“1324 IO, TOMMASO“ visita spettacolo a Padula

“ 1324 io, Tommaso”

performance teatrale scritta e diretta da Rosario Sparno, con Luca Iervolino e Pietro Tammaro_una produzione Le Nuvole/Casa del Contemporaneo
inserita nell’ambito di NATALE a PADULA edizione 2018

Fermatevi.
Voi che siete affaticati dall’inospitale mondo. Fermatevi.
Fermatevi voi che cercate la quiete dell’animo perché i giorni passano troppo veloci.
Abbandonatevi al deserto, alla rinascita. Abbandonatevi.

Dies mei velocius transierunt

Nell’anno 1324 io, Tommaso di Sanseverino conte di Marsico, barone di Sanseverino, signore di Centola, Polla e Cuccaro, signore di Atena, di Postiglione, di Sanza, di San Severino, di Camerota, Casal Boni Ripari, Pantoliano, Castelluccio, Cosentino, Corbella, Monteforte di Vallo, Serre e Padula, signore di Policastroe ancora e ancora e ancora… .

Io, nella morta stagione dell’avvento, quando i lupi si nutrono di vento e per il freddo si sta ben chiusi nella propria casa, io vi lascio e con me lascio la fama di questo luogo che si diffonde ovunque in mio onore.
Lascio questo che è luogo del silenzio e dello studio, del pensiero e del riparo, della solitudine e dell’arte; Certosa del mistero e del lavoro delle mani, del sacrificio e della politica dell’accoglienza, del sudore e della pazienza; Certosa del deserto.
La vita fugge via, ora, e getterà l’oblio sul mondo che credevamo di aver edificato, oblio sulla cura bastante che coraggiosi abbiamo speso, oblio sulla fatica vana della corsa. Prima che ciò avvenga, fermatevi, in questo istante.

Vi narrerò il deserto.

 

INFO 0815752524 – [email protected]

Napoli e Viviani

Maria Nazionale rende omaggio a Raffaele Viviani e Napoli con una serata ideata – come evento unico – per festeggiare il compleanno del grande Viviani

Una cantante ed attrice di grande temperamento e sensibilità incontra il pubblico dei Cantieri Viviani per rendere il suo personale omaggio al grande autore stabiese. Quello di Maria Nazionale è nome ben noto al grande pubblico che in centinaia di appuntamenti ha sempre apprezzato la voce e l’arte di questa popolarissima cantante. Protagonista di grandi appuntamenti musicali, di trasmissioni televisive e di spettacoli teatrali, dopo il grande successo di Fado Napoletano in anteprima al Teatro Trianon Viviani di Napoli, Maria Nazionale ritorna in scena al teatro Karol di Castellammare di Stabia con un nuovo e suggestivo spettacolo dedicato sempre alla canzone classica napoletana e chiaramente al grande Raffaele Viviani.

Un concerto presentato in esclusiva per Cantieri Viviani e di cui non saranno previste altre repliche.

Con Erasmo Petringa violoncello, oud e mandola; Aniello Palomba, chitarra classica; Valerio Mola contrabbasso; Emidio Petringa percussioni_ direzione musicale a cura di Erasmo Petringa.

Cantieri Viviani  è un progetto realizzato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Campania dei Festival coordinato da Giulio Baffi con la consulenza di Antonia Lezza e di Pasquale Scialò. Produzione esecutiva Le Nuvole Soc. Coop. e Vesuvioteatro.org.

info e aggiornamenti [email protected] 081 18199179

Omaggio a Luigi Denza

Un concerto omaggio a Luigi Denza

La Proloco Castellammare di Stabia ha da sempre mostrato un vivo e crescente interesse per la figura di un illustre figlio della città di Castellammare, Luigi Denza, un personaggio forse ancora oggi poco noto nella sua complessità e versatilità. Nel 2001, ancora prima della nascita della Proloco Castellammare di Stabia, l’attuale presidente Gino Coppola, membro del comitato Pro Denza, insieme agli altri soci, si fece promotore di un’epigrafe commemorativa, ancora oggi posta a via Mazzini, presso la casa di Denza.

