GALVANICAMENTE

Uno sguardo all’elettrochimica dalle sue origini agli utilizzi moderni, con un esperimento semplice.

Nel 1790 Luigi Galvani, medico e fisiologo, durante un esperimento su una rana si accorse della contrazione muscolare stimolata da correnti elettriche. Questo fenomeno diede l’avvio allo studio e agli esperimenti che portarono Volta e Daniell a costruire le rispettive pile e introdusse una nuova disciplina scientifica, l’elettrochimica, tutte le tecniche e gli strumenti attuali vengono riferiti a “Galvani” ne sono esempi: galvanometro, galvanostegia, galvanoplastica, galvanotecnica ecc. L’elettrodeposizione di metalli sugli oggetti (anche non metallici) trova oggi applicazione in svariati campi industriali.

Obiettivi proposti

  • Introdurre sfondo storico-scientifico nel quale le osservazioni di Galvani diedero avvio allo studio dell’elettrochimica.
  • Approfondire il concetto di ioni ed elettroliti in soluzione e chiarire come questi siano veicolo della conduttività della soluzione stessa.
  • Illustrare le basi teoriche delle tecniche di elettrodeposizione.
  • Promuovere l’approccio manuale nell’allestimento di un esperimento.
  • Promuovere il metodo scientifico sperimentale e l’approccio pratico negli esperimenti.
  • Stimolare il lavoro di gruppo e la collaborazione tra gli studenti.
  • Fornire supporto ai docenti nell’approfondire col metodo pratico una argomento trattato in via teorica durante le lezioni.

Spazi richiesti

Questa attività necessita di uno spazio di almeno 30 mq, di 4 o 5 tavoli per gli studenti, un tavolo comunicatore e 28 sedute (ipotizzando classi di max. 25 studenti + max. 3 accompagnatori). Infine, si chiede l’ausilio di una lavagna cancellabile.

Prodotti realizzati dagli studenti

I partecipanti dopo aver assemblato il kit di lavoro realizzeranno (1 per gruppo di lavoro) la ramatura di una lastrina di alluminio (mm 20x60x1) che potranno tenere o lasciare agli insegnanti.

Materiale didattico proposto ai docenti

Al momento di prenotazione, gli insegnanti riceveranno un KIT DIGITALE DOCENTE, che conterrà il filo logico dell’attività svolta, gli approfondimenti e/o curiosità riguardanti il tema affrontato, una scheda guida per la compilazione di una relazione di laboratorio da parte degli studenti, una parte dedicata alla verifica finale, con una serie di domande da sottoporre alla classe per verificarne le conoscenze acquisite.

Per saperne di più