LUCE_una mostra, uno spettacolo, tante storie

la mostra_LUCE_la scienza illumina

Un viaggio interattivo – fra arte e scienza – che fa della luce il punto di partenza per esplorare i temi della sostenibilità, dello sviluppo e dell’innovazione.
Tre macro-sezioni: ottica geometrica, ottica fisica e meccanica quantistica. Il percorso si completa  di installazioni interattive e performance artistiche.

lo spettacolo_CARAVAGGIO, la rivoluzione nell’arte [14>18 anni, durata 35′]

Buio,  il pubblico siede attorno ad una lunga tela nera.
Musica.
Un giovane uomo avanza alla sola luce di una lampada: gioca a creare – sul muro – quadri di ombre, che si stampano anche sui volti del pubblico. Il giovane evoca le ombre, le invita a “uscire dal nulla del buio”, a “entrare nel corpo della luce”. Le sprona a lasciare la loro inconfondibile impronta, così come fece il giovane Michelangelo… inizia un percorso che fa rivivere le tre fasi della vita artistica e spirituale dell’artista: della giovinezza, della crescita e della maturità.
Testi di Fabio Cocifoglia, con Rosario Sparno, disegno luci e selezione musicale Riccardo Cominotto.

tante storie_story telling

_ONDA O PARTICELLA, di cosa è fatta la luce [14>18 anni, durata 75’]

Dai primi esperimenti di Newton, fautore di una natura corpuscolare, con il prisma, agli esperimenti di interferenza di Young e di diffrazione di Huygens-Fresnel, utilizzando anche equivalenti meccanici ( dischi di Chladni) sostenitori di una teoria ondulatoria, la luce ha mostrato una duplice natura. Dunque onda o particella? O ondicella, termine coniato da Morlet e Grossman. Si parlerà e si mostrerà tanto della teoria ondulatoria con l’utilizzo ad esempio di semplici lampade e reticoli di diffrazione quanto di teoria corpuscolare con l’effetto fotoelettrico e la nascita della teoria dei quanti, usando oggetti comuni si determinerà la velocità della luce….si arriverà alla conclusione che la radiazione elettromagnetica si mostra alla nostra conoscenza con duplice natura e che se la indaghiamo come onda si mostra tale e se la indaghiamo come particella fa altrettanto….la natura della luce ci condurrà a scoprire la teoria della relatività generale e la straordinaria intuizione della curvatura dello spazio-tempo e, quindi, della luce.

_SE MI VUOI ATTRARRE DIMMI ALMENO IL PERCHE’[08>18 anni, durata 75’]

Le tappe fondamentali e gli esperimenti cruciali che hanno condotto l’uomo alla conoscenza e alla definizione di “fluido elettrico”, di carica elettrica e segno, per cui saranno indagati i fenomeni di elettrizzazione e la natura isolante e conduttrice dei corpi. Verranno riproposti semplici strumenti elettrostatici e attraverso l’esperimento di Oersted si stabilirà la connessione tra correnti elettriche e fenomeni magnetici, si parlerà dunque delle correnti indotte, dei motori elettrici e della levitazione magnetica, mostrandone semplici modelli di realizzazione ed i principi di funzionamento. Perché a volte scendendo dall’auto prendiamo la scossa, perché i nostri pigiami fanno scintille, come si generano i fulmini, che vuol dire essere delle masse, dei neutri e delle terre e perché non siamo magnetici?
LUCE 6.11.2015/10.01.2016
>festivi: integrato euro 10,00, ridotto euro 8,00 (tutte le domeniche ore 12.30)
>scuole: euro 10,00 (ingresso e visita guidata museo+luce+spettacolo)_durata 150 minuti; euro 8,00 (ingresso museo+visita guidata luce+story telling).

prenotazioni obbligatorie a [email protected] o a 081 7352 220_222
altre info su www.cittadellascienza.it 

logolucelucelogo

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.