Luigi Denza (Castellammare di Stabia 1846 – Londra 1922) è stato l’autore della celeberrima “Funiculì, Funiculà”, ma anche di un considerevole numero di romanze, arie, duetti, scritte con testo in italiano, inglese, francese e tedesco, oltre naturalmente ad una nutrita produzione di canzoni napoletane. Un musicista poliedrico che insieme a Francesco Paolo Tosti, ha dato inizio a quella grande stagione della canzone d’autore napoletana che porterà alla nascita di capolavori conosciuti in tutto il mondo. Oltre che compositore, Denza è stato anche un ottimo cantante ed insegnante di canto, lavorando in periodi successivi prima alla London Academy of Music di Londra dove dal 1890 ne diverrà anche codirettore e dal 1898 alla Royal Academy of Music della stessa città inglese, dove insegnerà fino alla sua morte avvenuta nel 1922.

Il concerto vuol essere un omaggio ad un musicista troppo presto dimenticato ed i brani scelti sono alternati da testi, scritti per l’occasione da Cristian Izzo, un giovane autore teatrale di Castellammare di Stabia, che vestirà i panni dello stesso Denza. La parte musicale sarà eseguita da Anna Spagnuolo e Lello Giulivo, attori/cantanti della grande scuola di Roberto De Simone, insieme al soprano Francesca Pia Vitale promettente cantante del Conservatorio di Avellino. La parte strumentale è affidata ad un quartetto d’archi composto da Maria Rosaria Improta, Patrizia Maggio (violini), Simone Basso (viola) e Silvano Maria Fusco (violoncello) tutti docenti del Cimarosa, mentre al pianoforte ci sarà Livia Guarino. I brani sono stati scelti dalla vasta produzione di Luigi Denza; saranno eseguiti brani in dialetto napoletano, ma anche romanze scritte in italiano, francese e in lese.

Testi e drammaturgia Cristian Izzo_Trascrizioni musicali e Direzione Artistica Giuseppe Finizio.

**Ingresso gratuito fino ad esaurimento posti **

Cantieri Viviani  è un progetto realizzato dalla Regione Campania e dalla Fondazione Campania dei Festival coordinato da Giulio Baffi con la consulenza di Antonia Lezza e di Pasquale Scialò. Produzione esecutiva Le Nuvole Soc. Coop. e Vesuvioteatro.org.

info e aggiornamenti [email protected] 081 18199179

 

 

 

 

 

COm_unica incontri con i docenti

COm_unica – Modalità innovative per comunicare la scienza ID 18672 
COm_unica è un progetto di formazione ed aggiornamento per i docenti di ogni ordine e grado per indagare insieme il mondo delle due culture attraverso la trasversalità delle competenze (scientifica ed umanistica) e con diverse modalità di racconto (dal gioco allo storytelling, dal laboratorio allo spazio all’interno di una nuvola, dalla modellazione alle news provocatorie) per rendere la scienza più prontamente accessibile e comprensibile.
6 incontri di mercoledì (21 e 28 novembre – 5, 12 e 19 dicembre – 9 gennaio) dalle 15:30 alle 18:30
a Città della Scienza
con partecipazione a pagamento € 50* (incluso abbonamento per la rassegna Assoli di Scienza)
e attestato di partecipazione per docenti in ruolo iscritti sul portale S.O.F.I.A – MIUR al corso con codice ID 18672**
Programma dei 6 incontri del corso di formazione:
  1. Il gioco – Spazio Vitale
  2. Modellare la scienza – Simbiosi
  3. La scienza partecipata e deliberata – Play decide
  4. Raccontare nello spazio – Nuvola
  5. Unica materia – I catalogatori concettuali
  6. Storytelling
I 4 spettacoli della rassegna Assoli di Scienza con approfondimento e dibattito finale in scena alla Sala Assoli (Vico Lungo Teatro Nuovo 110, Napoli)
Genetica e medicina
27 novembre 2018 – ore 20:30 – 28 novembre 2018 – ore 9:30 e ore 11:30
LOTTERIA NUCLEARE
Biomateriali e Cyborg
22 gennaio 2019 – ore 20:30 – 23 gennaio 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
NANOMETAMORFOSI
Scienza e società
19 febbraio 2019 – ore 20:30 – 20 febbraio 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
RELATIVITA’. LA RIVOLUZIONE
Scienza deliberata
2 aprile 2019 – ore 20:30 – 3 aprile 2019 – ore 9:30 e ore 11:30
TOLEMAICI E COPERNICANI
*il pagamento potrà essere effettuato in contanti il primo giorno di attività, con bonifico bancario o con carta docente.
**l’iscrizione sul portale S.O.F.I.A./MIUR consente il rilascio dell’attestato ministeriale. Ai docenti non in ruolo che vorranno partecipare al corso sarà comunque rilasciato un attestato di frequenza da parte de Le Nuvole quale Ente Accreditato Miur per la Formazione.

