei comunicatori della scienza de Le Nuvole

ore 19 uno spettacolo di narrazione e animazione, dai 3 anni

E’ il protagonista, Cipollino in persona, a chiedere ad una fanciulla di raccontare ai bambini e ai ragazzi la sua storia. Comincia così un viaggio in una città abitata da vegetali e frutti antropomorfi dove il Principe Limone opprime tutti con le sue regole insensate. Situazioni al limite del grottesco risolte da un Cipollino capopopolo che a colpi di scherzi e beffe, senza mai ricorrere alla violenza, e soprattutto con il coinvolgimento del pubblico riuscirà a sovvertire l’ordine delle cose. Sor Zucchina, il violinista Piero Pera, il cavalier Pomodoro, la Talpa esploratrice e l’avvocato Pisellino sono solo alcuni dei personaggi che, già solo dal nome, raccontano il fantastico e simbolico mondo di Gianni Rodari che si esprime con la semplicità dei piccoli per parlare dei temi dei grandi.

crediti artistici:
una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
con Rosanna Gagliotti, Francesco Di Gennaro – ideazione e realizzazione pupazzo Fabio Lastrucci – messa in scena Enzo Musicò

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

 

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Nuvola d’acqua e d’aria

ore 18 aria, acqua e le loro proprietà

Cosa succede se lasciamo cadere una roccia in acqua? E un pallone da spiaggia? Un granello di sabbia nel secchiello pieno d’acqua che fa? Affonda o galleggia? E una nave affonda o galleggia? Cosa succede alla sabbia se si versa in un secchiello pieno dell’acqua? E se la sabbia usata è speciale? Ci sono tessuti che hanno paura dell’acqua? Sperimentiamo per rispondere!
>un laboratorio a cura dei comunicatori della scienza de le Nuvole

ore 19 performance teatrale interattiva, dai 3 anni

Un viaggio percettivo, gestuale che coinvolge i 5 sensi.
Come in una bianca nuvola di tessuto delicato… si ascolterà la storia di un volo e di un vento leggero… si racconterà di acqua e di aria, si andrà sui campi e sulle vette… per sapere del ciclo dell’acqua e del formarsi delle bianche nuvole… .

Nella nuvola vive Gaia che monterà una storia in forma interattiva, parlerà di acqua e di aria, del volo che compiono le nuvole per comprendere quanto questo bene sia prezioso, oltre che così spesso trascurato e sottovalutato.

crediti artistici:
una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
con Sandra Mouaikel – design spazio scenico Monica Forster – ideazione Luciana Florio – effetti sonori Enrico de Capoa – luci Riccardo Cominotto

 

Lo spettacolo è inserito nella rassegna LUGLIO IN PINETA a cura di Le Nuvole/Casa del Contemporaneo – I Teatrini – Progetto Sonora e la Mostra d’Oltremare in scena nella pineta attrezzata del Teatro dei Piccoli dal 16 al 26 luglio 2020. Tutti i giorni – incluso nel biglietto di ingresso – attività laboratoriali dalle 18 alle 19 e spettacolo dalle ore 19 alle ore 20. Appuntamento alla biglietteria del Teatro dei Piccoli (ingresso Viale Usodimare, adiacente allo Zoo di Napoli) alle ore 17.30 previa prenotazione.

 

ingresso € 5 a persona (per tutti dai 3 anni) 

prenotazione obbligatoria al 3270795871

 

Fragile

La fragilità ci appartiene, è un valore umano e naturale, legato alla finitudine e quindi all’esistenza: questo il tema della mostra Fragile dell’artista Antonella Romano, che afferma: «La mia relazione con l’arte nasce per mezzo del teatro, il quale non è soltanto una metafora della vita, ma una tecnica di svelamento». La mostra si sviluppa in un percorso cadenzato dall’attraversamento di cinque sale, cinque scene teatrali che compongono un atto unico di cui lo spettatore diviene protagonista.

Inaugurazione mostra venerdì 3 luglio a Palazzo Fondi. Evento inserito nel programma del Napoli Teatro Festival Italia 2020
L’esposizione sarà visitabile fino al 31 luglio, dal giovedì alla domenica dalle 17 alle 20. Ingresso gratuito, ogni 5  minuti.
Per una migliore fruizione della mostra, si consiglia l’ingresso ad un visitatore per volta.

una mostra di

Antonella Romano

a cura di

Anna Cuomo

allestimento

Klaus Mussen

light designer

Luigi Biondi

coordinatore

Enrico de Capoa

ufficio stampa

Chiara Reale

si ringrazia per il sostegno

Prof. Nunzio Cennamo, Prof. Michele Eppinger, Arch. Armando Romano

una produzione

Le Nuvole – Casa del Contemporaneo

evento facebook

https://www.facebook.com/events/3367152466629281/

C’era due volte…

Uno spettacolo dedicato a tutti quei fiumi che scorrono verso la montagna “in direzione ostinata e contraria…”.

In scena due personaggi, il barone Lamberto ed il suo maggiordomo Anselmo. E’ quest’ultimo a raccontare la storia del Barone che visse due volte e a svelare il segreto che lo fa ringiovanire: “l’uomo il cui nome è pronunciato resta in vita.”

Il Barone Lamberto ha 93 anni suonati  ed è il proprietario di 24 banche, ha molti soldi e un titolo nobiliare. Può comprare ogni cosa, ma desidera solo una rinnovata vitalità, una seconda opportunità per abbandonare il losco ambiente degli affari che affatica il suo corpo e la sua mente e studiare come artista di un circo equestre!

Al principio della storia il Barone Lamberto è quindi  un uomo vecchio e malato, ma alla fine si ritrova nei panni di un  bambino dalle idee molto chiare e decisamente rivoluzionarie. Ma soprattutto impara a decidere da solo.

Una favola al contrario e, come dice Rodari, ‘se non siete soddisfatti del finale della storia, ognuno di voi può cambiarlo a suo piacere, aggiungendo al racconto un capitolo o due. O anche tredici. 
Mai lasciarsi spaventare dalla parola fine.

In scena Luca Iervolino e Francesco Russo – adattamento e regia Rosario Sparno – costumi Alessandra Gaudioso. Una produzione Casa del Contemporaneo.

La performance teatrale sarà presentata in occasione di MADRE FACTORY 2020, al Museo Madre di Napoli, dedicata alla poetica di Gianni Rodari.

sabato 25 luglio, sabato 22 agosto e sabato 5 settembre proposto agli ospiti settimanali della Factory a conclusione del loro percorso, le domenica mattina 26 luglio, 23 agosto, 6 settembre nelle repliche riservate ai bambini del turno singolo con le famiglie dalle ore 10 alle ore 13.

evento gratuito per il pubblico, sempre su prenotazione allo 0812395653 e [email protected] (feriali 9/17).