ANATOMIA DEI SOLIDI

Cosa sono i solidi? E qual è la differenza tra solidi e figure piane? Gli oggetti che usiamo ogni giorno sono dei solidi, dalle forme più disparate, una palla, la scatola dei cereali, il cappello da fata. Giochiamo con la geometria e impariamo a riconoscere le caratteristiche dei solidi e le forme che assumono aperti sul piano. L’attività è divisa in tre fasi di apprendimento, analisi oggettiva, definizione di solido e realizzazione del modello.

Obiettivi proposti

  • Promuovere l’apprendimento della geometria solida partendo dall’analisi del mondo reale.
  • Riconoscere, classificare e rappresentare forme del piano e dello spazio.
  • Approfondire rapporto tra forma geometrica solida e il suo sviluppo su un piano.
  • Acquisire la capacità di realizzare forme nuove a partire da figure piane
  • Favorire tra gli studenti il lavoro di gruppo.
  • Fornire supporto ai docenti nell’approfondimento dei programmi ministeriali
  • Ricondurre gli aspetti della realtà a forme geometriche
  • Favorire la capacità di rappresentazione sintetica del reale
  • Favorire lo sviluppo di visualizzazione e immaginazione spaziale in 3D

Spazi richiesti

Questa attività necessita di un’ aula dotata di proiettore e computer o una Lim, di tavoli per gli studenti, un tavolo per il comunicatore e 25 sedute. Infine, si chiede l’ausilio di una lavagna cancellabile.

Prodotti realizzati dagli studenti

Solidi irregolari per le scuole primarie
Nuovi oggetti di propria invenzione per scuole secondarie

Materiale didattico proposto ai docenti

Al momento di prenotazione, gli insegnanti riceveranno un KIT DIGITALE DOCENTE, che conterrà il filo logico dell’attività svolta, gli approfondimenti e/o curiosità riguardanti il tema affrontato, una parte dedicata alla verifica finale, con una serie di domande da sottoporre alla classe per verificarne le conoscenze acquisite.