vai a COm_unica – scheda – ID 18672

 vai a lenuvolescienza_2018_19

 

Domenicalmuseo tra archeologia e gioco

Una Domenicalmuseo all’insegna della storia, dell’archeologia e del gioco è in programma il prossimo 4 novembre 2018 a Santa Maria Capua Vetere dove il pubblico di visitatori – ingresso gratuito al sito – potranno visitare dalle ore 11 l’Anfiteatro Campano, con i suggestivi sotterranei, e il Mitreo – al costo di €5 a persona (dai 12 anni) su prenotazione – con un percorso guidato a cura degli archeologi de Le Nuvole, concessionarie nell’ambito del Consorzio Arte’m net dei servizi per la didattica all’interno del circuito archeologico.

Sarà possibile inoltre proseguire, autonomamente, la visita nelle sale del Museo Archeologico dell’Antica Capua che ospita la mostra ANNIBALE A CAPUA, prorogata fino al 20 novembre 2018. Il progetto espositivo evidenzia il percorso di Annibale dai suoi inizi fino a Capo Lacinia, quando Scipione decide di spostare la guerra a Cartagine, con la famosa battaglia di Zama che segna la sconfitta di Annibale attraverso l’allestimento di oltre cento opere, pannelli esplicativi, suggestivi video ed elementi di multimedialità che rendono tutto estremamente empatico per il visitatore.

Proprio l’elefante da guerra, simbolo dell’impresa di Annibale Barca, noto al pubblico con il nome di Surus è divenuto la mascotte di ARTETECA LUDOTECHE MUSEALI uno spazio permanente di apprendimento e di gioco realizzato all’interno del Museo dell’Antica Capua per l’omonimo progetto selezionato da CON I BAMBINI Impresa Sociale nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. La ludoteca, aperta tutto l’anno con laboratori di manipolazione, disegno, teatro e motricità, ospita tutti i giorni bambini di età compresa fra i 3 e i 6 anni, che vivono in condizioni di povertà educativa e residenti a Santa Maria Capua Vetere.

In occasione di questa prima domenica del mese di novembre le porte della ludoteca, dalle ore 10 alle ore 13 resteranno aperte – con ingresso gratuito – anche per tutto il pubblico di bambini e ragazzi in vista al museo archeologico per lavorare insieme sulle emozioni. Lo spavento provato dai bambini che hanno osservato l’antefissa a testa di gorgone esposta nelle sale museali lascia il posto alla Vittoria, personificata dalla statua della Nike di Capua: è la felicità di raggiungere con gioia i propri obiettivi, piccoli o grandi che siano. I bambini potranno osservare da vicino e toccare la splendida statua che ornava l’Anfiteatro campano, altissima ma senza volto. E, per questo, toccherà a loro rappresentarlo. Quali sembianze potrà avere? Lo si potrà scoprire solo osservando i lavori dei ragazzi una volta conclusi.

“Il circuito archeologico dell’Antica Capua rivolge da anni insieme alla Cooperativa Le Nuvole la sua attenzione a programmi e progetti dedicati alle nuove generazioni- dichiara Ida Gennarelli, direttrice Museo Archeologico dell’Antica Capua- comprendendo il significato educativo di accostarsi in maniera ludica e sin dai primi anni di vita alle bellezze del nostro patrimonio, suscitando la curiosità dei più piccoli che, attraverso la narrazione degli oggetti esposti nei musei, entrano in contatto la Storia. Le attività realizzate nell’ambito ed in collaborazione con gli operatori della Cooperativa Città Irene che sono attivi nella ludoteca offrono l’occasione a tanti bambini e ragazzi, che diversamente non si sarebbero accostati a questo mondo, di entrare in contatto con l’arte e di vivere il museo come un luogo aperto dove divertirsi e, allo stesso tempo, riflettere e ritrovare noi stessi”.

