leNuvoleScienza Essere4.0

“Il Sistema Periodico di Mendeleev,
che proprio in quelle settimane imparavamo laboriosamente a dipanare,
era una poesia, più alta e più solenne di tutte le poesie digerite in liceo”

Primo Levi

Per celebrare l’#annointernazionaletavolaperiodica le Nuvole Scienza ha realizzato in occasione della mostra #FuturoRemoto2019 sul tema Essere4.0 una escape room con enigmi, esperimenti, trabocchetti per costruire una tavola periodica tridimensionale e gigante (per tutti, dagli 8 anni).

Nello spazio dedicato all’interno dello Science Center di Bagnoli vi aspettano TUTTI I GIORNI – ancora fino al 12 GENNAIO 2020 anche:

le nuvole dai 3 performance teatrale con laboratori sulle proprietà dei fluidi – sui 5 sensi/DNA – sulle grandi migrazioni degli animali

giochi dagli 8 anni
tavoli laboratori interattivi per comprendere ed indagare il mondo intorno a noi divertendosi su #RISCHIO #SPAZIOVITALE #INSETTIGATOR

ENTRA, SPERIMENTA e GIOCA CON LE NUVOLE!!!

INFO biglietteria e prenotazioni
feriali, per le scuole e gruppi: 0817352222 – [email protected]
festivi, per gruppi e famiglie: infopoint, all’arrivo in biglietteria

WWW.CITTADELLASCIENZA.IT

 scarica il materiale de leNuvoleScienza_2019.20

LE SILENCE POUR LE DIRE

laboratorio di sensibilizzazione alla lingua francese attraverso l’insegnamento dell’arte del mimo

a cura di Luca Lombardi*

Il laboratorio si propone di far scoprire il linguaggio teatrale e l’arte del mimo in maniera ludica, sensibilizzando gli allievi alla conoscenza della lingua francese.

L’arte del mimo, con il suo linguaggio universale e l’utilizzo di tecniche semplici, offrirà uno strumento originale e dinamico per esprimersi attraverso il gesto e la mimica, esplorando al contempo una nuova lingua.

Si introdurrà poco a poco la lingua francese fino a che gli allievi saranno capaci d’interagire associando l’espressione corporea e l’espressione verbale.

La specificità del laboratorio consiste nello sperimentare la trasposizione del gesto in parola. La parola, percepita in un primo tempo dalla posizione e dall’attività corporea, si fissa dunque nella memoria dei giovani allievi in modo spontaneo e non meccanico.

Questo tipo d’approccio darà all’allievo la sensazione di scoprire la lingua francese in maniera ludica e spontanea, senza avere l’ansia dovuta dalla prestazione, dal giudizio dell’insegnante o dall’imbarazzo occasionato dalla paura di sbagliare.

 

quando:

26 incontri di 90 minuti cadauno, il martedì

19, 26 novembre – 3, 10, 17 dicembre – 7, 14, 21, 28 gennaio –

4, 11, 18, 25 febbraio – 3, 10, 17, 24, 31 marzo – 7, 14, 21, 28 aprile – 5, 12, 19, 26 maggio

il 26 maggio è previsto un piccolo momento di comunicazione finale

dove:
Teatro Ghirelli – Lungoirno, Viale Antonio Gramsci_Interno del Parco urbano dell’Irno_Salerno

per chi: 

A – laboratorio per bambine/i – 8/10 anni
ore 13.45 accoglienza e spazio a disposizione per pranzo al sacco (facoltativo)
ore 14.15 inizio – ore 15.45 termine

B – laboratorio per bambine/i – 6/8 anni
ore 16.00 accoglienza e spazio a disposizione per merenda (facoltativo)
ore 16.30 inizio – ore 17.45 termine

costo:
230€ da versare: acconto di 130€ al primo incontro – saldo di € 100 al 18 febbraio 2020

note:
il laboratorio inizierà al raggiungimento di n° 10 iscritti per ogni orario

 

informazioni e prenotazioni:
martedì/sabato ore 10/13 e 16/20
[email protected] – 349 9438958

 

*Luca Lombardi. Attore di teatro e di cinema. Formatore ed insegnante di teatro e di mimo.Perfeziona la propria formazione artistica in Francia, risiedendovi durante 16 anni.Diplomatosi presso l’École Internationale de Mimodrame de Paris, è stato allievo di Marcel Marceau e poi membro della Nouvelle Compagnie Marcel Marceau.Collabora con l’InstitutFrançais de Naples Grenoble come artista formatore in occasione dei festival di teatro liceale francofono, partecipando anche a progetti nelle scuole per sensibilizzare alla lingua francese attraverso il linguaggio teatrale corporeo.