DOMENICALMUSEO 4 novembre 2018 il programma:

>ore 10/13 attività laboratoriale a cura diARTETECA ludoteca museale (dai 3 anni)c/o Museo in via Roberto d’Angiò 45_gratuito a ingresso libero;

>ore 11 visita guidata ad Anfiteatro Campano e Mitreo (dai 12 anni)_€5 cad._su prenotazionea Le Nuvole 0812395653 (feriali 9/17) [email protected] biglietteria Anfiteatro 08231831093 (orari apertura);

>ore 9/19.30 ingresso gratuito al Circuito Archeologico dell’Antica Capua (accesso dalla biglietteria dell’Anfiteatro Campano c/o Piazza I Ottobre).

INFO:

[email protected] e alla pagina fb @teatrolenuvole

[email protected] e alla pagina fb @anticacapuacircuitoarcheologico e twitter @museosmcv

BALLO A CORTE a Palazzo Reale

dai 3 ai 10 anni

  • al Palazzo Reale di Napoli

>per le scuole: lunedì 4, martedì 5, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11, martedì 12, giovedì 14, venerdì 15, lunedì 18, martedì 19, giovedì 21, venerdì 22, lunedì 25, martedì 26 e giovedì 28 febbraio 2019 e venerdì 1, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11 , martedì 12, giovedì 14 e venerdì 15 marzo 2019 ore 9.30 e 11.30
> festivi: domenica 24 febbraio 2019 ore 10.00, 12.00, 15.00 e 17.00 – sabato 2, lunedì 4, martedì 5 marzo 2019 ore 15.00 e 17.00 

Storico appuntamento a Palazzo Reale, dove Re Ferdinando di Borbone e la Regina Maria Carolina apriranno le sontuose stanze della loro dimora per il gran BALLO A CORTE che si terrà nel magnificente Salone d’Ercole, non prima di aver visitato le stanze ‘di etichetta’ del piano nobile, ovvero le sale destinate a cerimonie istituzionali e di rappresentanza. Lungo il percorso, accompagnati da uno storico dell’arte, incontreremo re Ferdinando intento a divorare il suo consueto babà e pronto a scappare per un’allettante battuta di caccia nel bosco e Maria Carolina ancora alle prese con la toeletta… .

In occasione del carnevale tutti i partecipanti, bambini e adulti che siano, potranno partecipare in maschera così come nei giorni feriali le scuole.

La visita guidata con incursioni teatrali è un’esperienza emozionante che coniuga l’arte e la storia con il teatro. Un evento unico, divertente e coinvolgente, per conoscere la storia e il bellissimo Palazzo Reale di Napoli.

una produzione Le Nuvole in collaborazione con Progetto Museo
messa in scena di Fabio Cocifoglia; con Rosanna Gagliotti e Gaetano Nocerino; onsulenza scientifica Maria Laura Chiacchio e Chiara Ruggiero; in collaborazione con la Direzione di Palazzo Reale

visita con incursioni teatrali
durata 80 minuti

Euro 8 oltre ingresso al sito per adulti_prenotazione e preacquisto obbligatori a Le Nuvole o su www.etes.it
In occasione del Carnevale sarà possibile intervenire mascherati, si consigliano comunque abiti e scarpe comode. Il sito non dispone di guardaroba custodito.

galleria fotografica

vai a arte e archeologia_lenuvole_2019

BALLO A CORTE a Palazzo Reale

dai 3 ai 10 anni

  • al Palazzo Reale di Napoli

>per le scuole: lunedì 4, martedì 5, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11, martedì 12, giovedì 14, venerdì 15, lunedì 18, martedì 19, giovedì 21, venerdì 22, lunedì 25, martedì 26 e giovedì 28 febbraio 2019 e venerdì 1, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11 , martedì 12, giovedì 14 e venerdì 15 marzo 2019 ore 9.30 e 11.30
> festivi: domenica 24 febbraio 2019 ore 10.00, 12.00, 15.00 e 17.00 – sabato 2, lunedì 4, martedì 5 marzo 2019 ore 15.00 e 17.00 

Storico appuntamento a Palazzo Reale, dove Re Ferdinando di Borbone e la Regina Maria Carolina apriranno le sontuose stanze della loro dimora per il gran BALLO A CORTE che si terrà nel magnificente Salone d’Ercole, non prima di aver visitato le stanze ‘di etichetta’ del piano nobile, ovvero le sale destinate a cerimonie istituzionali e di rappresentanza. Lungo il percorso, accompagnati da uno storico dell’arte, incontreremo re Ferdinando intento a divorare il suo consueto babà e pronto a scappare per un’allettante battuta di caccia nel bosco e Maria Carolina ancora alle prese con la toeletta… .