 

leggi il programma completo del laboratorio LE SILENCE POUR LE DIRE

VOGLIO LA LUNA

dai 4 anni

>al Teatro Karol, Castellammare di Stabia (Napoli)

  • per la scuola: lunedì 25 novembre 2019 ore 9.30 e 11.30
  • domenica 24 novembre 2019 ore 17.00

Fabio è nella sua cameretta, alle prese con i suoi giochi ma soprattutto con comandi, raccomandazioni e rimproveri della mamma. Non è per niente tranquillo, gli sembra che le cose non vadano mai come lui vorrebbe e di non poter far niente per cambiarle. Finché una notte, come per magia, viene svegliato da un so o di vento e si accorge che lì, proprio nella sua camera, è venuta a trovarlo la luna! E’ bellissima, grande, luminosa… decide che vuole averla a tutti i costi e parte per una fantastica avventura alla ne della quale riesce a catturare la luna e a portarla in camera sua. Solo che Fabio non sa che nel mondo, senza più la luna nel cielo, i problemi sono appena cominciati. Comprenderà allora che non sempre si può volere tutto per sé ciò che appartiene anche agli altri… e con un gesto magico e poetico deciderà di condividere lo splendore della luna con il pubblico dei bambini.

Questo spettacolo nasce dall’incontro con Fabio, un ragazzo a etto dalla sindrome di Down. Fabio ha uno sguardo aperto al mondo come quello dei più piccoli e la capacità di credere che se si vuole davvero qualcosa, sia possibile ottenerla. Ha lavorato da vero attore, con serietà e precisione non comuni, creando un personaggio unico, la cui simpatia è pari solo alla poeticità, donando a una storia “normale” la fragile e incomprensibile bellezza della vita.

 

teatro d’attore e di figura
50 minuti
uno spettacolo di ATG – Teatro Pirata |ideazione e regia Simone Guerro | drammaturgia Lucia Palozzi | con Silvia Barchiesi, Fabio Spadoni, Simone Guerro |allestimento e figure Ilaria Sebastianelli, Alessio Pacci

 

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

altri materiali:

galleria fotografica

video

 

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

VOGLIO LA LUNA

dai 4 anni

>al Teatro Karol, Castellammare di Stabia (Napoli)

  • per la scuola: lunedì 25 novembre 2019 ore 9.30 e 11.30
  • domenica 24 novembre 2019 ore 17.00

Fabio è nella sua cameretta, alle prese con i suoi giochi ma soprattutto con comandi, raccomandazioni e rimproveri della mamma. Non è per niente tranquillo, gli sembra che le cose non vadano mai come lui vorrebbe e di non poter far niente per cambiarle. Finché una notte, come per magia, viene svegliato da un so o di vento e si accorge che lì, proprio nella sua camera, è venuta a trovarlo la luna! E’ bellissima, grande, luminosa… decide che vuole averla a tutti i costi e parte per una fantastica avventura alla ne della quale riesce a catturare la luna e a portarla in camera sua. Solo che Fabio non sa che nel mondo, senza più la luna nel cielo, i problemi sono appena cominciati. Comprenderà allora che non sempre si può volere tutto per sé ciò che appartiene anche agli altri… e con un gesto magico e poetico deciderà di condividere lo splendore della luna con il pubblico dei bambini.

Questo spettacolo nasce dall’incontro con Fabio, un ragazzo a etto dalla sindrome di Down. Fabio ha uno sguardo aperto al mondo come quello dei più piccoli e la capacità di credere che se si vuole davvero qualcosa, sia possibile ottenerla. Ha lavorato da vero attore, con serietà e precisione non comuni, creando un personaggio unico, la cui simpatia è pari solo alla poeticità, donando a una storia “normale” la fragile e incomprensibile bellezza della vita.

 

teatro d’attore e di figura
50 minuti
uno spettacolo di ATG – Teatro Pirata |ideazione e regia Simone Guerro | drammaturgia Lucia Palozzi | con Silvia Barchiesi, Fabio Spadoni, Simone Guerro |allestimento e figure Ilaria Sebastianelli, Alessio Pacci

 

info e prenotazioni
0812395653 – 0812397299 (feriali 9/17) – [email protected]

biglietti
€8 – in prevendita on line e nei punti vendita www.etes.it
card LIBERI TUTTI per andare a teatro quando vuoi con chi vuoi: €35 (5 ingressi) o €60 (10 ingressi)

altri materiali:

 

galleria fotografica

video

 

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

CAPPUCCETTO ROSSO premio EoloAwards2019

dai 6 anni

>al Teatro Ghirelli, Salerno

  • per il tempo libero domenica 3 novembre 2019 ore 17
    per la scuola lunedì 4 novembre 2019 ore 9.30 e 11.30

La famosa fiaba per bambini CAPPUCCETTO ROSSO sale sul palcoscenico del Teatro Ghirelli a Salerno nell’adattamento di teatro danza con acrobati che porta la firma di Michelangelo Campanale, ottenendo il Premio EoloAwards 2019 come miglior spettacolo.

Un lupo si prepara a cacciare. Qualsiasi animale del bosco, può andar bene; l’importante è placare la fame. Ma la sua preda preferita è Cappuccetto Rosso. Come in un sogno ricorrente o in una visione, cura ogni dettaglio della sua cattura: un sentiero di fiori meravigliosi è l’inganno perfetto. Questo però gli costerà la vita. Così è scritto, da sempre.

In questo show che chiamiamo vita, egli non è soltanto un lupo, ma IL LUPO, che non vince… ma non muore mai. Un Cappuccetto Rosso che arriva da lontano e, grazie alla scrematura del tempo, racconta argomenti legati alla vita, in maniera semplice, ma esatta.

Le relazioni tra i personaggi e la dinamica della storia si rivelano sulla scena attraverso il corpo, il linguaggio non parlato, ispirato all’immaginario dei cartoni animati di inizio ‘900; le luci, i costumi e le scene si compongono in una danza di simboli, citazioni pittoriche (Goya, Turner, Bosch, Leonardo da Vinci), che ridisegnano la fiaba con la semplicità di ciò che vive da sempre e per sempre.

Vincitore del premio EoloAwards 2019 come Miglior Spettacolo
Per essere riuscito, attraverso l’estro registico e compositivo di Michelangelo Campanale, a ricostruire una nuova originale versione della celebre fiaba, dove la danza e il teatro, fra citazioni pittoriche e cinematografiche, si uniscono per concorrere a un risultato di grande spessore, riuscendo a suggerire ed esplicitare molti dei sottotesti che la fiaba propone.

 

teatro danza, arti visive, cinema, film d’animazione, musica
50 minuti
produzione Tra il dire e il fare/ Compagnia Eleinad; drammaturgia, regia, scene e luci Michelangelo Campanale | con i danzatori EleinaD Claudia Cavalli, Erica Di Carlo, Francesco Lacatena, Marco Curci, Roberto Vitelli | coreografie Vito Cassano | assistente alla regia
Annarita De Michele | costumi Maria Pascale | video Leandro Summo

 

info e prenotazioni
0812395653 – 349 943 8958 (feriali 9/17) – [email protected] / [email protected]

biglietti
€8 – in prevendita on line e nei punti vendita www.etes.it
card LIBERI TUTTI per andare a teatro quando vuoi con chi vuoi: €35 (5 ingressi) o €60 (10 ingressi)

vai a leNuvole Young2019_20

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Costellazioni. Pronti, partenza…spazio!

dai 4 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: lunedì 3 febbraio 2020 ore 9.30 e 11.30
  • per il tempo libero: domenica 2 febbraio 2020 ore 11

Tutti noi abbiamo un’origine comune, siamo tutti figli dell’evoluzione dell’universo, dell’evoluzione delle stelle, e quindi siamo davvero tutti fratelli. Nella nostra galassia ci sono quattrocento miliardi di stelle, e nell’universo ci sono più di cento miliardi di galassie. Pensare di essere unici è molto improbabile.”
Margherita Hack