In occasione del carnevale tutti i partecipanti, bambini e adulti che siano, potranno partecipare in maschera così come nei giorni feriali le scuole.

La visita guidata con incursioni teatrali è un’esperienza emozionante che coniuga l’arte e la storia con il teatro. Un evento unico, divertente e coinvolgente, per conoscere la storia e il bellissimo Palazzo Reale di Napoli.

una produzione Le Nuvole in collaborazione con Progetto Museo
messa in scena di Fabio Cocifoglia; con Rosanna Gagliotti e Gaetano Nocerino; onsulenza scientifica Maria Laura Chiacchio e Chiara Ruggiero; in collaborazione con la Direzione di Palazzo Reale

visita con incursioni teatrali
durata 80 minuti

Euro 8 oltre ingresso al sito per adulti_prenotazione e preacquisto obbligatori a Le Nuvole o su www.etes.it
In occasione del Carnevale sarà possibile intervenire mascherati, si consigliano comunque abiti e scarpe comode. Il sito non dispone di guardaroba custodito.

galleria fotografica

vai a arte e archeologia_lenuvole_2019

BALLO A CORTE a Palazzo Reale

dai 3 ai 10 anni, scuole dell’infanzia e primaria

  • al Palazzo Reale di Napoli

>per le scuole: lunedì 4, martedì 5, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11, martedì 12, giovedì 14, venerdì 15, lunedì 18, martedì 19, giovedì 21, venerdì 22, lunedì 25, martedì 26 e giovedì 28 febbraio 2019 e venerdì 1, giovedì 7, venerdì 8, lunedì 11 , martedì 12, giovedì 14 e venerdì 15 marzo 2019 ore 9.30 e 11.30
> festivi: domenica 24 febbraio 2019 ore 10.00, 12.00, 15.00 e 17.00 – sabato 2, lunedì 4, martedì 5 marzo 2019 ore 15.00 e 17.00 

Storico appuntamento a Palazzo Reale, dove Re Ferdinando di Borbone e la Regina Maria Carolina apriranno le sontuose stanze della loro dimora per il gran BALLO A CORTE che si terrà nel magnificente Salone d’Ercole, non prima di aver visitato le stanze ‘di etichetta’ del piano nobile, ovvero le sale destinate a cerimonie istituzionali e di rappresentanza. Lungo il percorso, accompagnati da uno storico dell’arte, incontreremo re Ferdinando intento a divorare il suo consueto babà e pronto a scappare per un’allettante battuta di caccia nel bosco e Maria Carolina ancora alle prese con la toeletta… .

In occasione del carnevale tutti i partecipanti, bambini e adulti che siano, potranno partecipare in maschera così come nei giorni feriali le scuole.

La visita guidata con incursioni teatrali è un’esperienza emozionante che coniuga l’arte e la storia con il teatro. Un evento unico, divertente e coinvolgente, per conoscere la storia e il bellissimo Palazzo Reale di Napoli.

una produzione Le Nuvole in collaborazione con Progetto Museo
messa in scena di Fabio Cocifoglia; con Rosanna Gagliotti e Gaetano Nocerino; onsulenza scientifica Maria Laura Chiacchio e Chiara Ruggiero; in collaborazione con la Direzione di Palazzo Reale

visita con incursioni teatrali
durata 80 minuti

Euro 175,00 a gruppo (max 25 pax), max 4 gruppi per fascia oraria_prenotazione e preacquisto obbligatori.
In occasione del Carnevale sarà possibile intervenire mascherati, si consigliano comunque abiti e scarpe comode. Il sito non dispone di guardaroba custodito, si chiede pertanto di lasciare zaini e borse in autobus.

galleria fotografica

1_prenotazione_visita-spettacolo_18_19

vai a arte e archeologia_lenuvole_2019

L’ISOLA…dove la plastica prende vita

dagli 8 anni, scuole primaria e secondarie I e II grado

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per le scuole giovedì 11 aprile 2019 ore 9.30 e 15