Uno spettacolo dedicato alla scoperta dell’Universo. Un viaggio fantasioso e giocoso che parte dalla Terra per spingersi verso le stelle. Dopo anni e anni di studi e osservazioni dello spazio, il professor Radar si sveglia in quel sogno tanto desiderato. Insieme alle professoresse Bussola e Calamita, mette finalmente in azione l’invenzione del secolo: la Carrozzina Spaziale, una straordinaria invenzione per mettersi alla ricerca di un luogo simile alla terra. Attraverso questo viaggio fra pianeti e corpi celesti vivremo la danza delle costellazioni: punti luminosi nel cielo,
apparentemente vicini fra loro ma realmente distanti milioni e milioni di anni luce, punti di vista differenti uniti nello sguardo di chi li osserva. La prospettiva, la relatività, le dimensioni del tempo e dello spazio, le qualità della materia, i movimenti dei corpi, la luce: tutto è presente attraverso il gioco, la danza e l’immaginazione di chi è capace di vedere oltre i limiti dello sguardo.
Mentre li vediamo sparire diventando piccolissimi punti luminosi, noi siamo qua sapendo che la Terra e tutti noi facciamo parte del grande Spettacolo dell’Universo e, per continuare a danzare insieme al nostro piccolo Mondo, è importante averne cura.

teatro danza
50 minuti
una produzione Sosta Palmizi, di e con Savino Italiano, Olga Mascolo, Anna Moscatelli.

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Terry

dai 11 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: giovedì 23 gennaio 2020 ore 9.30 e 11.30

Il progetto Terry. nasce dalla volontà di affrontare il tema del bullismo, concentrandosi su alcune delle possibili cause più che sugli effetti, raccontando il punto di vista di chi bullizza e non di chi ne è vittima.
Se provassimo per un attimo a sospendere il giudizio nei confronti del bullismo e tentassimo di relazionarci con un ragazzo che ha fatto degli errori sulla pelle di un compagno di classe cosa ne verrebbe fuori? Cosa scopriremmo? Conoscere il punto di vista di un bullo può essere un buon modo per avvicinarci a un problema così vasto e articolato? Il bullismo è qualsiasi atteggiamento ripetuto nel tempo che causa disagio all’altro? Nasce e si alimenta solamente a scuola? Lo spettacolo proverà a indagare l’universo di un ragazzo con evidenti problemi di prevaricazione e di famiglia. Verrà raccontato un ragazzo con i suoi sogni, le sue paure, le sue domande e le sue debolezze. La relazione frequente con il pubblico farà di ogni replica uno spettacolo diverso.

Il bullismo è chiaramente qualcosa di sbagliato, un comportamento da condannare, difficile pensarla diversamente. Quando si ascolta la storia di una vittima di bullismo e le conseguenze, a volte estreme e non sempre rimediabili, a cui porta questo fenomeno, non si può non provare empatia, non commuoversi, non indignarsi.

Ma l’indignazione e la commozione, per quanto giuste, non sono sufficienti quando si vuole analizzare un fenomeno, cercare di conoscerlo, comprenderlo meglio. Cosa sappiamo del carnefice? Quello che per definizione interpreta il ruolo del bullo? Chi è il bullo? Come ce lo immaginiamo?

teatro d’attore e interazione con il pubblico
50 minuti
una produzione Teatro delle Briciole, di Davide Giordano

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Lulù

dai 3 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: venerdì 17 gennaio 2020 ore 9.30 e 11.30;
  • per il tempo libero: sabato 18 gennaio 2020 ore 11

In questa storia ci sono tre fratelli nati in un mattino d’estate, dopo una notte piena di lucciole.
Il destino li separerà, conducendoli per tre strade diverse. Ma darà loro tre doni – intelligenza, istinto, cuore – sufficienti per cavarsela, diventare grandi e finalmente ritrovarsi, affrontando perfino uno Stregone che può farsi grande come una montagna. Quando la notte sarà più buia, arriveranno le lucciole ad indicare loro la strada.

E Lulù? Lulù è lo spirito del bosco. È tutto azzurro e blu, come il cielo, il mare e l’acqua della sorgente. Ha gli occhi rotondi, la pancia rotonda e il cuore grande. A Lulù piace: volare sopra al bosco, scavare gallerie, mangiare. Ma la cosa che sa fare meglio è far nascere le lucciole. Dalla sua pancia. Tutti sanno che esiste, ma pochissimi lo hanno visto. Per vederlo bisogna essere molto fortunati.
E voi, siete fortunati?

L’incanto e la meraviglia suscitati dalle straordinarie vicende dei tre piccoli protagonisti accompagnano gli spettatori, in un crescendo di curiosità e stupore, fino all’epilogo della storia, nel quale tutto si ricompone e l’attesa viene ampiamente ripagata da un arrivo sorprendente.