I rifiuti sono tutto quello che non ci serve più, che non vogliamo più e quindi che rifiutiamo. Cerchiamo di farle sparire, ma in realtà le cose che rifiutiamo, spesso non spariscono, ma si accumulano da qualche parte per poi ritornare in forma più spaventosa. Una di queste cose che non spariscono dal nostro pianeta ma si spostano soltanto, sono gli oggetti di plastica, che, portati dal vento finiscono nei fiumi, nei laghi, nei mari e spinti dalle correnti d’acqua finiscono a formare degli accumuli di detriti di plastica, vere ed enormi isole galleggianti.

Mare, cielo e plastica sono i protagonisti di una storia moderna che pare inventata, ma non lo è. Lo spettacolo racconta una storia di fantasia ambientata nella “Great Pacific Garbage Patch”, l’isola (vera) di spazzatura che galleggia nell’oceano pacifico settentrionale.

A partire da una busta di plastica mossa dal vento che vola fino all’Isola, incontreremo oggetti di plastica che attraverso le due attrici-animatrici e il musicista, prendono vita. Tutto, in questo spettacolo – personaggi, paesaggio e strumenti musicali – è composto da oggetti di uso comune che riempiono le nostre giornate e i nostri sacchetti dell’immondizia: tappi, bottiglie, tinozze…

uno spettacolo di La luna nel Pozzo in collaborazione con Burambò e Casarmonica
di e con Pia Wachter, Daria Paoletta, Mirko Lodedo; testi di Daria Paletta; musiche originali eseguite dal vivo di Mirko Lodedo

teatro d’attore e di figura
50 minuti

1_prenotazione_spettacolo_18_19

 va a young_lenuvole_18_19

STUPIDORISIKO una geografia di guerra

dai 12 anni, scuole secondarie I e II grado

>al Teatro dei Piccoli, Napoli

  • per le scuole giovedì 7 e venerdì 8 febbraio 2019 ore 10.00*

Il racconto, partendo dalla Prima Guerra Mondiale e passando per la tragedia della Seconda Guerra Mondiale, arriva fino alle guerre dei giorni nostri. Episodi storicamente documentati e rappresentativi della guerra si susseguono in modo cronologico e sono intervallati dalla storia di un marine, che parla toscano e che rappresenta il soldato di oggi.

“Mi chiamo Mario Spallino, anzi Super-soldato Mario, mi sono arruolato perché pensavo che fare il soldato fosse un buon lavoro per costruirmi un futuro solido, per avere un’indipendenza economica, per girare il mondo, per difendere la Patria! Sono diventato un soldato e ho fatto la guerra. Necessaria? Giusta? Umanitaria? Io sono solo un soldato, non sono uno stratega, né un politico, ma ho visto che la guerra uccide. E che si può evitare.”

Lo spettacolo vuole raccontare in forma semplice e chiara – e, perché no, anche ironica – alcuni aspetti e avvenimenti della guerra e della sua tragicità, che spesso sono dimenticati o ignorati. Stupidorisiko. Una geografia di Guerra è nato dall’idea di vedere la guerra sotto degli aspetti attraverso cui non è mai stata raccontata: quello della parte delle vittime e quello della stupidità della guerra.

La Compagnia teatrale di Emergency nasce nel 2000 con l’obiettivo di informare e far riflettere sui temi della guerra e della povertà, ma anche sulla possibilità di intervenire per promuovere e affermare i diritti umani essenziali e i valori della solidarietà e della pace.

uno spettacolo di Compagnia Energency Ong Onlus | con Mario Spallino | drammaturgia e regia Patrizia Pasqui

lezione spettacolo, narrazione
75 minuti

*Il Gruppo Scuola Emergency Napoli offre, alle classi che prenotano lo spettacolo 2 incontri – da tenersi presso le scuole, in date e orari da concordare – per presentare e commentare insieme lo spettacolo e il lavoro di Emergency nel mondo e in Italia. Per contatti e accordi: [email protected] 3356604132 Umberto Evangelista 3389817703 Peppino Fiordelisi.

 

locandina stupidorisiko15-emergency_stupidorisiko_sito

video

1_prenotazione_spettacolo_18_19

 va a young_lenuvole_18_19