Un racconto sull’irrinunciabile valore dell’intelligenza, dell’istinto e della generosità, che ci incoraggia ad avere fiducia nelle nostre qualità.

teatro di narrazione e pupazzo
50 minuti
una produzione Momon, di e con Claudio Milani

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Un Babbo a Natale

dai 3 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: mercoledì 18, giovedì 19, venerdì 20 dicembre 2019 ore 9.30 e 11.30;
  • per il tempo libero: domenica 22 dicembre 2019 ore 11

La vera storia di Babbo Natale per finta… Tutti possono diventare Babbo Natale: basta riconoscere la magia dell’infanzia e averne cura!

A Natale le magie accadano davvero e a volte trasformano la vita per sempre. È ciò che accade a Roberto, il protagonista della nostra storia, un ragazzo solitario che non si fida di nessuno, che odia il mondo intero e che si troverà a dover superare una prova che rivoluzionerà la sua vita e lo cambierà per sempre, proprio il giorno di Natale!

Roberto odia più di tutto il Natale: regali, luci, famiglie che si riuniscono… Ma essendo senza lavoro, suo malgrado, finisce per “andare a fare il Babbo Natale” al centro commerciale della città. Inaspettatamente Roberto incontra una bambina che in questa confusione lo guarda in silenzio. Il tempo scorre veloce e arriva la fine della giornata. Roberto vorrebbe andarsene a casa il prima possibile, così si affretta a cercare i genitori della piccola, ma questi non si trovano. Intanto il centro chiude. Così il nostro protagonista sarà costretto a passare la sua Vigilia di Natale con la bambina. Questa notte si trasformerà in una notte magica per entrambi e Roberto diventerà un vero Babbo a Natale!

Uno spettacolo adatto a tutta la famiglia, una commedia divertente e romantica.
Una narrazione realizzata attraverso il teatro d’attore e di figura,
in cui la scenografia diventa storia e in cui potranno riconoscersi sia gli adulti che i bambini.

teatro d’attore, teatro di figura
50 minuti
una produzione ATGTP, regia Simone Guerro

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20

 

Cenerentola Across the Universe

dai 9 anni

>al Teatro dei Piccoli (Napoli)

  • per la scuola: mercoledì 4 dicembre 2019 ore 9.30 e 11.30

La protagonista della storia, una ragazza interrotta dalla presenza di una madre “troppo buona”, ci racconta della bontà che diventa identica alla cattiveria quando presume di sapere ciò che è giusto o sbagliato, quando non riesce a lasciare spazio per vivere.

Ripercorrendo i passi di Cenerentola, incontrando i personaggi della storia che si animano nella sua stanza e che prendono sostanza, forma e colore dalla tappezzeria delle pareti e dagli oggetti di uso quotidiano, la protagonista gioca, sogna e modifica la sua vita. La fiaba suggerisce una via di uscita: quale che sia il contesto difficile che si vive, il domani, si può essere certi, porta sorprese. Ed è per questo che vale la pena tentare, sognare, per incontrare i mille fatti del caso e della realtà.
Il tema centrale dello spettacolo è la complessa trama delle relazioni parentali tra madre e figlia, e di rapporti tra donne, che dovranno scegliere di essere madri o matrigne, sorelle o sorellastre. Certamente questo schema di relazioni va oltre il genere maschile e femminile in quanto investe il rapporto genitore-figlio/adulto-minore e qualsiasi relazione educativa.

“Avete mai confuso il sogno con la vita?
O nascosto qualcosa come un ladruncolo qualsiasi?
Vi siete mai sentiti impauriti come davanti ad una strega?
O creduto che i vostri oggetti come per magia si muovessero e invece erano fermi?
Forse aveva ragione mia madre. Forse sognavo e basta. Forse erano gli anni 80. O magari ero o mi sentivo una CENERENTOLA.”

teatro d’attore, danza contemporanea
50 minuti
una produzione Tra il dire e il fare; regia, scene, luci Michelangelo Campanale

info e prenotazioni
prenotazione obbligatoria con modulo prenotazione_spettacolo_19_20 previo appuntamento telefonico
ufficio teatro le nuvole 0812395653 – 0812397299 [email protected] (feriali 9/17)

biglietti
€7 – ingresso gratuito ai docenti accompagnatori (prenotazione obbligatoria)
abbonamento scuola €18 (con ingresso a tre spettacoli)

 scarica il materiale leNuvole Young2019_20